fbpx

Superbike, Montmelo: sorpresa Iker Lecuona in Superpole

Date:

Una fredda pista del Montmelo ci regala una Superpole della Superbike con qualche sorpresa. La prima è quella di Iker Lecuona, alla sua prima pole in carriera nel mondiale: una Honda non partiva al palo dal 2016! La seconda è che Jonathan Rea è l’unico dei big che raggiunge la prima fila, al termine di un turno decisamente strano. Alvaro Bautista e Toprak Razgatlioglu sono indietro. Oggi alle 14 prenderà il via gara 1, la prima delle tre corse in programma: vedremo altre sorprese?


Superbike, Montmelo: la giornata di prove libere in terra catalana


Superbike, Montmelo: come va la Superpole?

Bautista sembra abbastanza veloce da agguantare la pole nel primo turno, ma è il secondo a fare la differenza. Lo spagnolo di Ducati gira da solo, mentre Lecuona può contare sulla scia di Jonathan Rea. E la sfrutta alla grande, siglando così la sua prima superpole. Va detto che ieri il valenciano ha provato il time attack con le gomme SCQ, arrivando in qualifica con il feeling ottimale. In secondo luogo, la Fireblade qui si trova molto bene. Lecuona parte quindi dalla pole position, e avrà accanto due Kawasaki. Alex Lowes, anch’egli competitivo qui, precede il migliore dei big Rea. Bautista paga la mancanza di un riferimento in pista e deve accontentarsi della quinta casella, dietro ad un velocissimo Andrea Locatelli. Garrett Gerloff chiude la seconda fila. Dobbiamo scendere un’ulteriore linea per trovare Toprak Razgatlioglu: il turco è ottavo. Il campione del mondo resta un oggetto del mistero, con pochi giri alle spalle ed una Yamaha che non sembra ottimale nel setting. Ma lui giura di avere un buon passo…Axel Bassani è settimo, con Xavi Vierge e Michael Ruben Rinaldi a chiudere la top ten. Il riminese è protagonista di un’odissea: va dritto in curva 1 ad inizio turno, per l’improvviso bloccaggio della ruota posteriore. Per evitare le barriere cade e danneggia la sua Ducati. Rientra in pista a cinque minuti dalla fine, mettendo una pezza ad una giornata storta. Giornata grigia per la BMW, con Scott Redding solo 13esimo e Michael Van Den Mark addirittura 20esimo. Luca Bernardi e Roberto Tamburini chiudono la pattuglia italiana, in 17esima e 18esima casella rispettivamente.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
Riccardo Trullo
Aspirante giornalista sportivo e membro orgoglioso della famiglia Periodicodaily. La mia specialità è il motorsport, in particolare la MotoGP ed il panorama americano di NASCAR, IndyCar, IMSA. Non disdegno la F1, campionato che seguo da una vita. E già che ci sono, butto un occhio nel settore delle auto di serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Addio a Davide Rebellin, l’ex corridore muore travolto da un camion

È un giorno triste per il ciclismo che dice...

Cosa sono le Hypercar di Le Mans?

La gara di resistenza di 24 ore che si...

Logan Sargeant rivela la scelta del numero di F1

Nel 2014 la F1 ha modificato le regole relative...

DATE E AREA DI GARA CONFERMATE PER LA 37ª COPPA AMERICA

L'area di regata sia per la Challenger Selection Series...