L’Uefa e la Premiere League sono sul piede di guerra contro i dodici club Europei che hanno deciso di aderire alla nuova Superlega Europea. Queste squadre storiche si separerebbero dalle attuali competizioni della Uefa scatenando una rivoluzione calcistica non indifferente. Ci sono anche due squadre Italiane nella lista dei “ribelli” e il progetto sembra destinato a concretizzarsi.


Superlega: esplodono i commenti su Twitter


Superlega Europea: chi sono le dodici squadre?

Le sei squadre che parteciperanno sono: Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester United e Tottenham fanno parte del gruppo. Inoltre sono coinvolti anche Atletico Madrid, Barcellona e Real Madrid della Liga, Milan, Inter e Juventus di Serie A. La Uefa ha detto che utilizzerà “tutte le misure possibili per fermare il progetto cinico”. Le figure di spicco dell’organo di Governo del calcio europeo sono furiose per la proposta. Nessuno dei club coinvolti ha ancora commentato, ma si pensa che una dichiarazione sarà probabilmente rilasciata a breve.

Uefa: nuova Champions League

La Uefa sperava di anticipare i piani con una nuova Champions League a 36 squadre che verrà confermata domani 19 Aprile 2021. Oggi l’organo di governo europeo ha rilasciato una dichiarazione congiunta insieme alla Federcalcio inglese, alla Premier League, alla Federcalcio spagnola (RFEF), alla Liga, alla Federcalcio italiana (FIGC) e alla Serie A. Hanno detto che “rimarranno uniti” nel tentativo di fermare la fuga, ricorrendo se necessario a misure sia giudiziarie che sportive.

Hanno anche ribadito la posizione della Fifa secondo cui i giocatori che prendono parte alla Super League sarebbero banditi da tutte le altre competizioni a livello Nazionale, Europeo o Mondiale e potrebbero essere impediti di rappresentare le loro squadre nazionali. In una dichiarazione separata la Premier League ha dichiarato di condannare la proposta in quanto “attacca i principi della competizione aperta e del merito sportivo che sono al centro” del calcio nazionale ed europeo.

Superlega Europea: la critica al progetto

Anche il governo britannico ha criticato i piani con il segretario alla Cultura Oliver Dowden che ha dichiarato in una dichiarazione “siamo preoccupati che questo piano possa creare un negozio chiuso al vertice del nostro gioco nazionale”. Ha aggiunto: “Abbiamo una piramide calcistica in cui i fondi della Premier League di successo mondiale fluiscono lungo i campionati e nelle comunità locali. “Sarei amaramente deluso nel vedere qualsiasi azione che distrugga tutto ciò.”

Superlega Europea: comprometterà il Calcio?

Il proprietario della Juventus Andrea Agnelli, il vicepresidente esecutivo del Manchester United Ed Woodward e l’amministratore delegato dell’AC Milan Ivan Gazidis avrebbero tutti avuto un contributo significativo nelle discussioni della Champions League venerdì. Tuttavia, quei club sono tra quelli che hanno rotto i ranghi per la furia dell’Uefa il cui Presidente Aleksander Ceferin voleva scongiurare la minaccia della Super League. La Premier League ha detto che una Super League europea “distruggerebbe” il sogno dei tifosi che “la loro squadra possa scalare la vetta e giocare contro i migliori”. Ha aggiunto che un campionato del genere “minerebbe l’appeal dell’intero gioco” e che avrebbero collaborato con la FA, la Football League inglese, la Professional Footballers ‘Association (PFA), la League Managers Association (LMA) e i tifosi per “difendere l’integrità e prospettive future del calcio inglese”.

Bundesliga: contraria alla Superlega

La FA ha detto che “non fornirà il permesso a nessuna competizione che potrebbe danneggiare il calcio inglese” e “intraprenderà qualsiasi azione legale e normativa necessaria per fermarla”. Le squadre della Bundesliga sono contrarie ai piani perché il modello tedesco significa che gli investitori commerciali non possono avere più del 49 percento di partecipazione nei club quindi gli investitori detengono la maggioranza dei propri diritti di voto. Resta inteso che la squadra francese della Ligue 1 Paris St-Germain non fa parte del gruppo.

