Caleb Ewan
Doppietta per l'australiano

L’australiano della Lotto Soudal domina la volata di Nimes, battendo Viviani e Groenewegen. Quarto Sagan, quinto Niccolò Bonifazi

16° Tappa Nimes-Nimes (177 km)


Caleb Ewan fa doppietta. L’australiano della Lotto Soudal vince facilmente la volata di Nimes, precedendo in volata Elia Viviani e Dylan Groenewegen. Fuori dal podio Peter Sagan. Ottimo quinto posto per Niccoò Bonifazi

Vista la grande probabilità di un arrivo in volata, a tentare la fuga sono sopratutto corridori di seconda fascia. Si forma quindi un quintetto in testa, composto da Rossetto, Wisniowski, Ourselin, Lars Bak e Gougerard. Il loro vantaggio sale in fretta intorno ai 3′, poi intervengono le formazioni dei velocisti, Jumbo e Deceuninck in primis

Vari problemi meccanici e cadute interessano alcuni corridori nel gruppo maglia gialla. Finisce a terra anche Geraint Thomas, che riparte senza problemi. Lars Bak passa per primo al traguardo volante di Vallerargues, replicando poi anche sulla Cote de Saint Jean du Pin

Il Team Jumbo Visma aumenta il ritmo, e il forte vento laterale crea nervosismo nel gruppo, tanto che ai 60 dall’arrivo il vantaggio del quintetto al comando scende sotto i 50”. Tutti i big si portano in testa al gruppo, per il timore di finire vittima di un ventaglio, ma quando il vento diminuisce anche il gruppo rallenta il ritmo

Ma la sorpresa della giornata arriva ai 30 dall’arrivo, con una caduta che coinvolge diversi corridori, tra cui Jakob Fulgsang. Tutta l’Astana si ferma per aiutare il proprio capitano, che resta fermo per diversi secondi. Il danese è cosciente, ma visibilmente stordito, tanto che dopo qualche minuto decide di salire sull’ammiraglia, ritirandosi dal Tour

Sempre 5 corridori in testa, ma il loro vantaggio è sceso a 40”, con i Jumbo Visma che si incaricano in prima persona dell’inseguimento. Ma nel finale anche i fuggitivi aumentano l’andatura, e il ricongiungimento che sembrava scontato, diviene più difficile, visto anche che ai 15 km da Nimes i battistrada conservano 40”

Perde contatto Enric Mas, a dimostrazione che le condizioni fisiche del basco sono ancor precarie. Si stacca anche Maxime Monfort, dopo un’intera giornata in testa al gruppo a lavorare per il proprio capitano, Caleb Ewan. Forte accelerazione del gruppo intorno ai -10 di Asgreen, che dimezza il distacco dai primi 5

La Jumbo di Groenewegen e la Deceuninck di Viviani organizzano la volata, mentre risalgono posizioni anche i SunWeb di Matthews. Alle loro spalle i Bahrain Merida di Colbrelli e i Lotto di Ewan. Resistono in testa Rossetto, Wisniowski, Ourselin, Lars Bak e Gougerard, ma il loro destino sembra segnato

Il gruppo maglia gialla si avvicina, ma ancora ai 3 dall’arrivo i 5 in testa mantengono 10” di vantaggio. Il forcing della Deceuninck permette al plotone di chiudere il gap ai 2000 m dalla conclusione. Sarà dunque volata a Nimes, mentre Nairo Quintana ha perso le ruote del gruppo

A lanciare la volata sono i Jumbo Visma, che portano avanti Groenewegen. Il primo a partire è Elia Viviani, ma Caleb Ewan lo rimonta e va a fare doppietta al Tour de France 2019. Secondo posto per il veronese, terzo Groenewegen

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.