From https://vimeo.com/378590144

Ritorna il Supercross del 2020, che va di scena all’ AT&T Stadium di Arlington, a pochi passi da Dallas. Nella casa dei Dallas Cowboys, una delle squadre più iconiche dell’NFL, si svolge la seconda prova della Triple Crown, vero e proprio campionato nel campionato. Se volete sapere com’è andata la prima prova, andate a questo link.

450

Eli Tomac continua la sua marca trionfale in 450. La prima finale comincia male, con una partenza disastrosa che lo fa precipitare al tredicesimo posto dopo il primo giro. Ma l’asso Kawasaki non molla, e recupera fino ad una quinta piazza che si rivelerà preziosa per il conteggio dell’assoluta. Ken Roczen vince in scioltezza, davanti a Cooper Webb e Jason Anderson.

Ma mai sottovalutare Tomac. Nella seconda finale, infatti, Eli parte molto meglio, concedendo giusto l’holeshot a Blake Baggett. Ma ci mette un attimo a passarlo ed dominare. Roczen, invece, rimane intrappolato nelle retrovie. Dopo il primo giro è decimo e non riesce a risalire la china. Concluderà settimo grazie anche alle cadute di chi gli sta davanti. Tra queste c’è quella di Cooper Webb che atterra cortissimo in un salto e viene catapultato dalla sua KTM fuori dalla pista. Il campione in carica atterra di schiena, con un botto tremendo. Serata finita per lui, ma fortunatamente non ha riportato infortuni seri: dall’ultimo aggiornamento, risulta solo un grosso ematoma.

La terza finale regala spettacolo a non finire. Zach Osborne parte davanti a tutti, ma subito dietro troviamo Anderson, Roczen e Tomac. Tutti questi tre piloti possono vincere l’assoluta. Anderson non riesce a superare il compagno di team, mentre Tomac non ci pensa due volte ad attaccare Ken. Il tedesco subisce l’attacco ma risponde alla curva dopo, ma Eli ci riprova al giro successivo, e per Roczen il colpo è troppo forte per poter rispondere. Tomac poi passa i due piloti Husqvarna, ipotecando così la vittoria assoluta. Anderson, invece, cade a due minuti dalla fine, riuscendo comunque a conquistare il secondo podio stagionale.

Justin Barcia è autore di tre manche molto regolari e senza sbavature, e viene ricompensato con una quarta posizione nella overall. Molto bene anche Malcolm Stewart, sempre veloce è combattivo. L’ex campione 250 East è settimo, dietro al compagno di squadra Justin Hill. Il pilota di Yoncalla non ha avuto una serata facile, autore di ben tre cadute. Due scivolate anche per Blake Baggett, autore di un 2020 finora deludente.

Da segnalare, infine, la defezione di Adam Cianciarulo, caduto durante le qualifiche e finito in ospedale con una clavicola fratturata. Per il rookie della Kawasaki si prospetta un lungo stop.

250

La gara di Arlington è la seconda prova del Supercross 2020 della 250 East Coast. Come la classe maggiore, anche la minima cilindrata offre uno spettacolo degno di una Triple Crown. La prima manche vede una gran battaglia a suon di block-pass, con diversi colpi di scena. RJ Hampshire vince la sua prima finale in carriera, dopo aver…atterrato il campione in carica Chase Sexton. Shane McElrath è terzo dopo una rimonta…alla Tomac, precedendo un Jordon Smith anche lui atterrato da un block-pass, ad opera di Sexton.

View this post on Instagram

😳 #SupercrossLIVE

A post shared by Supercross LIVE! (@supercrosslive) on

Sexton e McElrath si contendono le due manche successive. Al pilota Honda va la seconda, dominata dall’inizio alla fine, mentre l’alfiere Yamaha si aggiudica la terza. Punteggio alla mano, Chase conquista l’assoluta, che gli vale la prima vittoria del 2020. Hampshire completa il podio, a dispetto di una seconda frazione complicata che lo ha visto solo sesto. E’ invece andato tutto storto a Jordon Smith, che nelle due gare finali è caduto almeno tre volte: in una di esse ha coinvolto l’incolpevole Jace Owen, senza conseguenze fisiche per entrambi.

Info e classifiche: https://results.amasupercross.com/

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.