La 33a giornata del campionato di Serie A, si apre con l’anticipo tra Atalanta e Brescia. Un derby molto sentito che ha scritto momenti storici e indelebili per il calcio italiano. Dalla corsa di Mazzone sotto la curva fino al rigore sbagliato di Di Biagio per arrivare ai giorni nostri. Ora l’Atalanta è una grande del nostro campionato mentre il Brescia al primo anno in Serie A, sembra essere già condannato alla retrocessione.

Primo tempo ricco di gol

Sono cinque i gol che vengono messi a segno nel primo tempo. La Dea ne fa 4 nonostante le assenze di Ilicic, Gomez e Muriel. Tanto turnover per la squadra di Gasperini che però trova subito il gol del vantaggio con Mario Pasalic al primo minuto di gioco per poi però farsi raggiungere subito da Torregrossa dopo pochi minuti.

Dal minuto 24 in poi si scatena la forza inarrestabile della Dea che va in rete per ben tre volte in nemmeno cinque minuti di gioco. Apre De Roon con un bellissimo destro dalla distanza al 25′ e chiude Zapata con un perfetto colpo di testa in area di rigore al 29′. Nel mezzo il gol di Malinovskyi che con il suo sinistro potente frantuma la porta avversaria trovando il suo secondo gol consecutivo dopo quello segnato alla Juventus. Momento di forma surreale per l’Atalanta che continua la sua marcia verso il secondo posto in campionato.

Ci pensa Pasalic

Nel secondo tempo brilla la stella di Mario Pasalic che trova la prima tripletta in assoluto in Serie A. Prestazione superlativa del centrosinistra croato che non fa rimpiangere l’assenza dello sloveno Ilicic confermandosi uno degli uomini più fedeli e affidabili per Gasperini. Le reti arrivano al 55′ e al 58′. Il croato viene servito prima dal debuttante Colley in occasione del primo gol mentre il secondo nasce da un perfetto passaggio di un ispiratissimo Malinovskyi che con un gol e due assist, insieme al croato è il miglior in campo per la Dea.

In gol Spalek per il Brescia che firma il 6-2 complessivo. Vittoria storica della Dea che condanna le rondinelle alla retrocessione e si lancia verso il secondo posto aspettando Lazio ed Inter.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20