― Advertisement ―

spot_img

Crystal Palace vs Burnley – probabili formazioni

Sabato 24 febbraio pomeriggio inizia l'era Oliver Glasner per il Crystal Palace, che accoglie il Burnley al Selhurst Park nell'ultimo incontro di Premier League. Ray...
HomeAltri SportGli eventi sportivi imperdibili del 2024

Gli eventi sportivi imperdibili del 2024

Un anno olimpico che comprende anche un Campionato europeo, due Coppe del mondo di cricket e una lotta per la supremazia dei pesi massimi

1) Coppa d’Africa 13 gennaio-11 febbraio

La 34ª edizione del più importante evento sportivo africano avrebbe dovuto tenersi in Costa d’Avorio tra giugno e luglio 2023, ma è stata spostata dopo che qualcuno si è accorto che in quel periodo dell’anno nel paese piove molto. Per Mohamed Salah l’obiettivo è il riscatto, avendo fatto parte della squadra egiziana che ha subito la sconfitta ai rigori contro il Senegal nella finale del 2022. Al torneo parteciperanno anche altri grandi nomi, tra cui André Onana (Camerun), Achraf Hakimi (Marocco) e Victor Osimhen (Nigeria).

2) Australian Open 14 gennaio-28 gennaio

Melbourne potrebbe essere il teatro della storia del tennis, visto che Novak Djokovic vi arriverà con l’obiettivo di vincere il 25° titolo del Grande Slam, superando l’australiana Margaret Court come singolo giocatore di maggior successo del tennis. Pochi scommetterebbero sul fatto che il numero 1 del mondo possa realizzare la sua ambizione in un torneo in cui è prevista la presenza di Rafael Nadal, che è stato escluso per 12 mesi a causa di un infortunio all’anca. Nel tabellone femminile, Aryna Sabalenka cercherà di conservare il titolo conquistato con una dimostrazione di potenza, determinazione e classe contro Elena Rybakina nella finale del 2023.

3) Sei Nazioni maschile e femminile 2 febbraio-16 marzo, 23 marzo-27 aprile

Quattro mesi dopo aver sofferto varie forme di dolore alla Coppa del Mondo di rugby, i più grandi e i migliori dell’emisfero settentrionale si riuniscono per disputare il Sei Nazioni. L’Irlanda, vincitrice del Grande Slam, si reca a Marsiglia per un’entusiasmante partita d’apertura, mentre l’Inghilterra, priva del capitano Owen Farrell, si reca a Roma un giorno dopo, quando anche Galles e Scozia si daranno battaglia a Cardiff. Una settimana dopo la fine delle partite degli uomini, iniziano quelle delle donne, e per l’Inghilterra ciò significa costruire sulla base della gloria del 2023, quando ha siglato il Grande Slam davanti a 58.498 spettatori a Twickenham, un record di pubblico per una partita femminile.

4) Super Bowl LVIII 11 febbraio

L’Allegiant Stadium di Las Vegas, Nevada, ospita la 58a edizione dell’evento clou del football americano. I Kansas City Chiefs, guidati da Andy Reid e armati di Patrick Mahomes, cercheranno di raggiungere le quattro partecipazioni al Super Bowl negli ultimi cinque anni e, soprattutto, di conservare il trofeo conquistato con un’emozionante vittoria per 38-35 sui Philadelphia Eagles in Arizona l’ultima volta. Gli occhi saranno puntati anche sullo spettacolo dell’intervallo, che nel 2024 sarà offerto da Usher. “Yeah!”, come hanno sicuramente urlato i suoi fan alla notizia.

5) Tyson Fury contro Oleksandr Usyk 17 febbraio

Un caso di meglio tardi che mai per quanto riguarda l’incontro che tutti volevano vedere e che pensavano di ottenere poco prima di Natale. Non è successo, però, dopo che Fury ha subito lo shock e l’imbarazzo di dover subire un verdetto di split decision per superare Francis Ngannou dell’UFC a Riyadh in ottobre. È stato necessario un periodo di riorganizzazione e Fury tornerà nella capitale dell’Arabia Saudita contro probabilmente il miglior pugile del pianeta, con entrambi gli uomini che cercheranno di diventare il primo campione indiscusso dei pesi massimi dal 1999. Il luogo è un peccato; la gara dovrebbe essere un vero spasso.

