supercross honda

Il Supercross di Atlanta ha aperto la prima delle tre gare in programma con una bella sorpresa da parte di Honda. Alla sua prima stagione nella 450, Chase Sexton conquista il suo primo podio in carriera, con un secondo posto da incorniciare. Dall’altro lato del box, abbiamo un Ken Roczen che ha vissuto una delle sue peggiori gare della stagione. Finito delle retrovie, il pilota di Mattstedt si è lanciato in una rimonta pazzesca, conclusasi con un nono posto. Ora è distante 22 punti dal leader di campionato Cooper Webb, a quattro prove dalla conclusione.


Supercross 2021, Atlanta 1: la gara delle sorprese


Supercross, com’è andata la gara delle Honda ad Atlanta?

Per la prima volta nella storia, l’Atlanta Motor Speedway ha ospitato una gara del Supercross, con una pista appositamente allestita nell’infield. Purtroppo, la pioggia ha in parte rovinato la festa, cancellando le qualifiche e riducendo la distanza di gara della 450 a 18 minuti più un giro. Al cancelletto, Sexton ha azzeccato la partenza, trovandosi subito a battagliare con i migliori. Al decimo minuto di gara ha lottato con Cooper Webb per la prima posizione, per poi superarlo con una bella manovra nelle whoops. Chase ha tenuto la testa fino alla bandiera bianca, quando un’incomprensione con un doppiato lo porta a farsi superare da Eli Tomac, primo alla bandiera a scacchi. Poco male per il numero 23, che con il secondo posto si è goduto la gioia del podio.

Tutt’altra storia è stata la gara di Ken Roczen. Il numero 94, in piena lotta per il titolo, è rimasto coinvolto in un carambola che ha provocato la caduta di Justin Barcia. Ritrovatosi nelle retrovie, Ken si è lanciato in una rimonta rabbiosa, ma la conformazione del tracciato non ha agevolato i suoi sorpassi. Al traguardo, Roczen ha dovuto accontentarsi della nona posizione. Martedì si ritorna ad Atlanta per il secondo round: per Ken sarà l’occasione giusta per la rivincita.

La gara delle Honda nella 250

Ad Atlanta 1 ha corso la classe 250 West Coast. Hunter Lawrence è in piena lotta per il campionato regionale, ma la sua gara non è stata delle migliori. Dopo un inizio brillante, con una netta vittoria nella Heat 1, nel main event il giovane australiano è caduto nelle prime curve, perdendo molto terreno. Lanciatosi in una rimonta furibonda, Lawrence ha tagliato il traguardo in settima piazza, nel giorno della consacrazione del rookie Nate Thresher. A salvare l’onore della Honda nella piccola cilindrata sono stati i privati, autori di buonissimi risultati. Kyle Peters, veterano della categoria, ha portato la sua CRF250R del Phoenix Racing in quinta posizione, subito davanti alla moto gemella del Muc-Off Racing, condotta abilmente da Mitchell Harrison.

Immagine in evidenza di Honda Racing Corporation, per gentile concessione

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20