Alla squadra di Liverani il derby pugliese, secondo il pronostico della vigilia dettato dal divario in classifica delle due squadre.

Nella 28° giornata del campionato di serie B, nessuna sorpresa allo stadio “Via del Mare” dove davanti a poco più di 11000 spettatori si sono affrontate due squadre in evidente differenza di obiettivi. Assenti sugli spalti i tifosi foggiani. Negata la possibilità di vendita dei biglietti ai residenti di Foggia e provincia a seguito dei tafferugli occorsi nella gara contro il Benevento. Lotta per la promozione in casa giallorossa, per la salvezza in casa rossonera. La squadra di Padalino arriva a Lecce con una rosa risicata: Gerbo squalificato, si aggiunge alle assenze di Camporese, Martinelli, Galano, Ingrosso e Deli.

Nel primo tempo, dopo un iniziale momento di studio, le due squadre si affrontano a viso aperto, con numerosi scambi di fronte ed un approccio molto fisico che contribuisce a spezzettare il gioco. Due ammoniti, entrambi tra le file del Foggia: Ranieri e Loiacono. Nel Lecce su tutti La Mantia che si propone spesso in avanti impegnando la difesa ed il portiere avversari.

La ripresa non cambia il tema con il Lecce sempre pericoloso e che riesce a chiudere bene la difesa e controllare le azioni in attacco degli avversari.

L’azione dell’ unico gol della partita si sviluppa dalla fascia destra, palla diretta verso i 20 metri dell’area da cui Petriccione fa partire un cross verso il centro. Pronto La Mantia ad intercettarlo di testa ed infilare alle spalle di Leali, incrociando sul palo opposto.

Prossimo turno ancora impegnativo per il Foggia che sarà opposto al Cittadella, mentre il Lecce sembra avere un’ottima opportunità di aumentare le chance promozione contro il Crotone in coda classifica.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (80′ Arrigoni), Majer (74′ Tabanelli); Mancosu; Falco, La Mantia. A disp: Bleve, Milli, Riccardi, Cosenza, Tumminello, Haye, Marino, Saraniti, Felici, Pierno. Allenatore: Liverani

FOGGIA (3-5-2): Leali; Loiacono, Billong, Ranieri; Ngawa (77′ Cicerelli), Agnelli (84′ Matarese), Greco (64′ Chiaretti), Busellato, Kragl; Iemmello, Mazzeo. A disp: Noppert, Tonucci, Zambelli, Marcucci, Boldor. Allenatore: Padalino

Marcatore: 59′ La Mantia

Ammoniti: Calderoni, Lucioni (L), Ranieri, Loiacono, Kragl (F).

Espulsi: al 90′ Busellato (F) per proteste;

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.