― Advertisement ―

spot_img

Max Verstappen tiene a bada la sfida di Lando Norris e vince a Imola

Max Verstappen della Red Bull ha tenuto a bada una sfida tardiva di Lando Norris della McLaren per vincere il Gran Premio dell'Emilia Romagna...
HomeCalcio InternazionalePremier LeagueEverton- Liverpool - probabili formazioni

Everton- Liverpool – probabili formazioni

Un derby del Merseyside con importanti ripercussioni su entrambi i lati della classifica di Premier League è in programma al Goodison Park questo mercoledì 24 aprile, quando Everton e Liverpool incroceranno ancora una volta le loro strade.

Mentre i Reds hanno ottenuto una vittoria senza drammi per 3-1 contro il Fulham domenica pomeriggio, gli uomini di Sean Dyche hanno superato i rivali della retrocessione, il Nottingham Forest, per 2-0, prima di un finale sorprendente. Il calcio di inizio di Everton- Liverpool è previsto alle 21

Anteprima della partita Everton- Liverpool a che punto sono le due squadre

Everton

Due gol molto simili di Idrissa Gueye e Dwight McNeil – entrambi hanno colpito la parte interna del palo – sono valsi all’Everton i tre punti nel “derby della detrazione dei punti” con il Nottingham Forest, ma è stata la sorprendente dichiarazione post-partita dei visitatori a rubare la scena.

Sono passati pochi minuti da quando l’arbitro ha segnalato la fine della partita e il Nottingham Forest ha accusato di disonestà il funzionario VAR Stuart Attwell, sostenendo di aver avvertito il PGMOL degli evidenti legami di Attwell con il Luton Town prima che gli venissero negati tre forti rigori a Goodison Park.

Mentre il Forest sbraitava e inveiva in modo inaudito, i padroni di casa – che potevano ritenersi fortunati a non aver regalato almeno un calcio di rigore – hanno festeggiato tranquillamente la seconda vittoria in tre partite di Premier League, che li ha portati a cinque punti dalla zona retrocessione, al 16° posto.

I Toffees non sono ancora sicuri della permanenza in Premier League, ma hanno anche il lusso di avere una partita in più rispetto a Forest, Luton e Burnley e hanno perso solo una delle ultime sei a Goodison Park, dove hanno continuato il loro trend di vittorie a zero.

In effetti, ognuna delle ultime 11 vittorie dei padroni di casa in Premier League ha visto l’Everton mantenere un foglio bianco, ma non è riuscito a vincere nessuna delle ultime 22 partite di top-flight a Goodison Park quando ha subito gol, cadendo in 17 di esse.

Liverpool

Le statistiche suggeriscono che al Liverpool basterebbe trovare una sola volta il fondo della rete per riportare i suoi acerrimi nemici sulla terra, e lo ha fatto proprio contro l’Atalanta BC nei quarti di finale di Europa League, ma l’abissale sconfitta per 3-0 ad Anfield ha fatto sì che lo striminzito successo di Bergamo non sia stato sufficiente a salvare la sua pancetta continentale.

Affrontare un Fulham con il settimo miglior record casalingo del campionato si sarebbe rivelato un test difficile a tre giorni dalla trasferta italiana, e all’inizio è stato così: Timothy Castagne ha annullato un calcio di punizione di Trent Alexander-Arnold, ma nel secondo tempo i colpi di Ryan Gravenberch e Diogo Jota hanno steso i Cottagers.

Con il Manchester City impegnato nella semifinale di FA Cup, la prima vittoria in trasferta del Liverpool in Premier League dal 2 marzo ha portato la squadra di Jurgen Klopp al secondo posto in classifica, dietro a un Arsenal con una differenza reti superiore, ma la partita in mano al City significa che la corona è ancora dei campioni.

Tuttavia, lo spettacolo clinico di domenica è stato una boccata d’aria fresca per i tifosi del Liverpool dopo le precedenti prestazioni dispendiose, e l’applaudita striscia di gol dei Reds in Premier League in trasferta è ora di 20 partite da quando sono stati eliminati dal Chelsea lo scorso aprile.

Prima della sfuriata arbitrale di Forest nel fine settimana, l’Everton ha avuto da ridire su una chiamata controversa nella sconfitta di ottobre per 2-0 ad Anfield contro il Liverpool – dove Ibrahima Konate ha evitato in modo controverso un’espulsione – e i Toffees non sono riusciti a segnare in ognuna delle ultime quattro partite contro i rumorosi vicini.

Notizie dalle squadre

Il successo dell’Everton sul Nottingham Forest è stato offuscato da un doloroso infortunio alla testa di Beto, che ha ricevuto ossigeno mentre veniva portato fuori dal campo in barella nei tempi supplementari, anche se ha avuto abbastanza forza per salutare il pubblico che lo applaudiva.

Dyche ha dichiarato che i primi segnali sono positivi, ma Beto salterà sicuramente il derby insieme a Lewis Dobbin (caviglia), Dele Alli (inguine) e Nathan Patterson, il cui infortunio alla coscia rischia di compromettere la possibilità di rappresentare la Scozia a Euro 2024.

Seamus Coleman è sulla lista dei convocati di Dyche a causa di un problema all’inguine, ma Jarrad Branthwaite e Dominic Calvert-Lewin erano entrambi in grado di affrontare il Forest dall’inizio nel fine settimana, dopo aver smaltito i propri problemi.

Nel frattempo, il Liverpool è rimasto senza Joel Matip (ginocchio), Ben Doak (ginocchio), Thiago Alcantara (muscolo) e Conor Bradley (caviglia), anche se quest’ultimo tornerà a disposizione in un paio di settimane, salvo complicazioni.

Stefan Bajcetic era di nuovo assente dalla squadra di domenica per ritrovare la forma fisica dopo un problema al polpaccio, anche se la sua assenza potrebbe essere stata tattica da parte di Klopp, che ha avuto il lusso di scegliere un centrocampo nuovo di zecca per la vittoria contro il Fulham.

Oltre a cambiare la sua sala macchine, Klopp ha anche relegato Mohamed Salah in panchina a West London, ma il 31enne tornerà sicuramente nell’undici titolare per il giorno del derby, potenzialmente al posto di Diogo Jota se Klopp ritiene che due partenze in quattro giorni siano troppo per il portoghese.

Probabili formazioni Everton- Liverpool

Possibile formazione titolare dell’Everton:
Pickford; Young, Tarkowski, Branthwaite, Mykolenko; Harrison, Onana, Gueye, McNeil; Doucoure; Calvert-Lewin

Possibile formazione titolare del Liverpool:
Alisson; Alexander-Arnold, Konate, Van Dijk, Robertson; Szoboszlai, Endo, Mac Allister; Salah, Nunez, Diaz