dichiarazioni di Juric

Leonardi semplici e Ivan Juric hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Serie A Cagliari-Verona, che si giocherà sabato 3 aprile alle ore 15. Ecco le loro dichiarazioni.

Cosa hanno detto Semplici e Juric?

Le parole di Semplici

Mi aspetto una gara con la mentalità e cattiveria giusta, l’umore è buono, la rabbia dopo La Spezia deve rimanerci dentro: ci deve dare la carica giusta. Ce la possiamo fare, ma solo se buttiamo in campo tutto. È una gara importante, ma non vorrei dire che è l’ultima spiaggia. Bisogna tirare fuori tutto il possibile per raggiungere il nostro traguardo. Quando fischia l’arbitro, bisogna essere pronti alla battaglia. Abbiamo utilizzato questi dieci giorni di sosta per la Nazionale cercando di migliorare quei tre o quattro principi suggeriti alla squadra quando sono arrivato. Affrontiamo una squadra di grande valore: sta a noi dover fare una grande prestazione anche per ovvi motivi di classifica. Bisogna scendere in campo con una mentalità agguerrita, vogliosi di mostrare quello che si sa fare. Abbiamo lavorato su tutto, non solo sull’attacco. Abbiamo battuto molto anche sulla “cattiveria” sportiva: abbiamo bisogno anche di raschiare il barile per portare a casa il risultato. Anche l’aspetto fisico è importante, soprattutto con una squadra come il Verona: i ragazzi hanno lavorato con buona intensità”

Le parole di Juric

Chi recupero? Pochi, Gunter no, Kalinic non è in condizione, Vieira non ha iniziato a correre, Colley, invece, ci sarà. Anche Magnani non è in condizione, oggi ha fatto il primo allenamento col gruppo dopo una botta presa. Anche Cetin è out per una contusione. I nazionali? Alcuni hanno giocato poco, Ruegg ha giocato ieri ed è una buona cosa. Mi sembra stiano bene”.

Col Cagliari inizia un nuovo campionato? Ci sono dieci partite, dobbiamo salvarci il prima possibile. Da come prendiamo gol da un po’ significa c’è un po’ di stanchezza mentale. Non abbiamo affrontato bene le partite. Ero arrabbiato, ma questi ragazzi hanno ribaltato tutti i pronostici, in 18 mesi li ho sfondati a livello mentale e fisico. Sono eccezionali, hanno fatto davvero tanto. Poi noi lo scorso anno eravamo i meno pagati e siamo arrivati noni, ora siamo i terzi meno pagati e siamo comunque noni. Ora sono un po’ preoccupato, so che daranno tutto, ma il mio rammarico è che c’era bisogno di un po’ di cambi e non li abbiamo avuti. Ora devono andare oltre, non è accettabile che mollino, non devono buttare all’aria tutto. Deve esserci l’adrenalina giusta perché nelle ultime gare tutti hanno dato un po’ di meno. Voglio finire bene, anzi molto bene. Giochiamoci dieci finali“.


Cagliari-Verona: probabili formazioni e tv
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20