6) Campionato mondiale di Formula Uno 2 marzo-8 dicembre

La nuova stagione di Formula Uno sarà caratterizzata da notevoli cambiamenti. Innanzitutto, il calendario si allunga fino alla cifra record di 24 gare, il numero massimo che lo sport ritiene fattibile sia per le squadre che per il personale, e poi le due gare di apertura, in Bahrein e in Arabia Saudita, che si terranno in due sabati diversi. La F1 ha anche confermato che ci saranno sei gare sprint, in Cina, Miami, Austria, Austin, Brasile e Qatar. Una volta che l’azione avrà inizio, è possibile che cambierà ben poco: Max Verstappen e la Red Bull sono stati imperiosi nel 2023 e tutto lascia pensare che sarà così anche nel 2024.

7) I Masters 11 aprile-14 aprile

John Rahm arriverà ad Augusta con l’obiettivo di conservare il titolo conquistato in un’avvincente giornata finale nel 2023. Lo spagnolo, al suo primo major dopo il controverso passaggio al LIV Golf, dovrebbe essere molto fiducioso, visto che ha fatto parte della squadra europea che ha riconquistato la Ryder Cup a Roma pochi mesi fa, e lo stesso vale per Rory McIlroy, che cerca di vincere il suo primo major in un decennio. Dal punto di vista degli Stati Uniti, il numero uno mondiale Scottie Scheffler sarà sicuramente una sfida importante, mentre potrebbe esserci anche l’intrigante prospettiva di un ritorno di Tiger Woods al Masters.

8) Serie Twenty20 Inghilterra Femminile-Pakistan Femminile 11 maggio-19 maggio

Il fatto che la squadra di Heather Knight sia stata scelta per aprire l’estate internazionale con una serie di tre partite di Twenty20 contro il Pakistan la dice lunga sulla crescita del cricket femminile inglese. Le partite si svolgeranno a Edgbaston, Northampton e Headingley. Seguirà una serie di tre partite di un giorno contro gli stessi avversari, prima di disputare tre ODI e cinque T20 contro la Nuova Zelanda. “Il programma della prossima estate vedrà l’Inghilterra femminile giocare in un maggior numero di sedi e consentirà a più persone di vedere i loro eroi in azione”, ha dichiarato Richard Gould, capo esecutivo di Inghilterra e Galles.

9) Finale di Champions League femminile 25 maggio

Lo stadio San Mamés di Bilbao ospita l’evento clou del calcio femminile di club in Europa e pochi si lamenterebbero se si rivelasse emozionante come la finale del 2023, quando il Barcellona ha rimontato due gol di svantaggio all’intervallo per battere il Wolfsburg 3-2 a Eindhoven. Le speranze inglesi sono riposte nel Chelsea, dopo la sconfitta shock dell’Arsenal contro il Paris FC nel primo turno di qualificazione, e quello che sarebbe il primo trionfo del club nella Champions League femminile rappresenterebbe anche un modo appropriato per Emma Hayes di lasciare il ruolo di manager prima del suo trasferimento negli Stati Uniti.

10) Finale di Champions League maschile 1 giugno

Riuscirà il Manchester City a raggiungere Wembley e a conservare la corona che ha completato il treble della scorsa stagione? La forma attuale suggerisce di no, ma il City tende a rafforzarsi nel nuovo anno e sarà felice di aver ottenuto ancora una volta un sorteggio molto favorevole per gli ultimi 16 anni. Gli uomini di Pep Guardiola affrontano l’FC Copenaghen nel prossimo turno, mentre l’Arsenal, che cerca di vincere il primo titolo di Champions League, affronta il Porto. Bayern Monaco e Real Madrid sono tra le altre contendenti in una competizione che si disputa nel suo formato attuale per l’ultima volta prima del passaggio, non molto popolare, al cosiddetto “modello svizzero” del prossimo anno.

11) Coppa del Mondo Twenty20 maschile 4 giugno-30 giugno

Gli Stati Uniti d’America ospitano per la prima volta una Coppa del Mondo di cricket. Lo fanno insieme alle Indie Occidentali, in una mossa pensata per estendere il gioco oltre i suoi confini tradizionali e, per questo, sarà interessante vedere come città come Dallas e New York accoglieranno l’evento. Questa Coppa del Mondo sarà anche più grande che mai, dato il coinvolgimento di 20 squadre, e per l’Inghilterra l’obiettivo è quello di evitare gli orrori del recente torneo 50-over in India e di fare un buon lavoro per mantenere la loro corona 20-over.

12) Euro 2024 14 giugno-14 luglio

La Germania ospita un grande torneo di calcio maschile per la prima volta dopo la Coppa del Mondo del 2006 e la speranza per tutti gli interessati è che questo sia altrettanto bello. È certamente aperto il dibattito su chi sarà incoronato campione allo Stadio Olimpico di Berlino il 14 luglio, con l’Inghilterra che è una seria pretendente. La Scozia, qualificatasi per la seconda edizione consecutiva degli Europei, affronta i padroni di casa nella partita inaugurale, mentre il Galles dovrà disputare uno spareggio per accedere alla finale. Se dovessero prevalere, gli uomini di Robert Page saranno nello stesso gruppo di Francia e Olanda.

