Supercoppa Italiana volley femminile: non è stata ancora scelta la sede.

Il mondo della pallavolo italiana si sta riorganizzando dopo l’interruzione dell’attività agonistica causata dall’emergenza coronavirus. Il CdA della Lega femminile in questi giorni sta definendo innanzitutto la griglia delle squadre che prenderanno parte al prossimo campionato di Serie A1. Nel frattempo, al vaglio dei dirigenti c’è anche la questione della Supercoppa Italiana volley femminile che sarà il primo trofeo da assegnare per quanto concerne la nuova stagione 2020/2021. Al momento non è stata ancora scelta la città che dovrà ospitare l’evento.

Volley, sospesi definitivamente i campionati: resta in piedi l’ipotesi playoff

Il Foro Italico è ancora in lizza come probabile sede, mentre i vertici della Lega hanno smentito la candidatura di Perugia. In queste ultime ore, però, sono emerse due nuove ipotesi che i responsabili della pallavolo italiana stanno valutando attentamente. La Final Four, infatti, potrebbe giocarsi anche a Firenze o a Vicenza.

Volley femminile: Firenze o Vicenza potrebbero ospitare la Supercoppa Italiana.

Il capoluogo toscano potrebbe organizzare la competizione al Mandela Forum, mentre la città veneta metterebbe a disposizione il Pala Goldoni. In questa fase si sta cercando di valutare la soluzione migliore anche in termini di sicurezza legata alle norme da seguire per tutelare atlete e addetti ai lavori dai rischi di contagio da Covid-19. Probabilmente la sede ospitante della Supercoppa Italiana volley femminile verrà annunciata dopo la comunicazione relativa al numero di team partecipanti e alla formula del torneo.

Non solo Supercoppa Italiana volley femminile: le prime squadre ammesse in Serie A1

Nell’attesa di definire l’intera organizzazione e la sede della Supercoppa Italiana volley femminile, sono giunte le prime notizie importanti sul campionato di Serie A1 del 2020/2021. La Lega ha infatti diramato l’elenco delle prime società ammesse al torneo, e fin da subito ha fatto discutere un’esclusione eccellente. La Volalto 2.0 Caserta, infatti, non potrà prendere parte alla competizione.

Volley femminile: Volalto 2.0 Caserta esclusa dalla Serie A1.

I vertici del volley femminile italiano hanno diramato una nota ufficiale nella quale hanno dichiarato che non sono stati riscontrati «i requisiti che legittimano l’ammissione». Nel dettaglio, pare che il club campano non abbia ovviato alle liberatorie richieste, e inoltre ci sarebbero dei problemi legati al palazzetto e il blocco della FIVB alle operazioni di mercato da parte dei dirigenti del team. Tutte queste precarietà avrebbero provocato l’esclusione della Volalto 2.0 dalla lista delle partecipanti alla prossima Serie A1.

Il club di Caserta potrebbe presentare ricorso entro oggi, lunedì 27 luglio, ma le affermazioni del presidente sembrano andare nella direzione opposta. Nicola Turco ha detto che, in caso di appello al Giudice di Lega, la sua società lo vincerebbe di sicuro, ma nonostante ciò preferisce rinunciare, dicendosi stanco di fare guerre e chiosando con un lapidario: «Ce ne andiamo». A questo punto, se i rosanero casertani dovessero confermare la loro posizione, Trento potrebbe sperare nel ripescaggio.

Al momento l’elenco dei 12 team che prenderanno parte alla prossima Serie A1 di volley femminile è il seguente:

  • Imoco Volley Conegliano (TV)
  • UYBA Volley Busto Arsizio (VA)
  • AGIL Volley Novara
  • Pallavolo Scandicci Savino Del Bene (FI)
  • Pro Victoria Pallavolo Monza (MB)
  • VBC Pallavolo Rosa Casalmaggiore (CR)
  • Chieri ’76 Volleyball (TO)
  • Volley Bergamo
  • Azzurra Volley San Casciano (FI)
  • Cuneo Granda Volley
  • Volley Millenium Brescia
  • Wealth Planet Perugia Volley
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20