Una Salernitana a due facce cade di misura al Penzo di Venezia per mano dell’ex di turno Bocalon che regala così ai suoi i primi tre punti casalinghi della stagione.

Granata belli e sfortunati nel primo tempo dove colpiscono due legni con Giannetti, si vedono annullare un goal e subiscono in chiusura di frazione la rete di Bocalon.

Nella ripresa, ci si attendeva una pronta reazione degli uomini di Ventura che, invece, calano di condizione e ritmo, rimediando solo ammonizioni. È così arriva il primo ko esterno, il secondo stagionale dopo la sconfitta casalinga contro il Benevento.

Gli schieramenti:

3-5-2 per Ventura che schiera Micai in porta, Karo, Migliorini e Jaroszinsky in difesa in difesa. A centrocampo, Di Tacchio, Maistro e Firenze, con Kyne A destra e Lopez a sinistra. In avanti, Giannetti e Djuric.

Dionisi risponde con il 4-3-1-2: Lazzerini tra i pali, Fiordaliso, Modolo, Cremonesi e Ceccaroni in difesa. A centrocampo, Zuculini, Lollo e Fiordilino. In avanti, Di Mariano a supporto delle punte Bocalon e Capello.

Primo tempo:

Al 4′, cross di Kyine per la conclusione di Giannetti che si stampa sul palo. All’8′, lo stesso attaccante granata si vede annullare una rete per fuorigioco dubbio. Risponde il Venezia al 12′ con un.colpo di testa di Capello bloccato da Micai. Al 14′, intervento in ritardo di Zuculini e cartellino giallo inevitabile. Al 18′, stesso provvedimento per Di Mariano. Al 31′, Bocalon ci prova dalla distanza con Micai che blocca in due tempi. Al 33′, Giannetti colpisce il.secondo legno con un altro colpo di testa. I padroni di casa rispondono colpo su colpo, e al 37′, Bocalon non arriva per un soffio alla deviazione vincente. L’attaccante veneziano, però, non sbaglia al 43′, quando supera Micai con un preciso pallonetto. Si va al riposo con i lagunari in vantaggio.

Secondo tempo:

Al 53′, primo cambio nel Venezia: fuori Lollo, dentro Maleh. Al 55′, ammonito Giannetti per un brutto fallo. Al 60′, Firenze è costretto ad uscire per un problema muscolare. Al suo posto entra Odjer. Al 66′, Di Tacchio conclusione di Tacchio che sfiora il palo. Al 67′, secondo cambio nei granata: fuori Maistro, dentro Lombardi. Risponde Dionisi inserendo Aramu per Di Mariano. La Salernitana fatica a reagire anche per un evidente calo fisico del quale ne approfitta il Venezia per controllare il match. Nemmeno l’ingresso di Jallow serve a spronare i granata che devono arrendersi.

Il Tabellino:

VENEZIA (4-3-1-2): Lazzerini, Fiordaliso, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni (84’st Casale), Zuculini, Lollo(52’st Maleh), Fiordalino, Di Mariano (70’st Aramu), Bocalon, Capello. A disposizione: Bertinato, Casale, Vacca, Suciu, Caligara, Aramu, Maleh Lakicevic. All. Dioniso

SALERNITANA (3-5-2): Micai, Karo, Migliorini, Jarozinsky, Maistro(67’st Lombardi), Di Tacchio, Firenze (62’st Odjer), Kyine (76’st Jallow), Lopez, Giannetti Djuric. A disposizione: Vannucchi, Odier, Kalombo, Marrone Gondo, Lombardi, Jallow Pinto, Dzcek. All. Ventura

Marcatore: 43’pt Bocalon (V)

Arbitro: Daniel Amabile (Vicenza)

Angoli: 3-1

Recupero: 2’pt, 6’st

Ammoniti: Ceccaroni, Zuculini, Bocalon, Karo, Kyine, Jallow, Giannetti

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.