Il 26 Giugno inizierà il Tour de France-2021 che percorrerà 21 tappe in giro per la Francia. Attualmente il Tour de Suisse è ancora in corso e anche il Tour of Slovenia. Come per il Giro D’Italia 2021 che ha appassionato il pubblico anche il Tour de France vuole ritrovare il suo fascino dopo l’epidemia mondiale che ha fermato tutto lo sport in generale. Vi sveleremo le curiosità, le tappe e i premi in palio.


Richard Carapaz: vince la 5 tappa del Tour de Suisse


Tour de France-2021: le tappe saranno iconiche

Tre arrivi in ​​vetta, sette probabili arrivi in ​​volata e due cronometro in solitaria rendono il percorso del Tour de France 2021 più tradizionale. Infatti ci saranno meno cronometri e maggiore quantità di chilometri a cronometro. Sarà un percorso simile al 2013 o 2016. Tutti i grandi tour sono carichi delle tappe passate, ma questo Tour lo è particolarmente. La più affascinante sarà la corsa dentro e fuori le Alpi prima di una dura settimana finale che trascorre la maggior parte del tempo nei Pirenei e si conclude con una cronometro nei vigneti di Bordeaux. Ma andiamo a conoscere nel dettaglio le tappe.

Tour de France-2021: Tappa 1 del 26 Giugno

Una tappa molto seducente nella Bretagna con grandi città e coste selvagge. È fatto per i corridori incisivi con un finale in salita di 3 km che è stretto e ripido all’inizio e apre la lotta dei contendenti e velocisti atletici ai contendenti generali con un sacco di corridori incisivi nel mezzo, che potrebbero inseguire il principe di questa gara, un certo Mathieu van der Poel.

Tappa 2: 27 Giugno

Un’altra giornata collinare in Bretagna con arrivo in salita, questa volta a Mûr-de-Bretagne, tappa fissa del Tour negli ultimi anni. Non è un giorno di classifica generale, ma l’ultima volta che il Tour è stato visitato c’erano delle divisioni tra i contendenti ei primi 50 corridori erano distribuiti su un minuto, quindi sarà un finale frenetico.

Tappa 3: 28 Giugno

Una per i velocisti ma questo non è un percorso da percorrere sempre in velocità perché è pieno di strade tortuose e strette.

Tappa 4: 29 Giugno

Un’altra tappa solo per i velocisti, anche se gli altri corridori potranno dire la loro se sfruttano lo sprint finale.

Tappa 5: 30 Giugno

Il Tour ha una regola non ufficiale per la progettazione del percorso in questi giorni: non più di due tappe sprint di fila altrimenti resta noioso. Quindi cosa fare quando si attraversa una parte pianeggiante della Francia? Avere un TT. Questo è un grande giorno per la classifica generale. Definirlo un percorso difficile è eccessivo ma il percorso è il più collinare possibile visto il terreno pianeggiante.

Tappa 6: 1 Luglio

Un’altra per i velocisti su terreno pianeggiante fino alla cittadina di Châteauroux. L’attore Gérard Depardieu è nato qui e Mark Cavendish ha fatto la sua prima tappa del Tour de France qui nel 2008 e ha vinto di nuovo quando la corsa è tornata nel 2011.

Tappa 7: 2 Luglio

La tappa più lunga della corsa e un finale difficile attraverso il Morvan, una piccola catena montuosa, con il Signal d’Uchon come punto focale, una salita dura dopo 220 km.

Tappa 8: 3 Luglio

La prima tappa alpina e c’è molto da fare in 150 km. Salita fuori dalle montagne del Giura attraverso le colline pedemontane e poi una “nuova” salita attraverso le Gorges du Bronze etichettata Mont-Saxonnex che è più difficile di quanto suggerito. Poi dritto nella ripida combo Romme-Colombière prima di una veloce discesa fino al traguardo.

Tappa 9: 4 Luglio

Ricordate il Tour de France 2019 e le frane che hanno bloccato le strade per le ultime due tappe di montagna? Questa tappa fa ammenda, attraversando dove la gara non avrebbe potuto. Questo tratto di 145 km è una tappa alpina panoramica in cui le etichette della competizione sulle montagne non raccontano la storia, il Roselend è molto più difficile del Domancy, il Col du Pré è difficile ma sicuramente non è difficile da HC? La salita finale è gran parte del Col de l’Iseran prima di poi una svolta per Tignes, un lungo e graduale trascinamento fino a un arrivo in alta quota che soddisferà squadre più forti piuttosto che solitari.

