Obbligate a vincere: sono 4 le squadre che si giocano un bel pezzo di stagione in questa 18esima giornata, la penultima del girone di andata della Serie A. La fine del campionato è lontana, ma la posta in gioco è alta e vincere o perdere in questo momento può condizionare gli umori e quindi l’andamento della stagione di ritorno.

Cominciamo dalla prima sfida, Lazio-Roma si giocherà venerdì 15 alle 20.45 e sarà la 175esima volta che le due squadre si incontrano per il derby più caldo d’Italia.

Mancherà la tifoseria ad animare la scena ma non le emozioni, seppur diverse, dopo quasi un anno dall’ultimo scontro.

Roma e Lazio ci arrivano con ambizioni diverse: i giallorossi in piena zona scudetto, terzi a 34 punti, hanno bisogno di una vittoria pesante con una squadra importante, che finora è mancata; i biancocelesti invece, da contendenti per la vittoria finale lo scorso anno, puntano alla zona Champions, settimi a 28 punti e lontani dalla vetta tenuta dal Milan a 40.

Per scommettere sul campionato puoi consultare le quote partite Serie A, dove Lazio e Roma sono presenti con valutazioni molto simili: la squadra di Inzaghi è di poco sfavorita, con l’1 dato a 2.85 a fronte della vittoria della Roma a 2.30; il pareggio è a 3.60.

Fonseca aspetta la svolta dei suoi e non abbassa la tensione, mentre il tecnico dei biancocelesti può essere cautamente ottimista dopo le ultime vittorie.

Alle 20.45 di domenica 17 si giocherà un altro derby, quello d’Italia tra Inter e Juventus al Meazza, in casa dei milanesi. Brutte notizie per Pirlo: Dybala non sarà disponibile dopo l’infortunio al legamento del ginocchio sinistro contro il Sassuolo. Niente di grave, ma salterà la sfida e ne avrà per almeno tre settimane. Da monitorare le condizioni di McKennie e Chiesa, anche se probabilmente saranno in campo, ma sommate alle assenze da Covid sono interrogativi che peseranno nella formazione definitiva.

Sul fronte Inter il pareggio con la Roma ha lasciato con l’amaro in bocca squadra e tifosi. Sotto accusa la gestione dei cambi di Conte, tanto da mettere in crisi il rapporto tra il mister e la tifoseria che comincia a chiedere il suo esonero nonostante il secondo posto solitario a 37 punti, a soli -3 dal Milan. L’uscita dall’Europa è una macchia che peserà fino alla fine, a meno di non vincere lo scudetto.

Le quote comunque premiano parzialmente i nerazzurri, favoriti per la vittoria con 2.40, il 2 è dato a 2.80 e il pareggio a 3.45.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20