Oggi 12 Maggio compie ventisette anni Wendy Holdener, la sciatrice alpina Svizzera.

Ha fatto il suo debutto in Coppa del Mondo a San Paolo nell’ottobre 2010.

E ha raggiunto il suo primo podio nel marzo 2013,un secondo posto nello slalom di slalom a Ofterschwang.

Nel 2016 ha ottenuto le sue prime due vittorie in Coppa del Mondo e ha vinto il titolo di globo di cristallo nella disciplina combinata.

Ha conquistato il titolo di campionessa del mondo di combinata nel 2017 e nel 2019 e ha vinto la Coppa del Mondo di combinata nel 2016 e nel 2018.

Leggi anche: Marie-Michèle Gagnon: la sciatrice guerriera.

La Carriera di Wendy Holdener

Originaria di Unteriberg, la Holdener ha partecipato alla sua prima gara FIS nel novembre 2008.

Mentre il 12 marzo 2009 ha esordito in Coppa Europa ottenendo il 58 posto nel supergigante di Crans-Montana.

All’inizio della stagione 2010-2011 ha esordito in Coppa del Mondo nello slalom gigante di Sölden del 23 ottobre, nel quale non si è qualificata per la seconda manche.

Un mese dopo, alla sua terza apparizione nel massimo circuito internazionale, ha raccolto i primi punti giungendo 18 nello slalom speciale di Aspen del 28 novembre.

Nel prosieguo della stagione ha conquistato il primo podio in Coppa Europa (2 nello slalom speciale di Sankt Sebastian del 9 gennaio).

Ha vinto tre medaglie ai Mondiali juniores di Crans-Montana (l’oro nella combinata, l’argento nella discesa libera e il bronzo nello slalom gigante).

E ha esordito ai Campionati mondiali: a Garmisch-Partenkirchen 2011 è stata 29 nello slalom gigante e non ha concluso lo slalom speciale.

Le Stagioni 2013-2017 di Wendy Holdener

Il 10 gennaio 2013 si è aggiudicata il primo successo in Coppa Europa, salendo sul gradino più alto del podio nello slalom speciale tenutosi sul tracciato di casa di Melchsee-Frutt.

Nella stessa stagione ha partecipato ai Mondiali juniores del Québec, vincendo la medaglia d’argento nella gara a squadre.

Ha preso parte ai Mondiali di Schladming, piazzandosi 26 nello slalom gigante e 11 nello slalom speciale.

E ha ottenuto il primo podio in Coppa del Mondo, il 10 marzo nello slalom speciale di Ofterschwang.

Nel 2014 ha preso parte per la prima volta a un’edizione dei Giochi olimpici invernali.

Ma a Soči 2014 non ha concluso né la prova di slalom gigante né quella di slalom speciale.

L’anno dopo ai Mondiali di Vail/Beaver Creek è stata 17 nello slalom gigante e non ha concluso lo slalom speciale.

Il 23 febbraio 2016, nello slalom parallelo disputato a Stoccolma, ha ottenuto la sua prima vittoria in Coppa del Mondo.

E al termine di quella stagione è risultata vincitrice della Coppa del Mondo di combinata, con 38 punti di vantaggio sulla connazionale Lara Gut.

E terza nella classifica della Coppa del Mondo di slalom speciale.

Ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 ha vinto la medaglia d’oro in combinata e la medaglia d’argento in slalom speciale.

Leggi anche: Sci, la Brignone vince la coppa del mondo.

Le Stagioni 2018-2020 di Wendy Holdener

Ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 ha vinto la medaglia d’oro nella gara a squadre.

Quella d’argento nello slalom speciale, quella di bronzo nella combinata e si è classificata 9 nello slalom gigante.

Nella stessa stagione ha nuovamente vinto la Coppa del Mondo di combinata, con 41 punti di vantaggio sulla connazionale Michelle Gisin.

Ai Mondiali di Åre 2019 ha vinto la medaglia d’oro nella combinata.

E nella gara a squadre ed è stata 14 nel supergigante, 15 nello slalom gigante e 17 nello slalom speciale.

Quell’anno in Coppa del Mondo si è classificata al 3 posto nella classifica generale, staccata di 1125 punti dalla vincitrice Mikaela Shiffrin.

Ed è arrivata terza anche nella Coppa del Mondo di slalom speciale, superata di 479 punti dalla Shiffrin.

Nella successiva stagione 2019-2020 è stata 2 nella classifica di combinata, staccata dalla vincitrice Federica Brignone di 75 punti.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20