13) Royal Ascot 18 giugno-22 giugno

Auguste Rodin ha avuto una carriera di tre anni decisamente altalenante, ma ha ottenuto qualcosa che gli ultimi tre vincitori del Derby di Aidan O’Brien non sono riusciti a fare, aggiungendo un successivo successo di Gruppo 1 alla vittoria di Epsom e concludendo con un successo nella Breeders’ Cup Turf. È il miglior vincitore del Derby di Ballydoyle a rimanere in allenamento dai tempi di High Chaparral, nel 2002-03, e si è persino parlato di farlo correre nella Breeders’ Cup Classic. Anche se questa ipotesi si rivelerà vana, nel 2024 sarà una presenza fissa nei grandi eventi per tutte le età, a partire dalle Prince Of Wales’s Stakes a Royal Ascot.

14) Tour de France e Tour de France Femmes 29 giugno-21 luglio, 12 agosto-18 agosto

La 111a edizione dell’evento più prestigioso del ciclismo sarà caratterizzata da una serie di novità: il Grand Départ si svolgerà in Italia (a Firenze, per la precisione) e la fine della corsa avrà luogo a Nizza, anziché a Parigi. Il danese Jonas Vingegaard cercherà di conquistare il terzo titolo consecutivo, mentre Mark Cavendish punta a battere il record di 34 vittorie di tappa al Tour che condivide con Eddy Merckx, dopo aver rinviato il suo progetto di ritiro dallo sport. La terza edizione del Tour de France Femmes, invece, inizierà a Rotterdam ed è stata posticipata a causa delle Olimpiadi.

15) Wimbledon 1 luglio-14 luglio

I Campionati del 2024 dovranno cercare di eguagliare la drammaticità dell’edizione del 2023, che si è conclusa con la vittoria di Marketa Vondrousova su Ons Jabeur, prima giocatrice non testa di serie, e con la vittoria di Carlos Alcaraz su Novak Djokovic in un’epica finale maschile, 24 ore dopo, che ha conquistato il suo secondo titolo del Grande Slam. Gli ingredienti dovrebbero essere gli stessi, con una serie di giocatori britannici pronti ad andare in profondità nella seconda settimana del torneo, in particolare Katie Boulter e Cameron Norrie.

16) Inghilterra maschile contro gli uomini delle Indie Occidentali Serie di test 10 luglio-30 luglio

Per la prima volta dopo le Ashes, l’Inghilterra torna a giocare in casa contro avversari che hanno visitato il Paese l’ultima volta nell’estate del 2020. Era l’apice della pandemia e, di conseguenza, non c’era la folla, il che ha portato a una serie un po’ sterile. L’atmosfera sarà migliore questa volta, quando le squadre si affronteranno a Lord’s, Trent Bridge e Edgbaston, con i padroni di casa sicuri di attenersi ai principi del Bazball, ma senza Stuart Broad dopo il suo ritiro dallo sport. Dopo aver affrontato le Indie Occidentali, l’Inghilterra giocherà tre Test contro lo Sri Lanka, all’Old Trafford, a Lord’s e all’Oval.

17) L’Open 18 luglio-21 luglio

Il Royal Troon ospita l’Open per la prima volta dal 2016, quando Henrik Stenson si aggiudicò la Claret Jug dopo un’avvincente lotta all’ultimo giro con Phil Mickelson. L’auspicio è che si ripeta quanto accaduto nel 2023, quando Brian Harman vinse il campionato in scioltezza in un’ultima giornata di pioggia al Royal Liverpool. Non si è trattato di uno spettacolo frizzante. Chi ama i sentimenti sarà lieto di sapere che Colin Montgomerie intende gareggiare su un campo a due passi da dove è cresciuto. “È qui che ho iniziato a giocare”, ha detto. “È casa mia”.

18) Olimpiadi 26 luglio-11 agosto

“Vogliamo una grande festa”, ha dichiarato Étienne Thobois, amministratore delegato del comitato organizzatore di Parigi 2024, e la prima Olimpiade che si terrà in Europa dopo Londra 2012 è certamente destinata ad avere un inizio spettacolare, dato che il piano per la cerimonia di apertura prevede che gli atleti in gara viaggino lungo la Senna in un’enorme flottiglia. Una volta sulla terraferma, parteciperanno ai soliti sport e a quattro nuovi, tra cui la breakdance e lo skateboard. Tutto sommato dovrebbero essere dei bei Giochi, con le speranze di gloria britanniche, almeno sulla pista dello Stade de France, riposte in atleti del calibro di Keely Hodgkinson, Katarina Johnson-Thompson e Zharnel Hughes.

