Tour de France 2019
Presentazione Ventunesima Tappa

Inizia un trittico di tappe di montagna, che deciderà l’esito del Tour de France 2019. La 17esima frazione sembra adatta alle fughe

17° Tappa Pont du Gard-Gap (200 km)

TAPPA 17: PONT DU GARD-GAP

Dopo la volata di Nimes, il Tour de France 2019 torna a percorrere le montagne, con una tre giorni che si preannuncia decisiva per le sorti della classifica generale della Grand Boucle. Si comincia con la Pont du Gard-Gap, tappa lunga (200 km) e perfetta per le fughe da lontano

E la lunghezza non è l’unico fattore che potrà indurre diversi corridori a tentare la sorte. L’altimetria, dopo un tratto iniziale pianeggiante, presenta diversi chilometri di salite, e negli ultimi 100 km la strada non scende mai sotto i 700 m.s.l

Si parte da Pont du Gard, città famosa per l’acquedotto romano, e dopo un primo tratto in falsopiano, la strada spiana. Il tratto pianeggiante che va da Roquemaure a Rasteau, anticiperà il traguardo volante di Vaison la Romaine

Al termine dello sprint, la strada inizierà a salire in maniera costante, fino all’attacco della Cote de la Rochette de Buis (2,5 km al 6%). Da questo punto in avanti il percorso tornerà a farsi meno selettivo, e per 70 km, tra La Malautiere e Les Tancs, la strada sarà in costante discesa

Ultimi 15 km caratterizzate dalla salita del Col de la Sentinelle (5 km al 5%), che servirà da trampolino di lancio per eventuali azioni da lontano. 10 km finali in discesa, fino al traguardo di Gap

I favoriti

PETER SAGAN

PETER SAGAN: Nuova occasione per il campione slovacco (e maglia verde in carica) di mettere il suo nome nell’albo d’oro di questo Tour de France 2019. Nonostante non sia il più veloce tra gli sprinter, il percorso selettivo potrebbe eliminare dalla lotta per la vittoria i velocisti più puri, lasciando campo libero all’ex Liquigas

GREG VAN AVERMAET

GREG VAN AVERMAET: Tour de France interlocutorio per il capitano del Team CCC. Dopo le prime tappe, passate in fuga e con la maglia a pois sulle spalle per un giorno, il belga è rimasto tagliato fuori dalla lotta per la vittoria. La 17esima frazione rappresenta per Van Avermaet l’ultima occasione per vincere una tappa a questo Tour

MICHAEL MATTHEWS

MICHAEL MATTHEWS: Andato spesso vicino alla vittoria, l’australiano del Team SunWeb è uno dei pochi velocisti ad essere arrivato alla fase finale di questo Tour. Tagliato fuori per la lotta della maglia verde, il nativo di Canberra proverà oggi a scrivere il suo nome tra quello dei vincitori del Tour 106

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.