― Advertisement ―

spot_img

Al-Hilal vs Al Ittihad – probabili formazioni

L'Al-Hilal cercherà di continuare a dominare la Saudi Pro League quando affronterà i rivali dell'Al Ittihad, di proprietà del PIF, alla Kingdom Arena venerdì...
HomeCalcio InternazionalePremier LeagueEverton-Chelsea - probabili formazioni

Everton-Chelsea – probabili formazioni

Con la testa a posto, l’Everton cerca la terza vittoria consecutiva in Premier League quando il Chelsea si reca a Goodison Park per l’intrigante sfida di domenica 10 dicembre.

La squadra di Sean Dyche ha superato il Newcastle United per 3-0 giovedì sera, un giorno dopo la sconfitta dei Blues per 2-1 contro il Manchester United. Il calcio di inizio di Everton-Chelsea è previsto alle 15

Anteprima della partita Everton-Chelsea a che punto sono le due squadre

Everton

Cinque giorni dopo aver segnato l’unico gol della partita contro il Nottingham Forest, Dwight McNeil si è presentato con un’azione simile per rompere la situazione di stallo durante la visita di giovedì al Newcastle, scegliendo di non infilare Dominic Calvert-Lewin e scegliendo invece l’angolo lontano con grande abilità.

Il gol di McNeil al 79° minuto ha scatenato la frenesia dei Toffees, che hanno assaporato il gusto di una vittoria con tre gol di scarto: anche Abdoulaye Doucoure e Beto hanno messo i loro nomi sotto le luci della ribalta a Goodison Park, dove la squadra di Dyche ha continuato a brillare di fronte alle avversità.

Nonostante la rabbia per i 10 punti di penalizzazione, l’Everton ha superato la linea della retrocessione e si è portato al 17° posto, anche se rischia di essere raggiunto sia dal Luton Town che dal Burnley se i risultati non dovessero andare nel verso giusto.

Tuttavia, i risultati sono tradizionalmente andati a favore dell’Everton nelle ultime settimane: la rinascita invernale dei Toffees li ha visti vincere cinque volte, pareggiare una e perdere una delle ultime sette partite in tutte le competizioni, mancando solo di guadagnare punti contro il Man United in questo periodo.

La vittoria di giovedì contro il Newcastle ha segnato solo la seconda vittoria dell’Everton in Premier League a Goodison Park – anche il Bournemouth si è imposto per 3-0 sui ragazzi di Dyche a ottobre – ma i Toffees sono ora sul punto di vincere tre partite di fila in Premier League per la prima volta dai tempi di Carlo Ancelotti nel marzo 2021.

Chelsea

I Toffees hanno casualmente mantenuto un bilancio pulito anche in tutti questi incontri, tenendo a bada Liverpool, Southampton e West Bromwich Albion, cosa che il Chelsea non è riuscito a fare quando ha visitato l’Old Trafford – noto anche come il campo da gioco di Scott McTominay – mercoledì.

I Blues sono stati brevemente in debito con Robert Sanchez per aver fermato un rigore di Bruno Fernandes, ma il quarto e il quinto gol stagionale di McTominay – che hanno fatto da contraltare al pareggio di Cole Palmer – hanno meritatamente portato i Red Devils al traguardo del Teatro dei Sogni.

L’allenatore del Chelsea, Mauricio Pochettino, ha ammesso che la sua squadra è stata gravemente priva di energia, dopo aver recuperato un piccolo senso di orgoglio battendo il Brighton & Hove Albion dopo essere stato spazzato via dal Newcastle, e rimane saldamente a metà classifica al 10° posto.

Gli innumerevoli milioni spesi in rinforzi difensivi non hanno sortito l’effetto sperato per il Chelsea, che è rimasto senza un clean sheet in otto partite di Premier League – subendo più volte in sei di esse – ed è più di un anno che i Blues non vincono una partita di Premier League in trasferta di domenica, superando l’Aston Villa per 2-0 nell’ottobre 2022.

La serie di quattro vittorie dell’Everton contro il Chelsea a Goodison Park si è conclusa con una sconfitta per 1-0 nella giornata inaugurale della stagione 2022-23, quando la leggenda dei Blues Frank Lampard era alla guida dei Toffees, ma il drammatico pareggio tardivo di Ellis Simms ha permesso all’Everton di uscire da Stamford Bridge con un meritevole pareggio per 2-2 nove mesi fa.

Notizie dalle squadre

Con James Garner colpito da un malore nella mattinata della vittoria contro il Newcastle, Dyche ha accelerato il ritorno di Seamus Coleman nell’undici titolare dopo sette mesi di assenza del suo capitano, che però non ha potuto completare la gara a causa di una piccola botta.

Coleman non avrebbe comunque dovuto completare tutti i 90 minuti e, con Garner che sta lottando per recuperare dall’insetto in tempo per domenica, Nathan Patterson potrebbe essere chiamato a riempire il vuoto.

Dele Alli sta accelerando il suo recupero dall’operazione all’inguine ma non sarà ancora coinvolto, mentre Amadou Onana (polpaccio) e Andre Gomes (forma fisica) sono sulla lista dei “touch-and-go” di Dyche al momento in cui scriviamo, e anche Jordan Pickford dovrà essere controllato per un fastidio al ginocchio.

Per quanto riguarda i Blues, Pochettino non ha riscontrato nuove preoccupazioni durante la sconfitta infrasettimanale all’Old Trafford, e il boss del Chelsea può ora fare nuovamente affidamento su Conor Gallagher dopo la sospensione di una partita.

Anche Romeo Lavia (caviglia) e Christopher Nkunku (ginocchio) potrebbero avere il via libera per il loro atteso debutto – quest’ultimo, però, ha poche possibilità – ma Wesley Fofana (ginocchio), Trevoh Chalobah (coscia), Carney Chukwuemeka (ginocchio), Ben Chilwell (coscia), Malo Gusto (tendine), Noni Madueke (non specificato) e Lesley Ugochukwu (non specificato) sono tutti indisponibili.

Nell’incontro di mercoledì sono tornati a disposizione Marc Cucurella e Reece James, ma il primo è stato sostituito dal secondo durante l’intervallo e sicuramente cederà il posto nell’undici titolare al capitano del club a Goodison.

Probabili formazioni Everton-Chelsea

Possibile formazione titolare dell’Everton:
Pickford; Patterson, Tarkowski, Keane, Mykolenko; Young, Gueye, Doucoure, McNeil; Harrison; Calvert-Lewin

Possibile formazione iniziale del Chelsea:
Sanchez; James, Disasi, Silva, Colwill; Caicedo, Fernandez; Sterling, Gallagher, Palmer; Jackson