Vince Higuita, Roglic si difende

Il colombiano della Education First entra nella fuga di giornata. Poi sul Puerto de Cotos attacca da solo e va a vincere la tappa. Roglic resta maglia rossa

Tappa 18: Colmenar Viejo-Becerril de la Sierra (180 km)

Sergio Higuita è il vincitore della diciottesima tappa della Vuelta a Espana 2019. Il colombiano della Education First sfrutta il Puerto de Cotos come trampolino di lancio, scollinando per primo a utilizzando il tratto in discesa per difendersi da ritorno dei big della generale. Roglic para i colpi di Lopez e resta maglia rossa, Pogacar e Quintana cedono 1′

Inizio di tappa contraddistinto dal forte vento, tanto che Tony Martin della Jumbo Visma si porta subito in testa per mettere in difficoltà gli altri uomini di classifica. Superato il km 5 però il vento diminuisce di intensità, permettendo i primi scatti dal gruppo maglia rossa

Sulla prima salita di giornata, il Puerto de Navacerrada, Wout Poels allunga sul gruppo, mentre alle sue spalle si muove De Gendt. Il belga però viene fermato da un problema meccanico che lo fa riassorbire dal gruppo. L’olandese della Ineos scollina per primo, ma il gruppo si è ormai riavvicinato grazie al lavoro di Movistar e Astana

Proseguono gli attacchi in discesa, e dopo una decina di chilometri si forma finalmente la fuga, composta da Nelson Oliveira (Movistar), Geoffrey Bouchard (Ag2r La Mondiale), Omar Fraile (Astana), Jonas Koch (CCC), Sergio Higuita (EF Education First), Tobias Ludvigsson (Groupama-FDJ), Nick Schultz (Mitchelton-Scott), Louis Meintjes (Dimension Data), Wout Poels, Tao Geoghegan Hart (Ineos), Neilson Powless (Jumbo-Visma), Oscar Rodriguez (Euskadi-Murias)

Su questi corridori si riporta Pernsteiner grazie ad un forcing solitario, mentre nel gruppo maglia rossa riprendono il controllo della corsa i Jumbo Visma di Primoz Roglic. Il ritardo del plotone aumenta quindi a dismisura, superando in breve tempo i 5′, mentre davanti c’è piena collaborazione tra gli attaccanti

Bouchard vince il GPM di Puerto della Morcuera, mentre sulla seconda ascesa sulla stessa salita c’è l’attacco di Koch e Mentjes, che guadagnano una quarantina di secondi sui primi inseguitori. Su di loro si riportano Poels e Higuita, ma allo scollinamento tutti quanti vengono riassorbiti dal gruppetto dei contrattaccanti

Ai 3 km dalla cima del Puerto de la Morcuera c’è l’attacco di Miguel Angel Lopez. Il colombiano tenta l’azzardo per ribaltare la Vuelta, mentre alle sue spalle è Kuss a lavorare per Roglic. Il gruppo maglia rossa si assottiglia, e in cima al GPM restano solo Sepp Kuss, Roglic, Valverde, Quintana, Majka, Soler, Pogacar e Hagen

Bouchard vince ancora il Puerto de la Morcuera, con Lopez che passa ad 1′ dal francese, e a 30” di vantaggio dal gruppo maglia rossa. In discesa Fraile si rialza e va a tirare per Lopez, così come Powless va ad aiutare Kuss e Roglic, mentre davanti Higuita allunga da solo in testa

Il colombiano della Education First viaggia con 40” di vantaggio, mentre Lopez ne ha 15 su Roglic. Kuss e Powless vanno a riprendere Lopez e tutti i fuggitivi di giornata, eccetto Higuita, che resta con 1′ di vantaggio ai piedi del Puerto de Cotos

Mentre Higuita continua a guadagnare, dal gruppo maglia rossa evade Tao Geoghegan Hart, ma il distacco dal colombiano ha ormai superato il 1’30”. Ai 5 km dallo scollinamento Lopez attacca per la seconda volta, ma Valverde, Majka e Roglic tornano presto sulla sua ruota. Higuita vince il GPM di Puerto de Cotos, mentre alle sue spalle si scatena la bagarre

Perdono contatto dal gruppo maglia rossa Pogacar, Majka e Nairo Quintana. Il polacco ritorna sulla maglia rossa, ma lo sloveno della UAE e il colombiano della Movistar perdono ulteriormente terreno. 40” per il gruppo Roglic dal battistrada Higuita ai 20 km dalla conclusione. Pogacar e Quintana passano allo scollinamento con 45” dalla maglia rossa

Higuita sfrutta la discesa per aumentare il margine sulla maglia rossa, mentre proprio Roglic collabora con Valverde e Majka per chiudere sul colombiano. Ultimi 10 km, con Valverde e Lopez che provano un nuovo allungo su Roglic, che però va a chiudere su entrambi insieme a Majka

40” per Higuita, ma la sua pedalata si fa più pesante negli ultimi 3 km. Lopez, Roglic, Valverde e Majka recuperano terreno, tentando di giocarsi la vittoria di tappa. Nel tratto finale però il colombiano resiste al ritorno degli uomini di classifica, andando a vincere la tappa. Roglic vince la volatina per il podio e resta maglia rossa, guadagnando 1′ su Pogacar e Quintana

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20