Nel posticipo della dodicesima giornata di Serie A, la Juventus supera di misura il Milan allo Stadium e si riporta in testa alla classifica con un punto di vantaggio sull’Inter. Ci è voluta una strepitosa giocata di Dybala (subentrato a Ronaldo) per risolvere un match che si era fatto complicato per merito di un Milan ben messo in campo e che ha più volte ha tenuto sotto scacco i campioni d’Italia, senza sfruttare le occasioni create specie nel primo tempo.

Le formazioni:

Sarri conferma il 4-3-1-2 con il rientro di Cuadrado a destra, Alex Sandro a sinistra, Bonucci e De Light centrali. A centrocampo, accanto a Pjanic agiscono Matuidi e Bentancur. In avanti, Bernardeschi rifinitore dietro alle punte Higuain e Ronaldo.

4-3-3 per Pioli che schiera Donnarumma tra i pali, Conti, Romagnoli, Duarte e Theo Hernandez in difesa. A centrocampo, Bennacer, Krunic e Paqueta’. In attacco, tridente composto da da Suso, Calhanoglu e Piatek.

Primo tempo:

La Juve prova a fare la partita fin dalle prime battuta, ma appare stanca e poco lucida. Al 14′, ci prova Higuain con una girata che Donnarumma respinge con i piedi. Il Milan, dal canto suo, si mostra ordinato e mette in difficoltà la retroguardia bianconera in almeno tre occasioni. Inizia Piatek con un colpo di testa in area di rigore senza inquadrare la porta. Prosegue Paquueta’ che indirizza la palla sotto l’incrocio trovando la deviazione di Szcezny. Poi ancora ci prova Theo Hernandez con un destro dal limite che impegna severamente il portiere bianconero. La risposta dei bianconeri è tutta in un tiro dal limite di Bernardeschi che sfiora la traversa.

Secondo tempo:

Dieci minuti dopo la ripresa, Sarri decide di sostituire uno spento Cristiano Ronaldo con Dybala. Il portoghese la prende malissimo indirizzando parole poco piacevoli verso la panchina. Ma la mossa del tecnico bianconero di rivela decisiva. Al 77′, la Joya finalizza alla perfezione con destro chirurgico uno scambio tra Douglas Costa, subentrato a Bernardeschi, e Higuain. Il Milan, colpito nel morale, cerca di riprenderla anche con gli ingressi di Rebic e Leao, ma non basta. Vince la Juve che va alla sosta con il primato in classifica.

Il Tabellino:

JUVENTUS(4-3-1-2): Szcezny, Cuadrado, Bonucci, De Light, Alex Sandro, Pjanic, Bentancur, Matuidi (71’st Rabiot), Bernardeschi(61’st Douglas Costa), Ronaldo(55’st Dybala), Higuain. A disposizione: Buffon, Demiral, Rugani, Emre Can, Khedira, Dybala, Rabiot, Douglas Costa, Ramsey. All. Maurizio Sarri

MILAN(4-3-3): Donnarumma, Conti, Romagnoli, Duarte, Theo Hernandez, Bennacer, Krunic(66’st Bonaventura), Paqueta’( 85’st Rebic), Suso, Calhanoglu, Piatek(66’st Leao). A disposizione: Reina, Calabria, Gabbia, Rodriguez, Bonaventura, Leao, Rebic. All. Stefano Pioli

Arbitro: Maresca

Marcatore: 77’st Dybala(J)

Angoli: 5-4

Recupero: 1’pt, 4’st

Ammoniti: Cuadrado, Bennacer, Calhanoglu

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.