Zibi Boniek, ex giallorosso e attuale presidente della PZPN, ha commentato l’arrivo di Tiago Pinto alla Roma ai microfoni di Centro Suono Sport nella trasmissione “Te la do io Tokyo“. Ecco le sue dichiarazioni.

Boniek ha commentato con queste parole la scelta dei Friedkin:

Ho molti amici portoghesi che apprezzano Tiago Pinto, mi parlano di un giovane organizzatore e di un bravo manager. Secondo me è una mossa intelligente e giusta della Roma, soprattutto mirata. Non vedremo una società che nell’immediato futuro spenderà tantissimo per un giocatore, ma si ritornerà alla storia del club, valorizzando la gioventù e lo scouting. La Roma ha bisogno di avere a livello dirigenziale persone competenti, brave e che abbiano conoscenze, non conta che siano romane, siciliane o portoghesi.

I giovani sono particolari, hanno entusiasmo, ambizione, ma pensano spesso di sapere tutto. I più vecchi hanno esperienza e hanno tanto vissuto. L’età però conta il giusto, perché sono competenza e conoscenza le cose più importanti. Questa mossa mi piace, invece quando prese Monchi ero più perplesso e alla fine il matrimonio è durato poco.

Alla domanda se il brand Roma si sia rafforzato o meno ha risposto:


In parte sì, ma il brand Roma è molto più forte. Ci deve essere una gestione intelligente, ma per avere questi vantaggi devi avere persone capaci che lavorano in società e che capiscano di calcio. Non vedo niente di male nella scelta di Pinto. Tra poco poi la nuova proprietà dovrà dirci il piano sportivo a lungo termine. Oggi tutti vogliono arrivare tra le prime quattro squadre o vincere lo scudetto.

Friedkin hanno intrapreso una strategia, che forse non è quella di acquistare i giocatori da 80-100 milioni subito ma piuttosto puntare su giovani molto promettenti, e su questo i portoghesi sanno fare molto bene. Si punta su un’organizzazione intelligente e questa è una buona mossa. Io non vedo niente di male in questa scelta, anzi.

Cosa pensa Zibi Boniek di Totti come eventuale direttore tecnico?

Sull’ipotesi Totti direttore tecnico ha dichiarato:


Per uno come Totti ci dovrebbe essere sempre spazio nella Roma. Un simbolo e una leggenda come lui deve stare dentro la società. Totti per essere nel club deve avere un ruolo preciso e non essere solo la classica bandiera o fare l’ambasciatore. E’ maturo e intelligente, conosce poi il calcio ad alti livelli. Deve sentirsi coinvolto insomma, non tornare per fare il pupazzo. Se dovesse tornare solo per quello è meglio che giochi a padel con me!


Tiago Pinto è il nuovo General Manager della Roma


Sulla squadra che vincerà lo scudetto Zibi Boniek non ha dubbi: “Lo vince lo Juventus, non ha rivali quest’anno”. 


Cosa pensano le radio romane di Pinto?


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20