19) Paralimpiadi 28 agosto-8 settembre

Come a Tokyo tre anni prima, alle Paralimpiadi di Parigi saranno presenti 22 sport, con 4.400 atleti impegnati in 11 giorni di gare. Il rugby in carrozzina inizia il primo giorno, con la Gran Bretagna che cercherà di difendere la medaglia d’oro conquistata con una vittoria 54-49 sugli Stati Uniti allo Yoyogi National Stadium alla fine di agosto 2021, una delle 124 medaglie, di cui 41 d’oro, che ParalympicsGB si è assicurata in Giappone. Il fine settimana conclusivo, invece, prevede la scherma in carrozzina sotto la cupola del Grand Palais.

20) Coppa del mondo Twenty20 femminile settembre-ottobre

Il Bangladesh ospita la nona edizione della Coppa del Mondo Twenty20 femminile e potrebbe essere il luogo in cui l’Australia conquista il trofeo per la settima volta. Le australiane sono sicuramente le favorite, anche se il ritiro di Meg Lanning, nove mesi dopo aver portato il suo Paese al sesto titolo in Sudafrica, fa ben sperare le rivali. L’Inghilterra arriverà al torneo dopo aver disputato un discreto numero di partite di T20, tra cui tre in India. In totale, 10 squadre parteciperanno alla Coppa del Mondo, due delle quali arriveranno attraverso una qualificazione globale che si svolgerà all’inizio del 2024.

21) Coppa Solheim 10 settembre-15 settembre

No, i vostri occhi non vi stanno ingannando: la Solheim Cup torna 12 mesi dopo essere stata disputata a Finca Cortesín, con l’intenzione da parte degli organizzatori di spostare definitivamente l’evento negli anni pari per evitare lo scontro con la Ryder Cup. Il processo inizia al Robert Trent Jones Golf Club di Gainesville, in Virginia, dove l’Europa punterà a sollevare il trofeo per la quarta volta consecutiva. Anche in questo caso sarà capitanata da Suzann Pettersen, mentre gli Stati Uniti saranno nuovamente guidati da Stacy Lewis. “È un onore essere chiamata a capitanare nuovamente il Team Europe”, ha dichiarato la Pettersen, 21 volte vincitrice del torneo.

22) Gran finale di Super League 12 ottobre

Proprio quando sembrava che la supremazia di St Helens in Super League fosse inattaccabile, ecco che i Wigan Warriors conquistano la finale per la prima volta in cinque anni. I Wigan Warriors si sono imposti contro i Catalan Dragons all’Old Trafford in ottobre e l’obiettivo degli uomini di Matt Peet per la nuova stagione sarà quello di tornare a giocare la finale nel 2024. A proposito di occasioni di spettacolo, il 24 febbraio il Wigan ospita i Penrith Panthers, campioni della NRL, nella World Club Challenge. Si tratta di una ripetizione dello scontro del 1991 ad Anfield, vinto dal Wigan per 21-4.

23) Campionati mondiali di ciclismo 16 ottobre-20 ottobre

La Ballerup Super Arena ospita questo evento per la terza volta, dopo averlo fatto anche nel 2002 e nel 2010, il che significa che dovrebbe procedere senza intoppi e con successo. Gli organizzatori sono fiduciosi che sarà così – “Tutto procede secondo i piani” ha dichiarato il coordinatore del progetto, Andreas Juul Ingvartsen, a ottobre – con il primo giorno di azione che prenderà il via con le qualificazioni dell’inseguimento a squadre femminile e maschile. La Gran Bretagna si recherà in Danimarca con l’obiettivo di migliorare le 56 medaglie, di cui 23 d’oro, conquistate ai Campionati del 2023 a Glasgow.

24) Campionati mondiali di sollevamento pesi novembre-dicembre

Il Bahrein ospita per la prima volta la più importante competizione di sollevamento pesi e l’emozione è tangibile tra gli organizzatori. “Ringrazio la Federazione Internazionale di Sollevamento Pesi per la fiducia accordatami e intendo ospitare un evento fantastico che contribuisca ulteriormente allo sviluppo del nostro amato sport”, ha dichiarato Eshaq Ebrahim Eshaq, presidente della Federazione di Sollevamento Pesi del Bahrain. Gli atleti gareggeranno in 20 categorie di peso – 10 per gli uomini e 10 per le donne – e la Cina è il Paese da battere, avendo vinto 20 medaglie d’oro ai campionati del 2023 a Riyadh, 15 in più della Thailandia, seconda classificata.