Oggi pomeriggio è intervenuto ai microfoni il tecnico del Milan Stefano Pioli in vista dell’esordio dei rossoneri in UEFA Europa League 2020-2021. I rossoneri dovranno vedersela con il Celtic. La partita si giocherà giovedì 22 ottobre alle ore 21.00 presso il Celtic Park. Nel corso della giornata ha anche parlato alla stampa il tecnico del Celtic, Neil Lennon.

Le parole di Stefano Pioli

Come sta Calhanoglu?

“Ha avuto questo infortunio alla caviglia. Oggi stava un pochettino meglio. Non sarà della gara e dovremo analizzare la situazione giorno dopo giorno”

Il Milan torna in Europa. Percepiva anche lei l’assenza del club dal suo contesto naturale?

“E’ chiaro che l’Europa faccia parte della storia del club. È normale giocare in Europa per il Milan. Adesso vogliamo rimanerci a lungo, fino in fondo dopo aver affrontato dei preliminari lunghi e faticosi”.

Che Milan vedremo domani? Con tanti o pochi cambi?

“Il derby ci ha portato via tantissime energie, sia mentali sia fisiche. Come sempre, in questo periodo, avremo il blocco di tre settimane con tante partite ravvicinate e competitive. Schiererò giocatori pronti mentalmente e fisicamente, perché l’avversario vorrà partire forte a sua volta all’esordio nel girone di Europa League, oltre ad avere caratteristiche di intensità fisica”.

Pochi giorni fa ha parlato del modulo. Sta pensando al centrocampo a tre?

“Mi reputo un allenatore elastico e penso che sia importante mettere i giocatori giusti al posto giusto. Abbiamo trovato un equilibrio con questo sistema di gioco, ma questo non vuol dire che siamo preclusi ad altre situazioni”.

Arrivare in fondo in Europa League o qualificazione in Champions. Domanda da 1 milione di dollari: Pioli su cosa punta?

“Noi siamo il Milan e dobbiamo fare bene dappertutto. Pensare di vincerle tutte, anche se non sarà né facile né possibile, ma non siamo nelle condizioni di puntare su solo un obiettivo. C’è un gruppo coeso, forte e volenteroso. Abbandoniamo il campionato, soddisfatti della vittoria ma pensiamo alla gara di domani sera”.

Ibra come sta?

“La squadra sta bene, perché è la testa che comanda le gambe. Zlatan sta bene, così come i suoi compagni. E deciderò la formazione domani mattina”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20