Tappa 10: 6 Luglio

Il Tour lascia le Alpi per il sollievo dei velocisti che dovrebbero ottenere la loro ricompensa a Valence.

Tappa 11: 7 Luglio

La doppietta del Ventoux con la montagna salita due volte, prima dal lato più dolce via Sault, e una pratica lungo la discesa in stile Cresta Run a Malaucène, poi il percorso tradizionale da Bédoin prima della discesa di nuovo a Malaucène.

Tappa 12: 8 Luglio

Un inizio a Saint-Paul-Trois-Châteaux che suona affascinante, evoca immagini di un centro storico con tre castelli ed è carino… ma i panorami locali possono essere dominati non dai castelli ma dalle gigantesche torri di raffreddamento di la centrale nucleare. Una probabile tappa sprint con i soliti avvertimenti se soffiano i venti di traverso. Fai attenzione alla salita non segnalata dalla gola della valle di Gordon a 10 km da percorrere.

Tappa 13: 9 Luglio

Un’altra tappa sprint con le stesse avvertenze sui venti di traverso prima dell’arrivo a Carcassonne, la cittadina famosa per i suoi bastioni in stile medievale.

Tappa 14: 10 Luglio

Se dovessimo scegliere una tappa da percorrere come turista, sarebbe per lo scenario e il divertimento del percorso in un angolo della Francia che il Tour non usa abbastanza. Dal punto di vista della gara è un grande giorno per la fuga.

Tappa 15: 11 Luglio

Una visita ad Andorra attraverso alcune grandi e lunghe salite prima della netta salita del Col de Beixalis, un punto fermo della Vuelta negli ultimi anni, e una discesa verso il basso. C’è un giorno di riposo ad Andorra.

Tappa 16: 13 Luglio

Fuori da Andorra ma piuttosto che in salita è una discesa libera per risparmiare a chi ha sbagliato il giorno di riposo (pensate ad Anquetil nel 1964 e alla storia della sangria-méchoui). Ci sono tre passaggi difficili, le percentuali medie non sembrano dure ma sono lusingate e appiattite da partenze dolci ad ogni salita. C’è una salita in ritardo a 8 km dal traguardo ma è più rampa che muro.

Tappa 17: 14 Luglio

Una corsa attraverso la pianura prima di scontrarsi con il Peyresourde, un grande viale di salita e una veloce discesa nella tortuosa salita della Val Louron-Azet e una discesa ancora più tortuosa. Poi arriva il “nuovo” Col du Portet, la parte superiore è stata asfaltata nel 2018 giusto in tempo per la visita del Tour de France, un giorno in cui Nairo Quintana ha vinto e Chris Froome ha rotto. Ora è il passo asfaltato più alto dei Pirenei francesi e una salita molto dura.

Tappa 18: 15 Luglio

Breve distanza, grande dislivello con il Tourmalet e poi l’arrivo in vetta del Luz Ardiden, un grande giorno per la competizione in montagna.

Tappa 19: 16 Luglio

Una tappa sprint, in passato la corsa sarebbe andata nella vicina città di Bordeaux ma il municipio è meno entusiasta del Tour, così Libourne si fa pubblicità.

Tappa 20: 17 Luglio

Una cronometro con un percorso che sembra una carta dei vini, questo percorso di 30 km attraversa molti famosi vigneti e castelli.

Tappa 21: 18 Luglio

La consueta parata di 60 km che si trasforma in criterium di 60 km e l’arrivo sugli Champs Elysées. Alcuni motociclisti avranno fretta perché c’è un volo in attesa all’aeroporto Charles de Gaulle per portarli a Tokyo.

