gli invincibili

Il 15 maggio di sedici anni fa, nel vecchio e leggendario Higbury, gli invincibili celebravano il tredicesimo (ed ultimo) campionato inglese dell’ Arsenal. I “gunners” conclusero la Premier League senza subire sconfitte, eguagliando il record del Preston North End stabilito nel 1899.

Gli invincibili

Alla guida della rosa campione d’Inghilterra c’era il tecnico francese Arsène Wenger che sedeva su quella panchina dal 1996. Il francese aveva trionfato nella stagione 2002-2003. Quell’anno però dovette lottare contro un avversario in più oltre che fronteggiare le solite corazzate del campionato inglese.

Arsène Wenger (2003)

Il 2003 vide infatti Roman Abramovich acquistare la quota di maggioranza del Chelsea. Il magnate russo rinforzò subito la squadra affiancando a Terry e Lampard l’asso inglese Joe Cole e l’argentino Crespo. Di colpo anche il Chelsea divenne una seria pretendente al titolo.

La rosa degli Invincibili

L’Arsenal dal canto suo aveva una rosa degna di nota. Nell’estate 2003 la porta venne affidata al tedesco Lehmann. La difesa poteva contare su due colonne come Campbell e Kolo Toure e sul giovane terzino inglese Ashley Cole. Il centrocampo invece era nella mani dei senatori: Pires e Patrick Vieira con un giovane Gilberto Silva al fianco del mediano francese.

Il reparto offensivo poteva contare su Dennis Bergkamp e Thierry Henry. Il primo era reduce dalla deludente esperienza italiana con la maglia dell’ Inter. A Londra però riuscì ad ambientarsi molto velocemente diventando uno dei cardini della squadra. Alle sue spalle agiva Henry. Francese come il suo allenatore, Henry era stato scaricato dalla Juventus qualche anno prima poiché a Torino non aveva mai convinto. 30 gol nella sola Premier League bastarono per far ricredere tutta Europa sul talento del francese.

T.HENRY (2004)

Dominio Gunners

Gli invincibili chiusero la stagione totalizzando 91 punti in campionato. Undici in più del Chelsea di Claudio Ranieri che dovette accontentarsi della seconda posizione. Henry fu l’attaccante più prolifico della squadra. In totale raggiunse quota 38 gol nell’intera stagione. Kolo Toure il giocatore di movimento più utilizzato da Wenger con 38 presenze su 38.

Gli invincibili (2003-2004)

Gli invincibili conquistarono matematicamente la vittoria dopo il pareggio per 2-2 contro i rivali del Tottenham in quel di Highbury.

La cerimonia di premiazione ad Highbury (2004)

Gli invincibili ottennero una serie di 49 partite senza mai perdere. La striscia vincente vide la sua fine contro il Manchester United a causa di un rigore realizzato dall’ olandese Van Nistelrooy.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20