UFC 246 segna il ritorno in grande stile di Conor McGregor. L’atleta irlandese in pochi pochissimi attimi demolisce Donald “Cowboy” Cerrone nell’ottagono della T-Mobile Arena di Las Vegas. Nel co main event Holly Holm vince in modo netto e indiscutibile contro Raquel Pennington.

Le altre importanti vittorie di questa card sono quelle di Aleksei Oleinik attraverso l’ennesima sottomissione della sua carriera, Sodiq Yusuff grazie ad una notevole prova di forza, Diego Ferreira con una impressionante dimostrazione di solidità e di Roxanne Modafferi.

UFC 246 - TKO Conor McGregor
Il momento del TKO di Conor McGregor

Back in business…

E’ tornata quella magia, quell’aria di inevitabilità, che Conor McGregor era stato negli anni passati capace di esprimere nell’ottagono prima contro Jose Aldo e successivamente contro Eddie Alvarez. Un McGregor cambiato, più umile, più concentrato, meno trash talker e più fighter. Sono bastati pochi secondi per riportare tutto il mondo delle MMA ai suoi piedi.

Sapeva che Cowboy era uno slow starter, un diesel, uno di quei combattenti che ha bisogno di tempo per prendere distanze e colpire. Conor ha provato subito a colpirlo, caricando il primo colpo a dismisura. Mancando il bersaglio, si ritrova involontariamente nel clinch. Qua ha sorpreso Cerrone con dei colpi di spalla, mai visti nel suo repertorio, che hanno annebbiato la vista del suo avversario. Dopo di che è riuscito a sorprendere Donald con un high kick. E’ stato l’inizio della fine. Dopo 40 secondi, l’arbitro ha fermato l’incontro per TKO.

Gli istanti successivi all’impressionante TKO

Una prova maiuscola, davvero eccezionale quella del fighter irlandese, il quale ha sfidato un pericoloso avversario come Cowboy, a viso aperto con una convinzione e una determinazione, come mai visto prima.

Dopo una vittoria del genere, The Notorious ha di nuovo in mano il suo destino in UFC. Le opzioni sono tante a partire da un rematch contro Khabib Nurmagomedov, una money fight pazzesca contro Jorge Masvidal o la ricerca del titolo dei welter contro Kamaru Usman. Tante strade, tante possibilità. Ma ciò che conta veramente per le MMA è che Conor McGregor sia tornato, più determinato che mai a sorprendere, a creare spettacolo, a creare magia.

Per Donald Cerrone è l’ennesima sconfitta in un incontro importante. Dopo questa sera, avrebbe bisogno di tempo per riprendere le fila della sua carriera, per riuscire a riposare per almeno sei mesi. Ma se conosciamo Cerrone, ed è per questo che tutti gli amanti delle MMA lo adorano, tra tre mesi sarà alla ricerca di un nuovo incontro, di nuova adrenalina.

UFC 246 - Brian Kelleher sottomissione via ghigliottina
Brian Kelleher si esibisce in una spettacolare sottomissione

UFC 246 – Tutti i risultati

Nel co main event Holly Holm regola con grande concentrazione ed esperienza Raquel Pennington vincendo ai punti in un incontro molto tecnico. Nel quale la Holm ha sin dall’inizio guidato tutte le fasi dell’incontro tenendo sotto controllo la Pennington.

Negli altri incontri è stato un po’ il festival delle sottomissioni. A partire da uno dei maestri di questa importante parte del gioco a terra, Aleksei Oleinik. Il quale con una leva al braccio tecnicamente perfetta vince la resistenza di Maurice Green. Prima di lui Brian Kelleher riesce a vincere in pochissimi minuti grazie ad una splendida sottomissione via ghigliottina ai danni di Ode Osbourne. Infine, Diego Ferreira fa cadere nuovamente all’inferno Anthony “Showtime” Pettis grazie ad una prestazione di straordinaria solidità culminata con una rear naked choke da manuale.

Uno scambio pazzesco tra Askar Askarov e Tim Elliott

Nei preliminari di questa UFC 246 non sono mancate le sorprese e lo spettacolo. Innanzitutto Roxanne Modafferi con una prestazione sontuosa e dominante fa deragliare il treno dell’hype che si era venuto a creare intorno alla irriverente Maycee Barber. Inoltre, il match tanto atteso tra Sodiq Yusuff e Andre Fili regala un incontro esplosivo, nel quale Sodiq conquista la vittoria ai punti grazie un ottimo grappling e una energia infinita.

Tutta la potenza di Drew Dober

Mentre invece sia Askar Askarov che Drew Dober portano a casa vittorie molto convincenti il primo via decisione unanime dei giudici, il secondo grazie ad un impressionante TKO.

UFC 246 – Main Card

  • Conor McGregor sconfigge Donald Cerrone via TKO (primo round)
  • Holly Holm sconfigge Raquel Pennington via decisione unanime (29-28, 30-27, 30-27)
  • Aleksei Oleinik sconfigge Maurice Green via sottomissione (armbar nel secondo round)
  • Brian Kelleher sconfigge Ode Osbourne via sottomissione (guillotine choke nel primo round)
  • Diego Ferreira sconfigge Anthony Pettis via sottomissione (rear-naked choke nel secondo round)

UFC 246 – Preliminari

  • Roxanne Modafferi sconfigge Maycee Barber via decisione unanime (30-27, 30-27, 30-26)
  • Sodiq Yusuff sconfigge Andre Fili via decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28)
  • Askar Askarov sconfigge Tim Elliott via decisione unanime (29-28, 30-27, 30-27)
  • Drew Dober sconfigge Nasrat Haqparast via TKO (primo round)

UFC 246 – Preliminari Precoci

  • Aleksa Camur sconfigge Justin Ledet via decisione unanime (29-28, 30-27, 30-27)
  • Sabina Mazo sconfigge JJ Aldrich via decisione non unanime (28-29, 29-28, 29-28)

Bonus:

  • Fight of the Night: Non è stata assegnata
  • Performance of the Night: Drew Dober, Diego Ferreira, Brian Kelleher, Aleksei Oleinik e Conor McGregor (tutti gli atleti vincono $ 50,000)
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.