Tour de France-2021: le maglie

  • Gialle : la più famosa, la maillot jaune, viene assegnata al corridore con il minor tempo complessivo per tutte le tappe sommate, il corridore che ha percorso il percorso più velocemente di chiunque altro. Premiato per la prima volta nel 1919, è giallo perché la gara è stata organizzata dal quotidiano L’Auto che è stato stampato su carta gialla. Oggi è sponsorizzato da LCL, una banca. Sono previsti bonus di tempo di 10-6-4 secondi per la fine di ogni tappa eccetto le prove a cronometro. Ci sono anche 8-5-2 secondi agli sprint bonus contrassegnati con “B” sui profili sopra, in genere in cima a vari passi di montagna.
  • Verde : la maglia a punti, che tende a premiare i velocisti. I punti vengono assegnati al traguardo e in un punto intermedio della tappa e il corridore con il maggior numero di punti indossa la maglia. È sponsorizzato da Skoda, una casa automobilistica
  • Palchi piatti (Fasi 1,2,3,4,6,10,12,13,19,21) 50-30-20-18-16-14-12-10-8-7-6-5-4- 3 e 2 punti per i primi 15 corridori
  • Arrivo collinare / Tappe di media montagna (Tappe 7,14,16): 30-25-22-19-17-15-13-11-9-7-6-5-4-3-2 punti
  • Tappe Montagna + cronometro individuale (Tappe 5,8,9,11,15,17,18,20) : 20-17-15-13-11- 10-9-8-7-6-5-4-3- 2-1 punti
  • Sprint intermedi: 20-17-15-13-11-10-9-8-7-6-5-4-3-2-1 punti

Tour de France-2021: le altre maglie storiche

  • Polka dot : nota anche come la maglia del “Re delle montagne”, i punti vengono assegnati in cima alle salite e ai passi di montagna classificati, con questi classificati dalla 4a categoria più facile alle salite hors catégorie che sono così difficili da essere fuori scala . In realtà queste valutazioni sono soggettive. Anche in questo caso il corridore con il maggior numero di punti indossa la maglia. È sponsorizzato da Leclerc, un supermercato.
  • Fuori categoria (4 in totale): 20-15-12-10-8-6-4-2 punti
  • Salite categoria 1 (13): 10-8-6-4-2-1 punti
  • Categoria 2 (9): 5-3-2-1 punti
  • Categoria 3 (10): 2-1 punti
  • Categoria 4 (23): 1 punto
  • Bianco : per il miglior giovane corridore, questo viene assegnato sulla stessa base della maglia gialla, tranne che il corridore deve essere nato dopo il 1 gennaio 1996, cioè di età inferiore ai 25 anni. È sponsorizzato da Krys, una catena di negozi di ottica

Tour de France-2021: su che criterio vengono assegnate le maglie?

Se un corridore è in testa a più classifiche, prende per sé la maglia più prestigiosa e il secondo classificato nell’altra competizione indossa l’altra maglia. Ad esempio, se un pilota ha sia la maglia gialla che la maglia delle montagne indosserà il giallo, mentre chi è secondo nella maglia delle montagne indosserà la maglia a pois. Se un pilota ha tutte le maglie la priorità è gialla, verde, pois poi bianca.

C’è anche un premio giornaliero “più combattivo” assegnato ogni giorno al pilota che ha attaccato di più o ha provato più duramente. È un premio soggettivo e assegnato da una giuria. Il corridore salirà sul podio dopo la tappa e indosserà un numero di gara rosso il giorno successivo. Ci sarà un premio finale Supercombatif con il coinvolgimento della giuria e dei social media. È sponsorizzato da Antargaz, una società di gas in bombole.

Le tappe imperdibili

Al Tour c’è sempre qualcosa da guardare ma ci sono alcune tappe che contano più di altre. Vediamo le più importanti:

  • Tappa 1: il prestigio della maglia gialla attende il vincitore
  • Tappa 7: la tappa più lunga, non sintonizzatevi tutto il giorno ma l’arrivo potrebbe essere interessante
  • Tappa 8: nelle Alpi
  • Tappa 9: più Alpi
  • Tappa 11: Mont Ventoux
  • Tappa 14: la lotta per entrare in fuga e poi per vedere come va il traguardo
  • Tappa 15: i Beixalis salgono verso il traguardo ad Andorra
  • Tappa 17: arrivo in vetta al Col du Portet
  • Tappe 18: arrivo in vetta al Tourmalet e Luz Ardiden
  • Tappa 20: la cronometro finale per decidere la classifica generale

Tour de France-2021: dove vederla in Tv?

Ogni tappa sarà trasmessa in diretta dall’inizio alla fine. Pensala come la radio, qualcosa da avere in sottofondo o sintonizzati di tanto in tanto tramite il telefono nel caso in cui ci sia un’azione anticipata. L’orario di arrivo giornaliero varia tra le 17:00 e le 17:40 CEST. La gara sarà trasmessa su una varietà di canali in tutto il mondo. Non esiste uno streaming gratuito su Internet, ma troverai una serie di feed legittimi da emittenti locali e fonti internazionali come Eurosport-GCN. Anche sui canali Rai è prevista la messa in onda.

