Wimbledon
Wimbledon - The Championship - Credit by [email protected]

Wimbledon 2020 non si farà, almeno in questa stagione. È di pochi minuti fa la decisione ufficiale dell’organizzazione dello Slam inglese. Zero rischi dinanzi alla pandemia di Covid-19, meglio che se ne riparli tra dodici mesi.

Già delineate le date per il 2021: la 134esima edizione dei Championships si disputerà dal 28 giugno all’11 luglio del prossimo anno.

La decisione era già nell’aria da un paio di giorni, ma tuttavia il board dell’All England Club ha deciso di convocare un meeting d’emergenza questo pomeriggio per decidere le sorti del major londinese. Si è optato quindi per il rinvio dell’intera stagione su erba, fatta eccezione per il torneo di Newport. Fino al 13 luglio non si giocherà a tennis in nessuna parte del globo.

Il Coronavirus si è dimostrato letale quanto le guerre, almeno sportivamente parlando. Infatti nella sua storia Wimbledon non si era disputato solo durante le due guerre mondiali. Lo storico torneo andava in scena da venticinque stagioni consecutive. Aveva rischiato il rinvio anche nel 1973, a causa del boicottaggio di un cospicuo numero di tennisti in sostegno di Nikola Pilic, sospeso dalla Federazione Internazionale.

Alla fine però si giunse ad un accordo e il torneo si svolse regolarmente, non senza qualche polemica.

Così ha parlato Ian Hewitt, presidente dell’All England Club tramite un comunicato stampa apparso sul sito ufficiale di Wimbledon:

Abbiamo pensato soprattutto alla sicurezza e alla salute di tutti coloro che partecipano a Wimbledon: dal pubblico britannico ai visitatori da tutto il mondo, dai giocatori, agli ospiti, al personale, ai volontari, ai partner e ai residenti locali”.

Il numero uno di Aeltc (Main board All England Club) ha poi continuato:

“È una decisione che non abbiamo preso alla leggera, ma in seguito ad un’attenta e approfondita considerazione di tutti gli scenari. Riteniamo che sia giusto annullare i Championships quest’anno per concentrarci su come possiamo utilizzare le nostre risorse per aiutare le comunità locali e non solo“.

Sulla questione rimborso dei biglietti Hewitt si è così espresso:

“Gli spettatori che hanno pagato il biglietto attraverso l’estrazione pubblica di Wimbledon per l’edizione dei Championships di quest’anno riceveranno il rimborso e verrà offerta loro la possibilità di acquistare i biglietti per lo stesso giorno il prossimo anno“.

CLICCA QUI per leggere l’intero comunicato stampa

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20