― Advertisement ―

spot_img

Villarreal vs Panathinaikos – probabili formazioni

Con due punti di distanza tra le due squadre, Villarreal e Panathinaikos si affronteranno giovedì 30 novembre in un incontro cruciale di Europa League. La...
HomeMotoriFormula UnoLa FIA cercherà di colmare la lacuna che la Red Bull ha...

La FIA cercherà di colmare la lacuna che la Red Bull ha esposto con Sergio Perez al GP del Giappone di F1

Secondo quanto riferito, la FIA cercherà di chiudere la falla che la Red Bull ha esposto con Sergio Perez durante il Gran Premio del Giappone di F1.

Perez ha vissuto una gara da incubo a Suzuka, scontrandosi con Lewis Hamilton al primo giro e poi scontrandosi maldestramente con Kevin Magnussen.

Il messicano ha preso due penalità separate di cinque secondi ed è stato chiamato a ritirarsi con la sua Red Bull al 15° giro, poco dopo l’incidente con Magnussen.

Il motivo per cui Perez si è ritirato, è tornato e si è ritirato di nuovo in Giappone
Tuttavia, Perez è stato bizzarramente rimandato in gara 26 giri dopo per scontare la sua seconda penalità di tempo, dopo che era emerso che la sua punizione poteva essere riportata al prossimo Gran Premio, potenzialmente sotto forma di una retrocessione in griglia.

Dopo essere rientrato ai box per scontare la penalità, Perez è stato richiamato ai box per ritirarsi definitivamente al 43° giro.

Secondo Ted Kravitz, giornalista di Sky F1, la FIA è intenzionata a risolvere il problema in tempo per la prossima gara in Qatar.

“Lui [Perez] era un DNF, poi non lo era, poi era di nuovo un DNF”, ha detto Kravitz nel suo taccuino post-gara su Sky.

“Si è scontrato con Hamilton alla partenza, è dovuto rientrare ai box sotto la Safety Car per un nuovo muso. Ha scontato una penalità ma non tutte. Ha effettuato un sorpasso sotto Safety Car e ha ricevuto una penalità di cinque secondi, poi ha colpito Magnussen e ha dovuto fare un altro pitstop.

L’hanno fermato per sette o otto giri e poi si sono accorti che c’è una scappatoia nel regolamento che significa… la regola dice: “I commissari sportivi possono imporre una penalità in griglia alla prossima gara se non si sconta la penalità di cinque secondi per certe infrazioni””.

Jonathan Wheatley [direttore sportivo della Red Bull] e il team stavano pensando che è possibile, e forse probabile, che gli steward impongano una penalità in griglia alla prossima gara se non hanno scontato la loro penalità”.

“Hanno visto questa scappatoia. Hanno chiesto alla FIA se era d’accordo che, se fossero rientrati in gara e avessero scontato la penalità, il problema sarebbe stato risolto. La FIA ha detto di sì, così l’hanno fatto e ha funzionato.

“Credo che Checo fosse già nei suoi jeans a prendere un gelato!

“Posso dire che la FIA, dopo aver visto questa scappatoia, ha intenzione di chiuderla rapidamente per la prossima gara.

“Per dire che, per certe infrazioni, se la penalità non è stata scontata, deve essere una penalità in griglia alla gara successiva.

“Non permetteranno alla Red Bull di farla franca giocando con le regole. È stata una mossa intelligente, non fraintendetemi! Davvero intelligente. Se fossi il team manager direi: “Fallo assolutamente!”.

“È stato fantastico, ma la FIA, a quanto pare, non è molto contenta”.