Compie oggi 26 anni una delle stelle del calcio internazionale: Paulo Dybala da Laguna Larga, per molti la Joya. Talento cristallino, anche un po’ discontinuo, sta vivendo a detta di molti la stagione della consacrazione dopo i tormenti dell’estate scorsa. Sembrava, infatti, non rientrare nei piani della Juventus che tenta di cederlo in ogni modo anche attraverso qualche scambio. Alla fine, però, prevale la sua volontà di restare a Torino e giorno dopo giorno, attraverso il lavoro quotidiano, si guadagna la fiducia di mister Sarri ripagata con giocate sopraffine e reti decisive: quella all ‘Inter di Conte dell’ottobre scorso, la doppietta pesantissimi in Champions League contro la Lokomotiv Mosca , il rigore siglato a Lecce, ed infine l’ultima prodezza di domenica scorsa che stende il Milan. In totale fanno 5 reti, ovvero la metà di quelli realizzati nella scorsa stagione. La Joya è dunque tornata a giocare.

Paulo Dybala: la carriera

Nato a Laguna Larga(Argentina) il 15 novembre 1993, si mette subito in mostra giovanissimo nell’Instituto collezionando 17 rete in 38 presenze. I maggiori club europei lo notano, ma alla fine è il Palermo ad assicurarsi le sue prestazioni. Gli inizi non sono esaltanti, ma dopo il normale periodo di ambientamento, emerge la sua classe totalizzando 21 reti in 93 presenze.

Nel 2015 passa alla Juventus per 32 milioni di euro. Un’esagerazione secondo molti degli addetti a lavori, ma presto la Joya fa ricredere tutti contribuendo notevolmente alla conquista di 4 scudetti, 4 Coppe Italia e 2 Supercoppe Italiane.

In Nazionale viene convocato nel settembre del 2015 ed esordisce il 3 ottobre dello stesso.anno contro il Perù, in una gara valida per la qualificazione ai Mondiale del 2018. La prima rete risale all’amichevole del novembre 2018 contro il Messico vinta per 2-0. Mentre quella ufficiale arriverà l’estate scorsa nella finale del terzo posto di Copa America contro il Cile.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.