Tour de France 2019
Presentazione Ventunesima Tappa

Primo arrivo in salita per il Tour de France 2019. 6 gran premi della montagna anticiperanno l’ascesa finale alla Planche des Belle Filles

6° Tappa Mulhouse-Planche des Belle Filles (160,5 km)

TAPPA 6: MULHOUSE-LA PLANCHE DES BELLE FILLES

Il Tour de France 2019 arriva al suo primo vero snodo fondamentale. La sesta tappa, Mulhouse-La Planche des Belle Filles, offrirà ai corridori il primo vero arrivo in salita di quest’edizione 106 della Grand Boucle. Nel mezzo, 6 GPM, 3 dei quali di 1° categoria

Si comincia in pianura, con i corridori che affronteranno dopo 30 km il traguardo volante di Linthal. Non ci sarà tempo di rifiatare, perché lo sprint è posizionato sulle pendici del Markstein, primo GPM di giornata, 11 km al 5%. Allo scollinamento la strada continua a salire, con un GPM di 3° categoria posto qualche chilometro più in la rispetto al 1°

In cima al Grand Ballon (1,3 km al 9%), il gruppo si sarà già ridotto notevolmente di numero. Dopo una lunga discesa (17 km), la strada torna a salire per il GPM del Col du Hundsruck (5 km al 7%). Giunti a metà tappa, i ciclisti potranno rifiatare per qualche chilometro, prima di attaccare il Ballon d’Alsace (11 km al 6%), GPM di 1° categoria

Al termine di quest’altra salita, mancheranno 55 km al traguardo. Il Col des Croix (3 km al 6%) non dovrebbe creare problemi ai corridori. Diverso il discorso per il Col des Chevreres (4 km al 10%), perfetto tramplino di lancio per un’azione da lontano.

Al termine della successiva discesa, la corsa affronterà la salita finale della Planche des Belle Filles (1° categoria, 7 km al 9%), al termine della quale la classifica generale sarà totalmente rivoluzionata

I favoriti

EGAN BERNAL

EGAN BERNAL: Il colombiano del Team Ineos è tra i big quello posizionato meglio in classifica, avendo guadagnato 5” su tutti gli altri uomini di classifica, tra i quali il compagno Geraint Thomas. Le caratteristiche della salita finale sono perfette per Bernal, che è il grande favorito di giornata

GERAINT THOMAS

GERAINT THOMAS: Il britannico, campione in carica, è l’altro nome forte per il successo di tappa. Senza Christopher Froome, i gradi di capitano saranno tutti per lui, anche se Egan Bernal scalpita, e difficilmente si metterà al servizio di Thomas

JULIAN ALAPHILIPPE

JULIAN ALAPHILIPPE: In maglia gialla da due giorni, il francese della Deceuninck ha tutte le carte in regola per fare bene sulla Planche des Belle Filles, con la reale possibilità di mantenere ancora sulle sue spalle il vessillo del primato alla Grand Boucle

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.