UFC in Italia

La UFC arriverà presto in Italia? Se fino a qualche mese fa poteva sembrare quasi impossibile che la nota promotion americana investisse nel nostro Paese, adesso sembrerebbero intravedersi concrete possibilità che ciò avvenga. In questo articolo analizzeremo le ragioni per le quali è effettivamente possibile che la UFC approdi per la prima volta nel nostro Paese. Ma non solo! Infatti, come di consueto nella nostra rubrica UFC NEWS, analizzeremo anche le ultime notizie sui prossimi match in arrivo.

UFC in Italia: cosa ha detto Marvin Vettori?

Come anticipato, l’approdo della promotion statunitense in Italia sembrava un miraggio fino a pochissimo tempo fa. Infatti, pandemia a parte, la UFC non ha mai dimostrato concretamente di voler investire nel nostro territorio. E le ragioni sono sempre state essenzialmente due. Innanzitutto, la ridotta presenza di fighter italiani nel roster UFC. In secondo luogo, la scarsa diffusione delle MMA nel nostro Paese.

Tuttavia, dopo UFC on ABC 2 dello scorso fine settimana, sembra che finalmente qualcosa si stia iniziando a muovere. Infatti, il nostro Marvin Vettori, dopo la straordinaria vittoria ai danni di Kevin Holland, nell’intervista post match ha dichiarato: “Ho cinque vittorie consecutive, accetto sempre chiunque, sono sempre pronto a fare il peso e batto tutti in modo dominante. Sono il fighter che ha messo più in difficoltà Israel Adesanya e quindi è un incontro da rifare. Sono io il prossimo, me lo merito”. Ma soprattutto, alla domanda del giornalista, relativa a quando e dove vorrebbe combattere, il nostro connazionale ha risposto: “Vorrei combattere a ottobre o a settembre. Vorrei combattere in Italia. Sarebbe un sogno che diventa realtà. Sarei il primo italiano a portare la UFC in Italia”.

Dunque, il nostro Marvin Vettori, sembrerebbe sempre più intenzionato a continuare a scrivere la storia delle MMA italiane. Infatti, se tutto ciò si avverasse, non sarebbe più soltanto il primo italiano in un main event UFC nonché il primo italiano ad arrivare nella top 5 UFC (attualmente al numero 3 del ranking). Ma sarebbe anche il primo fighter italiano a combattere per il titolo UFC. Ed ecco che, se davvero riuscisse anche a portare per la prima volta la UFC in Italia, sarebbe davvero clamoroso!

UFC in Italia: perché è possibile?

Ma è davvero una possibilità concreta? Assolutamente sì. E le ragioni, per un cauto ottimismo, sono più di una. Il primo motivo è quello sotto l’occhio di tutti. E cioè che la richiesta fatta dal nostro connazionale non può certamente passare inosservata agli occhi della dirigenza UFC. Perché? Perché non stiamo parlando di un semplice fighter in forte ascesa, ma di un fighter italiano in forte ascesa! E il fatto che nessun italiano abbia mai fatto nulla di tutto questo non può lasciare indifferente la promotion statunitense.

Infatti, è noto che, la UFC punti a conquistare sempre di più anche il mercato europeo. Quindi, quale occasione migliore di un fighter italiano che combatte per il titolo, per approdare anche nel nostro Paese? Se fino ad ora soltanto alcuni Paesi europei (tra cui Regno Unito, Svezia, Germania, Irlanda e pochi altri) hanno avuto questa grande occasione, adesso sembrerebbe finalmente arrivato anche il nostro momento. Infatti, è davvero difficile pensare che la UFC non sfrutti questa grande occasione offerta da “The Italian Dream” per cercare di esportare il proprio brand in nuovi Paesi europei!

Le altre ragioni che rendono possibile l’arrivo della UFC in Italia

Tuttavia, la grande ascesa del nostro connazionale, non è la sola ragione a indurre un certo ottimismo. Infatti, la UFC potrebbe essere interessata ad organizzare il primo evento in Italia, anche per un altro motivo: l’assenza di eventi UFC in Europa (causa Covid-19) da ormai più di un anno. Quindi perché non ricominciare proprio dall’Italia? Inoltre, portare in Europa un fighter come il campione nigeriano (senz’altro uno dei fighter più noti del roster UFC) sarebbe certamente un gran bel colpo per rivitalizzare il mercato europeo.

