Spagna-Norvegia, valida per la 1° giornata del girone F di qualificazione a Euro 2020

La Spagna, dopo Mondiali e Nations League che non sono stati all’altezza della aspettative, è scesa al nono posto nel ranking FIFA. Gli spagnoli infatti, dopo aver sofferto per passare il girone Mondiale, sono stati eliminati agli ottavi di finale ai calci di rigore dai padroni di casa della Russia. Successivamente in Nations League, dopo un’ottima partenza, il KO contro la Croazia non ha permesso agli Iberici di vincere il loro girone, e quindi di accedere alla fase finale della competizione.

La Norvegia ospite, 46° nel ranking, arriva al Mestalla di Valencia con la voglia di stupire. Gli Scandinavi hanno vinto il gruppo 3 della Lega C di Nations League, ottenendo la qualificazione in Lega B, mostrando un ottimo calcio oltre che un’ottima fase difensiva con sole due reti concesse nel torneo.

I Norvegesi non partecipano agli Europei dal lontano 2000 e in questo girone, alle spalle della Spagna favoritissima, vogliono dire la loro e giocarsi la qualificazione con Svezia e Romania.

Lo Stadio Mestalla di Valencia che ha ospitato la gara odierna

FORMAZIONI:

Spagna (4-3-3): De Gea; Jesús Navas, Ramos, Iñigo Martínez, Jordi Alba; Parejo, Busquets, Dani Ceballos (74° Canales); Rodrigo (76° Parejo), Morata (89° Mata), Marco Asensio.

Norvegia (4-4-2): Jarstein; Elabdellaoui, Nordtveit, Ajer, Aleesami; Odegaard (56° Elyounoussi M.), Henriksen, Selnaes, Johansen (77° Kamara); King, Elyounoussi T. (55° Johnsen).

LA PARTITA:

La Spagna parte subito forte, come ci si poteva aspettare. Prima grande occasione al 5° per Alvaro Morata. Incornata di testa da distanza ravvicinata dell’attaccante Spagnolo. Jarstein con un intervento felino para evitando l’immediato svantaggio per i suoi.

Al 16° però il portiere Norvegese non può nulla sulla conclusione di Rodrigo! 1-0 Spagna. L’attaccante del Valencia, ispirato dallo Stadio dove gioca abitualmente le partite casalinghe con la sua squadra di club, porta in vantaggio i suoi. La rete viene siglata in seguito ad un splendido assist del velocissimo terzino Jordi Alba, che dopo un bel uno-due entra in area e mette il pallone al centro. Rodrigo col sinistro al volo non lascia scampo al portiere avversario.

Un’istantanea dell’azione che ha portato al goal di Rodrigo

Ancora Spagna al 21°. Ancora paratona del portiere Norvegese su colpo di testa di Morata, che va vicino per la seconda volta al goal di testa.

Alla mezz’ora si vedono in avanti gli ospiti. Conclusione di Henriksen che però De Gea riesce a parare.

Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo poi è assedio Spagna. Le Furie Rosse spingono alla ricerca del secondo goal e vanno più volte vicino alla marcatura. Prima con Rodrigo che al 37° arriva in area di rigore e calcia ma un grande intervento in scivolata di un difensore salva la Norvegia.

Tre minuti dopo la Spagna segna. Purtroppo per i padroni di casa però la rete di Alba viene annullata per fuorigioco. Nel finale di tempo, al 46°, bella occasione per Ceballos che viene respinta ancora una volta dalla difesa Scandinava.

Primo tempo che dunque si conclude sull’1-0 per la Spagna, che con 13 tiri contro i 2 avversari e un possesso di palla del 67% ha dimostrato di essere nettamente superiore agli avversari, ma il punteggio che la vede avanti di un solo goal non può lasciare troppo tranquilli i calciatori di Luis Enrique.

L’inizio di secondo tempo è piuttosto nervoso. Tre ammonizioni nel giro di dieci minuti.

Al 65° a sorpresa arriva il pari della Norvegia! Trattenuta in area di Inigo Martinez. L’arbitro Treimanis, attento, fischia il calcio di rigore. Dagli undici metri Joshua King spiazza De Gea e fa 1-1!

Joshua King, attaccante della Nazionale Norvegese

La Spagna però, da grande squadra qual è reagisce immediatamente. Al 70° è di nuovo calcio di rigore. Questa volta per per i padroni di casa. Più volte strepitoso durante la partita questa volta sbaglia il portiere della Norvegia che con un fallo causa il rigore. Sergio Ramos calcia fortissimo e insacca in rete facendo urlare di gioia il pubblico di casa, annichilito dopo il pareggio subito pochi minuti prima.

Sergio Ramos, capitano e uomo simbolo degli Spagnoli

Pericoloso Mohamed Elyounoussi al 78°. Il calciatore degli ospiti sfiora il palo sinistro con una bella conclusione, facendo rabbrividire David De Gea che probabilmente nulla avrebbe potuto se la palla fosse entrata nello specchio di porta.

Gli Iberici allora, per evitare altri pericoli, con il loro consueto e famoso tiki taka, addormentano la partita mantenendo a lungo il possesso di palla con passaggi brevi e di prima, non permettendo agli avversari di recuperare la sfera.

La partita si conclude così sul punteggio di 2-1. I padroni di casa, con un’ottima partita riescono a conquistare i primi tre punti del girone. La Norvegia ospite, esce dunque sì sconfitta, ma a testa alta. Gli ospiti sono riusciti a spaventare la Spagna, trovando il pareggio nella ripresa e sfiorando il colpaccio al Mestalla.

TABELLINO:

Risultato: Spagna-Norvegia 2-1.

Marcatori: 16° Rodrigo (S), 65° King rig. (N), 71° Ramos rig. (S):

Ammoniti: Ajer (N), Elyounoussi T. (N), Ceballos (S), Johansen (N), Martinez I. (S), Johnsen (N).

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.