Vuelta a Espana 2019
Edizione 74 della corsa a tappe spagnola

La corsa a tappe spagnola arriva all’edizione 74. Presenti tutti i big del circuito mondiale. Grandi favoriti Simon Yates per il bis e Richard Carapaz

Il percorso

PERCORSO VUELTA A ESPANA 2019

Tappa 1: Salinas de Torrevieja-Torrevieja (18 km) (cronosquadre)

La Vuelta a Espana 2019 inizia con una cronosquadre dalle Salinas de Torrevieja a Torrevieja. La distanza di gara (18 km) renderà già importante in chiave classifica generale questo cronoprologo

Tappa 2: Benidorm-Calpe (193 km)

Prima tappa in linea della corsa a tappe spagnola. Percorso mosso, con due GPM nei primi 50 km (il Puerto de Confrides e l’Alto de Benilloba), e un finale mosso, con la salita dell’Alto de Puig Llorenca che creerà scompiglio in gruppo prima dell’arrivo a Calpe

Tappa 3: Ibi-Alicante (186 km)

Anche la terza frazione presenta un’altimetria molto particolare, con una prima parte di gara più semplice, e un finale più nervoso, con i GPM di Puerto de Biar e Puerto de Tibi che infiammeranno gli ultimi km. Probabile comunque la volata ad Alicante

Tappa 4: Cullera-El Puig (177 km)

Quarta tappa dedicata alle ruote veloci. Il GPM di Puerto del Oronet non dovrebbe creare troppi problemi ai velocisti, che si contenderanno la vittoria a El Puig

Tappa 5: L’Eliana-Observatorio de Savalambre (165,6 km)

Primo arrivo in salita della Vuelta a Espana 2019. Tappa in costante ascesa, con il GPM di Puerto de Alcublas posto al km 40. Poi un lungo falsopiano fino alle pendici dell’Alto de Javalambre, primo vero banco di prova per i big di questa Vuelta

Tappa 6: Mora de Rubielos-Ares del Maestrat (196,6 km)

Arrivo in quota anche nella sesta tappa. Inizio nervoso con due GPM di terza categoria (Puerto de Nogueruelas e Puerto de Linares). Fase centrale meno mossa, ma finale in quota con il GPM di Puerto de Culla e la salita finale del Puerto de Ares

Tappa 7: Onda-Mas de la Costa (182,4 km)

E la prima settimana della Vuelta 2019 ai chiude ancora in salita. Tappa divisa in due, con un lungo trasferimento da Onda fino al km 80, dove il percorso cambia completamente. 4 GPM tra il km 90 e il km 161, prima della salita finale sull’Alto Mas de Costa

Tappa 8: Valls-Igualada (168 km)

Dopo un trittico sulle montagne, gli scalatori riposano e tocca ai velocisti riprendersi la scena. L’ottava tappa presenta solo una difficoltà altimetrica, il Puerto de Montserrat, al km 141. Poi tutto in discesa fino alla volata di Igualada

Tappa 9: Andorra La Vella-Cortals d’Encamp (96,6 km)

Prima del giorno di riposo la Vuelta 2019 offre una tappa sprint ad Andorra La Vella, enclave spagnola nel nord ovest. 5 GPM da affrontare, a cominciare dal Col d’Ordino. Seguono il Coll de la Gallina, l’alto de la Comella, l’Alto de Engolasters e la salita finale dell’Alto Els Cortals d’Encamp. I distacchi a fine tappa, saranno già notevoli

Tappa 10: Jurançon-Pau (36,1 km) (Cronometro)

Seconda cronometro della Vuelta numero 74. La prova contro il tempo si svolgerà interamente in territorio francese, nella località pirenaica di Pau. Prova dedicata agli specialisti, ma che inciderà anche sulla classifica generale

Tappa 11: Saint Palais-Urdax (169 km)

Tappa di confine per l’undicesima frazione della Vuelta. Si parte in Francia, ma nel finale si sconfina in territorio spagnolo, per poi tornare nell’esagono. 4 GPM, e un finale mosso e adatto ai finisseur

Tappa 12: Los Arcos-Bilbao (175 km)

Si resta sui Pirenei per una tappa lunga (175 km) che potrebbe vedere protagonista la fuga. Nel finale i corridori affronteranno ben 3 GPM, che selezioneranno il gruppo prima dell’arrivo a Bilbao

Tappa 13: Bilbao-Los Machucos (167,3 km)

Nuovo arrivo in salita nella 13esima tappa. Il percorso non presenta nemmeno un metro di pianura, se non nei primi 20 km. Poi in rapida successione i corridori affronteranno 6 GPM, prima della salita finale dell’Alto de Los Machucos

Tappa 14: San Vicente de la Barquera-Oviedo (189 km)

Tappa lunga e pianeggiante, con un solo GPM da affrontare nel finale (l’Alto de Madera). Probabile volata finale ad Oviedo

Tappa 15: Tineo-Santuario del Acebo (159 km)

15esima frazione che presenta ben due GPM di 1° categoria (Puerto de Connio e Puerto del Pozo), piazzati a metà tra le due scalate al Puerto de Acebo. Tappa che rivoluzionerà la classifica generale

Tappa 16: Pravia-Alto de la Cubilla (155 km)

Seconda settimana di Vuelta che si chiude con un tappone nelle Asturie. Si parte con due GPM di 3 categoria (l’Alto de Mallecina e l’Alto de Cabrunana). A metà percorso i due 1° categoria (il Puerto de Marabio e l’Alto de Cobertoria). Arrivo posot in cima all’Alto de la Cubilla (1à Categoria)

Tappa 17: Aranda de Duero-Guadalajara (199,7 km)

Dopo il secondo e ultimo giorno di riposo, la Vuelta 2019 riprendere con una tappa di quasi 200 km, dedicata ai velocisti o alle fughe. Finale in volata a Guadalajara

Tappa 18: Colmenar Viejo-Becerril de la Sierra (180 km)

18esima tappa caratterizzata da ben 4 GPM di 1° categoria tra il km 41 e il km 170. Finale in discesa, fino al traguardo di Becerril de la Sierra. Probabile una volata a ranghi ridotti

Tappa 19: Ávila-Toledo (163,4 km)

Terzultima tappa dedicata ancora ai velocisti. Inizio duro con il GPM del’Alto de la Paramera. Poi lungo trasferimento fino alla volata di Toledo

Tappa 20: Arenas de San Pedro-Plataforma de Gredos (189 km)

Gran finale con 5 GPM da affrontare. Il Puerto de Pena Negra farà selezione in gruppo. L’alto de Gredos deciderà l’esito della Vuelta Espana 2019

Tappa 21: Fuenlabrada-Madrid (105,6)

Passerella finale tra Fuenlabrada e Madrid, per una Vuelta 2019 che si presenta come una delle più dure dell’ultimo decennio

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20