Infine, non va dimenticato che, l’Italia può vantare anche un altro grande fighter nella promotion statunitense: il nostro Alessio “Manzo” Di Chirico. Il quale, dopo la grande vittoria contro Joaquin Buckley, sembrerebbe aver ripreso alla grande il suo percorso in UFC. E se il fighter romano, in occasione di UFC FIGHT NIGHT del 5 giugno, dovesse battere anche Roman Dolidze, il mondo delle MMA italiane si ritroverebbe a vivere ancor di più il momento più florido della sua storia. Dunque, sarebbe senz’altro un altro tassello a favore del primo evento in Italia.

I motivi per restare cauti

Dunque la UFC arriverà sicuramente in Italia? Assolutamente no! Infatti, se è vero che i punti a favore del suo arrivo sono ben fondati, è altrettanto vero che la UFC non si è ancora espressa in merito. Perciò, anche se il sogno potrebbe effettivamente diventare realtà, è bene comunque rimanere con i piedi per terra fino a quando Dana White non si esprimerà sulla questione. Infatti, non vanno sottovalutati, due fattori che potrebbero spegnere il sogno dei fan italiani.

Il primo riguarda il fatto che, Marvin Vettori in realtà, non ha ancora alcuna certezza di essere il prossimo contendente al titolo. Molto dipenderà infatti dall’evento che andrà in scena questo fine settimana: Robert Whittaker vs Kelvin Gastelum. Perché, se l’ex campione dovesse vincere con una grande prestazione, sarà molto difficile che “The Italian Dream” ottenga la chance titolata. Il secondo problema è legato invece alla pandemia. Infatti, occorrerà vedere da qui a settembre come sarà la situazione in Italia. Perché, se non sarà possibile avere la presenza del pubblico, sarà praticamente impossibile che la UFC organizzi l’evento nel nostro Paese.

Le ultime notizie sui prossimi match in programma

Innanzitutto, pur se ampiamente anticipato nelle scorse news, possiamo finalmente dire che la trilogia è ufficiale! Infatti, dopo che nei giorni scorsi si è temuto per l’annullamento del rematch tra McGregor e Poirier (a causa di screzi via Twitter tra i due) la UFC ha finalmente ufficializzato l’incontro spegnendo tutte le voci al riguardo: Conor McGregor affronterà Dustin Poirier il 10 luglio a UFC 264.

Tuttavia, nonostante questo sia l’unico incontro ufficializzato negli ultimi giorni, non mancano le novità sui prossimi grandi incontri in lavorazione. Il primo di questi riguarderà la categoria pesi leggeri e si terrà a UFC FIGHT NIGHT dell’8 maggio: Carlos Diego Ferreira (numero 12 della divisione) affronterà Gregor Gillespie (numero 15 della categoria). Invece a UFC FIGHT NIGHT del 26 giugno assisteremo ad un altro interessante incontro sempre nei pesi leggeri: il brasiliano Renato Moicano (14-4-1) se la vedrà con l’inglese Jai Herbert (10-2).

Ma i pezzi forti arrivano ad agosto e settembre. Infatti a UFC 265 del 7 agosto tornerà in azione la doppia campionessa brasiliana: Amanda Nunes difenderà la cintura pesi gallo contro la statunitense Julianna Pena (numero 6 della divisione). Invece a UFC 266 del 4 settembre assisteremo alla difesa del titolo pesi massimi leggeri: Jan Blachowicz (C) dovrà respingere l’assalto di Glover Teixeira (numero 1 della categoria).


Di seguito le numerose news delle ultime settimane

UFC: 10 grandi incontri in arrivo

Nate Diaz torna a UFC 262: sarà la card dell’anno?

Dana White conferma il rematch tra McGregor e Poirier

Khabib abbandona la cintura


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20