Non si è ancora spento l’eco del terremoto Superlega. In un intervista rilasciata all’ Associated Press, il Presidente dell’Uefa, Alexander Ceferin, ha tuonato nuovamente contro i club che avevano aderito al progetto, in particolare Juve, Real Madrid e Barcellona, minacciando la loro esclusione dalla prossima Champions League.

Terremoto Superlega: ci saranno sanzioni?

Al momento l’Uefa non ha preso provvedimenti contro i club che non hanno abbandonato il progetto della Superlega, ma presto potrebbe cambiare idea, come confermato dal Presidente, Alexander Ceferin, che ha puntato il dito soprattutto contro Juventus, Barcellona e Real Madrid: “Tutti devono assumersi delle conseguenze per quello che hanno fatto e non possiamo fingere che non sia successo niete. Non puoi fare una cosa del genere e dire semplicemente: “Sono stato punito perché tutti mi odiano”. I problemi se li sono creati da soli. Ma per me c’è una grande differenza tra le sei società inglesi e e le altre: hanno abbandonato per primi e hanno ammesso l’errire. Devi avere una certezza per dire: ‘Mi sbagliavo’. Per me esistono tre gruppi in questa situazione: le sei squadre inglesi, poi le altre (Atletico Madrid, Inter e Milan) e infine quelle che pensano che la terra sia piatta e sperano ancora nella Superlega. E tra queste e le altre c’è una bella differenza. Tutti in qualche modo saranno ritenuti responsabili”.

Poi prosegue: “Le nostre competizioni saranno fantastiche anche senza di loro. È chiaro che i club dovranno decidere se se sono un club di Superlega o se sono un club europeo. Nel primo caso ovviamente non giocheranno in Champions League. Se sono pronti a farlo, possono giocare nella loro competizione . Stiamo ancora aspettando la perizia legale e poi diremo”.

Ceferin ha risposto alla Super Lega attaccando duramente i partecipanti

Flop della Superlega: Andrea Agnelli non si arrendeFlop della Superlega: Andrea Agnelli non si arrende

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20