― Advertisement ―

spot_img

Crystal Palace vs Burnley – probabili formazioni

Sabato 24 febbraio pomeriggio inizia l'era Oliver Glasner per il Crystal Palace, che accoglie il Burnley al Selhurst Park nell'ultimo incontro di Premier League. Ray...
HomeCalcio InternazionalePremier LeagueAston Villa-Everton - probabili formazioni

Aston Villa-Everton – probabili formazioni

Due club che puntano a riprendersi da sconfitte demoralizzanti all’inizio della stagione di Premier League si affrontano domenica 20 agosto nelle West Midlands, dove l’Aston Villa ospita l’Everton.

Gli uomini di Unai Emery sono stati schiacciati per 5-1 dal Newcastle United nella gara d’esordio, mentre i Toffees hanno dovuto rimpiangere una serie di occasioni mancate nella sconfitta per 1-0 contro il Fulham. Il calcio di inizio di Aston Villa-Everton è previsto alle 15

Anteprima della partita Aston Villa-Everton a che punto sono le due squadre

Aston Villa

Quella che era iniziata come una giornata per i debuttanti si è trasformata in un incubo del Nord Est per l’Aston Villa al St James’ Park, dove il pareggio con il Newcastle è stato finemente preparato grazie ai colpi di Sandro Tonali e Moussa Diaby in un inizio di gara veloce.

Tuttavia, il Villa è rimasto in parità per soli cinque minuti, quando Alexander Isak ha riportato i Magpies in vantaggio e, in seguito al grave infortunio di Tyrone Mings, si sono aperte le porte del campo: Isak, Callum Wilson e Harvey Barnes hanno contribuito al massacro del secondo tempo.

L’inefficace linea alta del Villa è stata messa a nudo in più occasioni dai padroni di casa, ma Emery ha comprensibilmente sottolineato i gravi problemi di Mings ed Emiliano Buendia, che si sono aggiunti a una serie di rinomati giocatori europei che hanno subito infortuni che hanno messo a rischio la stagione durante i mesi estivi.

Grazie all’imbarazzo del St James’ Park, il Villa si trova in fondo alla classifica della Premier League a 37 partite dalla fine – non che la classifica appena iniziata conti molto in questa fase – e ha vinto ognuna delle ultime sette partite in casa della campagna 2022-23.

Tuttavia, i Lions entreranno presto nel territorio inesplorato di dover lavorare su un fitto calendario nazionale e continentale, dato che l’Hibernian, squadra di Premiership scozzese, attende gli uomini di Emery alla fine del mese per il diritto di avanzare alla fase a gironi dell’Europa Conference League.

Everton

Mentre il Villa è stato fatto a pezzi a Newcastle, l’Everton avrebbe potuto benissimo segnare quattro o cinque gol a un Fulham in difficoltà lo scorso fine settimana, e ha avuto la palla in fondo alla rete con Michael Keane, prima che James Tarkowski venisse sanzionato in modo controverso per un fallo su Bernd Leno.

Come è accaduto per la maggior parte della stagione 2022-23, però, la mancanza di killer instinct si è rivelata la rovina dell’Everton: Leno ha ostacolato più volte l’attacco dei Toffees e il sostituto Bobby Decordova-Reid ha dato il contributo decisivo nel secondo tempo.

La squadra di Dyche ha concluso l’incontro con 19 tiri in porta contro i 9 del Fulham – che per coincidenza è stato il numero di parate che l’impenetrabile Leno ha dovuto compiere – e i Toffees hanno iniziato il loro anno con una sconfitta casalinga per 1-0 per la seconda stagione consecutiva.

Tuttavia, il capo dell’Everton è stato comprensibilmente soddisfatto del volume di occasioni create dalla sua squadra nel pomeriggio, e i Toffees hanno chiuso la campagna 2022-23 con una sola sconfitta nelle ultime sette trasferte, pareggiandone tre e vincendo una delle ultime quattro in trasferta.

Su una nota più pessimistica, l’Everton si reca nelle West Midlands dopo otto partite senza vittoria contro l’Aston Villa da quando i Lions sono tornati alla grande, e il quinto trionfo consecutivo contro i Toffees sarebbe la medicina perfetta allo spettacolo horror della scorsa settimana per i padroni di casa.

Notizie dalle squadre

L’esordio in Premier League del capitano del Villa, Mings, è durato poco più di mezz’ora prima di essere portato via in barella al St James’ Park e, come nel caso dell’infortunato Buendia, il difensore inglese passerà diversi mesi a recuperare dal devastante problema al ginocchio.

Buendia e Mings rappresentano due dei nove infortuni che preoccupano il Villa, che per l’incontro del fine settimana non potrà contare su Jacob Ramsey (piede), Alex Moreno (coscia), Leander Dendoncker (muscolo), Bertrand Traore (muscolo), Timothy Iroegbunam e Jhon Duran, anche se Moreno, Duran e Traore sono in fase di recupero.

Da valutare anche Leon Bailey, alle prese con un problema alla schiena – uscito nell’intervallo a Newcastle – mentre Pau Torres dovrebbe fare il suo esordio in Premier League al posto di Mings, il cui partner abituale nel ruolo di centrale Ezri Konsa potrebbe temere per il suo posto dopo la pessima prova dello scorso weekend.

Nel frattempo, il nuovo ragazzo dell’Everton Youssef Chermiti ha assistito dalla tribuna allo scorso fine settimana dopo il suo arrivo dallo Sporting Lisbona, ma Dyche ha lasciato intendere che il 19enne non è ancora pronto per i rigori della Premier League.

Anche il debutto di Jack Harrison, ex giocatore del Leeds United, sarà ritardato da un problema all’inguine, mentre Dwight McNeil (caviglia), Seamus Coleman (ginocchio) e Dele Alli (inguine) non saranno coinvolti.

Tuttavia, Dominic Calvert-Lewin dovrebbe essere in lizza per andare almeno in panchina, visto che sta per rientrare dal suo ultimo problema, mentre Arnaut Danjuma potrebbe essere introdotto nella misera formazione d’attacco contro il suo ex manager.

Probabili formazioni Aston Villa-Everton

Possibile formazione iniziale dell’Aston Villa:
Martinez; Cash, Carlos, Torres, Digne; Kamara, Luiz; Diaby, Tielemans, McGinn; Watkins

Possibile formazione iniziale dell’Everton:
Pickford; Patterson, Tarkowski, Keane, Young; Iwobi, Onana, Doucoure, Gueye, Danjuma; Maupay