fbpx

GRAN PREMIO D’AZERBAIGIAN 2022: Gasly e Tsunoda si preparano

Date:

Pierre Gasly e Yuki Tsunoda si preparano al GP D’Azerbaigian 2022. Ecco le loro preoccupazioni e cosa si aspettano da questo nuovo appuntamento del circuito di Formula 1.

Pierre Gasly prima del GP D’Azerbaigian 2022

Ero davvero sventrato per come è andata a Monaco perché siamo stati molto veloci in tutte le sessioni di prove libere e mi sono sentito molto a mio agio con la pista. Siamo riusciti a trovare una buona messa a punto della macchina per questo circuito unico e poi, nell’unica sessione in cui dovevamo davvero sistemare tutto per bene, abbiamo commesso degli errori che ci sono costati caro, dato che le qualifiche sono la sessione più importante del weekend . Non ce l’abbiamo fatta bene e poi, partendo da dietro, è più o meno mission impossible. Ma ero contento delle condizioni di bagnato, perché ci avrebbero dato più possibilità. Posso essere molto contento della gara, prendendo dei rischi, rientrando ai box al primo giro per l’Inter in condizioni di scarsa aderenza, sorpassando auto e dando spettacolo, quindi è stato frustrante non essere ricompensato con almeno un punto. Come squadra sappiamo di avere del lavoro da fare per esibirci ai massimi livelli nelle prossime gare. Sappiamo che il livello delle prestazioni c’è, quindi continueremo a spingere anche se finora non abbiamo avuto successo, ma ci sono segnali che abbiamo ancora molte possibilità di fare qualcosa di buono, magari a partire da questo fine settimana a Baku. Ho un buon feeling con questa gara, dato che la pista di Baku è composta solo da curve lente e sappiamo che, finora quest’anno, sembriamo faticare di più nelle curve ad alta velocità. Quindi, penso che il layout potrebbe potenzialmente adattarsi a noi. Non dobbiamo dimenticare che c’è quel lungo rettilineo principale, quindi dovremo vedere come gestirlo. Ma nel complesso, sono ragionevolmente ottimista che possiamo fare bene lì. L’anno scorso siamo andati molto bene qui, dato che sono arrivato sul podio al terzo posto dopo essermi qualificato quarto ed è stata un’ottima gara per il team dato che anche Yuki era in zona punti al settimo posto. Quindi, veniamo a Baku per “difendere” quel risultato. Fare un traino lungo quel lungo rettilineo finale sarebbe utile per le qualifiche, ma a parte questo, è un altro circuito cittadino, molto tortuoso e stretto con caratteristiche simili a Monaco.

GP D’Azerbaigian 2022 cosa si aspetta Yuki Tsunoda

Dall’ultima gara ho passato un po’ di tempo in fabbrica e abbiamo avuto diversi incontri per analizzare quello che è successo a Monaco. Eravamo costantemente tra i primi dieci durante tutte le sessioni di prove libere, quindi avevamo grandi aspettative all’inizio delle qualifiche, pensando che avremmo portato entrambe le vetture nella Q3. Sfortunatamente, si è rivelata la nostra qualifica più scadente dell’anno, aggravata dal fatto che il mio problema in Q1 ha influenzato anche la prestazione di Pierre, anche se non sono sicuro del motivo per cui la sessione è stata interrotta per un incidente così piccolo. Ma la conclusione è che non dovresti schiantarti contro il muro in Quali! Per quanto riguarda la gara la pioggia, che a volte può aiutare, non ha giocato a mio favore. Forse la prossima volta. Ora andiamo a Baku, che è stata una gara davvero forte per noi l’anno scorso. Mi sono qualificato ottavo ed ero quinto in gara fino a quando ho perso un paio di posizioni negli ultimi istanti dopo la bandiera rossa, che ha lasciato una gara di un giro al traguardo. Non ci sono molti aspetti negativi o parti che non mi piacciono di Baku. Mi piace particolarmente il settore 2, dove va oltre i vecchi edifici, e ci sono molte opportunità di passaggio non solo sul lunghissimo rettilineo, quindi in generale mi piace. Spero che potremo avere una settimana di gara pulita in Azerbaigian e segnare alcuni punti. La squadra ha bisogno di un weekend forte, mettendo tutto insieme per il miglior risultato possibile. Non dobbiamo ripetere quello che è successo a Monaco”.

Behind The Visor

C’è solo così tanta pratica che puoi fare su un’auto di Formula 1, quindi è ciò che i piloti fanno FUORI dall’auto che fa la differenza durante un weekend di F1. Pierre Gasly e Yuki Tsunoda ci hanno fatto sapere quali sono i loro metodi migliori per ottenere la perfetta configurazione dell’auto nel nostro ultimo episodio Dietro la visiera!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

MotoGP, GP Thailandia: la follia meteorologica riapre il mondiale

La pioggia del GP di Thailandia, oltre a mettere...

Leeds United vs Aston Villa – pronostico e possibili formazioni

Il Leeds United cercherà di interrompere una striscia di...

Manchester City vs Manchester United – pronostico e possibili formazioni

Due acerrime rivali con il gusto della vittoria si...

Palermo vs Südtirol 0-1: rosanero sconfitti al “Barbera”

Termina il match delle ore 14 al Renzo Barbera...