La Uefa ha detto di aver ringraziato “quei club di altri paesi in particolare i club francese e tedesco, che hanno rifiutato di iscriversi” al campionato separatista. “Chiediamo a tutti gli amanti del calcio, tifosi e politici, di unirsi a noi nella lotta contro un progetto del genere se dovesse essere annunciato” hanno aggiunto. “Questo persistente interesse personale di pochi è andato avanti per troppo tempo. Basta è abbastanza. “Non è chiaro quando inizierà la Super League europea”.

Fifa: cosa ha detto sulla Superlega

Tuttavia, l’organo di governo mondiale Fifa ha già detto che non riconoscerà una competizione del genere e che a tutti i giocatori coinvolti verrà negata la possibilità di giocare a una Coppa del Mondo. La Serie A ha convocato una riunione di emergenza del consiglio per discutere la questione. La Football Supporters ‘Association ha detto di essere “totalmente contraria” ai piani, che a suo avviso erano “motivati ​​da nient’altro che cinica avidità”. Hanno aggiunto: “Questa competizione è stata creata alle nostre spalle da proprietari di club miliardari che non hanno alcun rispetto per le tradizioni del gioco e continuano a trattare il calcio come il loro feudo personale”.

Superlega: cosa ha detto Pfa

La PFA ha affermato di avere “preoccupazioni sostanziali” sulla proposta, aggiungendo che “sminuirebbe la forza e la gioia del calcio nazionale e diminuirebbe il gioco per la stragrande maggioranza dei tifosi in tutto il continente”. Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato di “accogliere con favore la posizione dei club francesi di rifiutarsi di partecipare” a una Super League europea “che minaccia il principio di solidarietà e merito sportivo”.

Una dichiarazione della presidenza francese ha aggiunto: “Lo stato francese sosterrà tutti i passi compiuti dalla LFP [l’organo di governo delle leghe professionistiche francesi], FFF [federazione calcistica francese], Uefa e Fifa per proteggere l’integrità delle competizioni federali, nazionali o Europeo”. È stato concordato che il nuovo look della Champions League coinvolgerà una fase iniziale in cui ogni club giocherà 10 partite ciascuna anziché l’attuale fase a gironi. Inoltre ci sarebbero gli spareggi, seguiti da una fase a eliminazione diretta.

Superlega Europea: un progetto ostentato da tutti

L’ex capitano del Manchester United Gary Neville si è detto “assolutamente disgustato” dai piani. “Sono un tifoso del Manchester United e lo sono da 40 anni” ha detto a Sky Sports Neville, che è anche co-proprietario del Salford City, club della League Two. “È una vergogna assoluta. “Onestamente, dobbiamo riprendere il potere in questo paese dai club in cima a questo campionato e questo include il mio club”. L’ex difensore dell’Inghilterra ha detto che i sei club inglesi coinvolti dovrebbero ricevere punti e multati. “È pura avidità”, ha detto Neville. “Sono [i proprietari del club] impostori.

“Non hanno niente a che fare con il calcio in questo paese. Ci sono 100 anni di storia dispari in questo paese di tifosi che hanno vissuto e amato questi club. “Siamo nel bel mezzo di una pandemia e di una crisi economica. Le squadre di calcio della National League (semiprofessionale) stanno fallendo, licenziando giocatori e questi stanno avendo Zoom chiamate per staccarsi. “Domani annulla tutti i punti. Mettili in fondo alla classifica e togli loro i soldi. Sul serio. Devi fare questo”.

Superlega: le varie problematiche

L’aspetto più controverso delle proposte riguarda l’assegnazione dei quattro posti aggiuntivi, con due riservati ai club classificati più in alto nella classifica del coefficiente Uefa che non riescono a qualificarsi per la Champions League attraverso la loro competizione nazionale, ma si assicurano una sorta di Calcio europeo. Al momento Liverpool e Chelsea sarebbero le squadre che hanno beneficiato di quel sistema se fosse in vigore in questa stagione.

Pagina Twitter Uefa: https://twitter.com/UEFAcom_it?ref_src=twsrc%5Egoogle%7Ctwcamp%5Eserp%7Ctwgr%5Eauthor

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20