Con due gol nella seconda frazione di gioco i friulani fermano la ripresa del Chievo.

Quello che poteva sembrare un turno casalingo da sfruttare per continuare la serie positiva iniziata con il pareggio in casa della Roma, condanna invece il Chievo alla terza sconfitta in 5 giornate e registra la seconda vittoria dell’Udinese, prima fuori casa.
Una partita che si gioca prevalentemente a centrocampo e risulta sostanzialmente equilibrata. Il possesso palla finisce equamente diviso tra le due squadre.
Chievo e Udinese si presentano in campo confermando i moduli: 4-3-1-2 per Mister D’anna e 4-1-4-1 per Julio Velasquez che lascia in panchina Lasagna non ancora al meglio della condizione.

Ancora senza vittoria il Chievo che non riesce a togliere il segno meno dalla classifica. Pesano i 3 punti di penalizzazione in seguito alla vicenda delle plusvalenze.
L’Udinese vola a 8 punti, a solo 4 distanze dalla vetta , in attesa del risultato del posticipo tra Frosinone e Juventus.

 

La Partita

Nella prima frazione di gioco sono poche le emozioni per gli spettatori al Bengodi. Dopo i primi venti minuti appannaggio dei padroni di casa, cresce l’Udinese che al 23° fa registrare la sua prima vera occasione: contrasto aereo tra Barba e Pussetto che riesce a calciare con il destro ma trova l’opposizione sul primo palo di Sorrentino che devia in angolo.
Si spingono ancora in avanti i bianconeri e trovano la traversa di Fofana al 30°. Azione impostata da De Paul, proseguita da Pussetto che crossa al centro a trovare il centrocampista ivoriano che si gira e calcia di sinistro impattando il legno superiore della porta.
La prima parte di gioco si chiude con il Chievo in attacco alla ricerca della prima vittoria in campionato ma scarsa precisione e poca rapidità lasciano inviolata la porta di Scuffet.

Secondo tempo

Nella ripresa squadre di nuovo in campo con le stesse formazioni. La prima occasione è dei padroni di casa al 6° con Rigoni che entra in area dai 14 metri e calcia di sinistro poco sopra la traversa. 6 minuti più tardi la risposta dell’Udinese arriva con Teodorczyk che tenta una deviazione al volo su suggerimento di De Paul. Palla che non centra lo specchio della porta a portiere battuto. Continua il pressing in attacco degli ospiti che un minuto dopo perdono ancora un’occasione sempre con Teodorczyk solo davanti a Sorrentino.
Prime sostituzioni del match al 16° e al 21° : Machis rileva Pussetto, e Lasagna entra la posto di Teodorczyk. Il Chievo replica con l’uscita di Bani sostituito da Rossetto. e di Leris per Birsa.
L’ Udinese si riversa nell’area scaligera e al 31° arriva il vantaggio con De Paul. Gran giocata dell’argentino che si accentra dalla sinistra e scarica un gran destro da lunga distanza che va a pescare l’angolino dove nulla può il pur bravo Sorrentino.
L’azione seguente dei friulani costringe al fallo tattico Behrami. Ammonizione per lui al 38° per evitare la ripartenza udinese. Il Chievo tenta il tutto per tutto nel finale di partita e solo grandi parate di Scuffet negano il pareggio ai padroni di casa.
Proprio una delle ripartenze udinese chiude il match al 45°. E’ Lasagna, entrato venti minuti prima, a siglare il definitivo 2 a 0. Lancio di De Paul, Lasagna controlla e spedisce la palla alle spalle di Sorrentino.

TABELLINO

Chievo-Udinese 0-2  

CHIEVO (4-3-2-1): Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Bani (23’ s.t. Rossettini), F. Barba; N. Rigoni, Radovanovic, Obi (39’ s.t. Pellissier), Birsa (27’ s.t. Leris), Giaccherini; Stepinski. All. D’Anna  

UDINESE (4-1-4-1): Scuffet; Stryger Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck, Samir; Behrami; Pussetto (17’ s.t. Machis), Fofana, Mandragora (44’ s.t. Barak), De Paul; Teodorczyk (18’ s.t. Lasagna). All. Velazquez

Arbitro: Pairetto (Torino).

Marcatori: 76′ De Paul (U), 90′ Lasagna (U)

Ammoniti: 83′ Behrami (U), 90′ Giaccherini (C)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.