Tour de France-2021: i premi

  • Ogni giorno su un palco normale ci sono € 11.000 per il vincitore, € 5.500 per il secondo posto e una scala decrescente fino a un modesto € 300 per il 20° posto
  • Per la classifica assoluta finale di Parigi, il primo posto porta a 500.000 euro e il “trofeo omnisport” di porcellana di Sèvres, assegnato “a nome della Presidenza della Repubblica francese”. La ripartizione completa è di € 500.000 per il primo posto, € 200.000 per il secondo, € 100.000 per il terzo e poi € 70.000, € 50.000, € 23.000, € 11.500, € 7.600, € 4.500, € 3.800, € 3.000, € 2.700, 2.500€, 2.100€, 2.000€ 1.500€, 1.300€, 1.200€ e 1.100€ per il 19° posto. 1000€ per il 20°-160° assoluto.

Tour de France-2021: gli altri premi in denaro

  • 500€ al giorno per chi veste la maglia gialla, 300€ per gli altri possessori di maglia
  • 25.000€ per il vincitore finale delle maglie verdi e pois
  • 20.000€ per il vincitore finale della maglia bianca
  • Ci sono anche soldi per i primi tre dello sprint intermedio ogni giorno: 1.500€, 1000€ e 500€
  • Le salite hanno anche contanti con i primi tre su una salita HC che guadagnano € 800, € 450 e € 300 e somme minori per salite minori
  • Il punto più alto della gara vede un premio quando sulla Tappa 15 il premio Henri Desgrange viene assegnato in cima al Port d’Envalira e vale € 5.000, il premio Jacques Goddet è anche € 5.000 per il primo sopra il Tourmalet
  • Viene assegnato il premio “più combattivo” del valore di 2.000 euro ogni giorno, il premio “Super combattivo” viene assegnato a Parigi e il vincitore raccoglie 20.000 euro.
  • C’è anche un premio di squadra con 2.800 euro assegnati ogni giorno alla squadra leader della classifica generale, 50.000 euro per i vincitori finali a Parigi. Nota che il premio della squadra viene calcolato sommando il tempo dei tre migliori corridori ogni giorno anziché i tre migliori della classifica generale. Ad esempio, se un giorno i corridori A, B e C di una squadra fanno la pausa vincente, i loro tempi per la tappa vengono presi e sommati. Se i corridori X, Y e Z della stessa squadra salgono sulla strada il giorno successivo, i loro tempi vengono presi. Quindi sono i tempi dei migliori tre corridori di una squadra ogni giorno rispetto ai tre migliori corridori in assoluto.

Tour de France-2021: il Montepremi Totale

Il montepremi totale è di 2.288.450 euro, esiguo per un evento di questa portata, ma ricorda che a differenza, ad esempio, del tennis o del golf, i ciclisti professionisti sono stipendiati e il premio in denaro è invece accessorio, un bel bonus a parte. Vinci una tappa del Tour e un corridore potrebbe aggiungere uno zero allo stipendio, forse di più e così la gara crea valore piuttosto che pagarlo. In ogni caso, il premio in denaro viene condiviso con la squadra (così come riscosso e tassato) piuttosto che intascato dal vincitore, è possibile che il vincitore effettivo del premio raccolga effettivamente il 5-10% della somma del titolo . Inoltre, ogni squadra che inizia viene pagata 51.243 euro per coprire le spese. E se una squadra arriva a Parigi con sei o più corridori, riceverà un bonus aggiuntivo di 1.600 euro per ogni corridore.

Tour de France-2021: Cronometro

Normalmente è necessario un secondo di distacco sulla linea del traguardo per separare i gruppi in un arrivo, ma per le tappe 3,4, 6, 10, 12, 13, 19 e 21, le probabili tappe sprint, sono necessari tre secondi per una frazione il campo. La regola dei tre chilometri non si applica alle tappe 1, 2, 5, 9, 17, 18 e 20.

Alle fasi viene assegnato un coefficiente di valutazione da 1 a 6, cerca la fase in questione nella tabella sopra. Quindi vedi la velocità media per il vincitore del giorno e cerca la riga corrispondente in basso.

Pagina Twitter Tour de France: https://twitter.com/letour_de

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20