supercross salt lake 2

Il Supercross 2021 è in azione a Salt Lake City per l’appuntamento numero 2. È il finale di stagione, la corsa che decide il destino iridato nelle due classi. Cooper Webb batte Ken Roczen e si aggiudica, per la seconda volta in carriera, il titolo della 450. La 250 affronta lo Showdown, in cui le coste Est e Ovest gareggiano insieme per decretare il campione nazionale. Inoltre, le questioni iridate di ambo le parti sono ancora aperte, e restano da incoronare i vincitori. Questo e altro nell’articolo di oggi. A proposito, congratulazioni, Cooper!


Supercross: Musquin primo a Salt Lake, campionato (quasi) chiuso


Supercross, Salt Lake 2: Webb come diventa campione?

Con 22 punti di vantaggio, a Webb basta semplicemente arrivare in fondo per festeggiare il bis iridato. Tuttavia, il leader parte per vincere, e centra una buona partenza. Ken Roczen azzecca uno start migliore: a differenza di Webb, il 94 è obbligato al successo (e deve sperare in uno zero del rivale). Ken prova a scappare via, ma Cooper lo tallona. Questi inizia a stuzzicarlo, conscio del fatto che prima o poi cederà. Nel frattempo, nella lotta s’inserisce di prepotenza Chase Sexton, il quale svernicia Webb nelle whoops e si mette a duellare con il compagno di team. Niente ordini di scuderia in casa Honda.

Dopo 11 minuti, la svolta. Webb infila Roczen con un block-pass, facendo perdere terreno al tedesco. Ne approfitta Marvin Musquin, che nel frattempo ha passato Sexton. La gara finisce con una doppietta KTM, che vale il titolo a Cooper. Roczen sprofonda in un vero incubo sportivo: destabilizzato dall’attacco di Webb, inizia a commettere errori su errori che lo faranno precipitare in decima posizione. È subito dietro all’altro grande deluso di questa stagione, Eli Tomac. L’alfiere Kawasaki sbaglia l’ennesima partenza e non risale più la china, chiudendo al nono posto un’annata da dimenticare. Meno male che tra poco comincia il National…

Lo Showdown della 250

Le coste Est e Ovest della 250 si riuniscono per lo Showdown, con entrambi i titoli ancora in ballo. Colt Nichols è il primatista delle fasi iniziali della corsa, con in mente il titolo della East da conquistare. Stesso discorso per Justin Cooper, che però opta per una strategia conservativa al fine di non rischiare il titolo West. Per avere spettacolo dobbiamo rivolgerci a qualcun altro, e quel qualcuno è Jett Lawrence. L’australiano di casa Honda manda il pubblico in visibilio con grandi sorpassi ed una guida al limite. Partito così così, l’ufficiale HRC insegue Nichols e lo sorpassa a 5 minuti dal termine, portandosi a casa la vittoria (ed il titolo “nazionale”). La battaglia vera è per la terza posizione, che vede contrapposti Hunter Lawrence, Seth Hammaker e Cameron McAdoo. Il trio da spettacolo, ma alla fine è Hunter a spuntarla, con un bel sorpasso su McAdoo a due giri dal termine. I fratelli Lawrence sono sul podio!

Con il secondo posto assoluto, Colt Nichols è campione Supercross 250 East Coast. Il titolo West va invece a Justin Cooper, il quale taglia il traguardo di Salt Lake City in nona posizione. Arrivederci al 2022.


Risultati e classifiche


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20