― Advertisement ―

spot_img

Celta Vigo vs Almeria – probabili formazioni

La ricerca della prima vittoria della Liga 2023-24 da parte dell'Almeria continuerà venerdì 1 marzo sera quando si recherà all'Estadio Municipal de Balaidos per...
HomeCalcio InternazionalePremier LeagueManchester City vs Tottenham Hotspur - probabili formazioni

Manchester City vs Tottenham Hotspur – probabili formazioni

Il Manchester City e il Tottenham Hotspur cercheranno di tornare a vincere in Premier League quando si affronteranno in un’interessante sfida all’Etihad Stadium domenica 3 dicembre pomeriggio.

Mentre gli Spurs sperano di porre fine a una striscia di sconfitte di tre partite, i Citizens cercano di evitare di rimanere senza vittorie per tre volte in massima serie per la prima volta dal 2017. Il calcio di inizio di Manchester City vs Tottenham Hotspur è previsto alle 17:30

Anteprima della partita Manchester City vs Tottenham Hotspur a che punto sono le due squadre

Manchester City

Dopo tre settimane di permanenza in vetta alla Premier League, i campioni in carica del Man City hanno ceduto il primato all’Arsenal dopo aver ottenuto pareggi consecutivi nelle ultime due partite di campionato con Chelsea e Liverpool.

La serie di 23 vittorie dei Citizens all’Etihad è finita dopo che Trent Alexander-Arnold ha annullato l’apertura da record di Erling Haaland con un dolce colpo a 10 minuti dal termine per aiutare il Liverpool a salvare un pareggio per 1-1 lo scorso fine settimana, ma gli uomini di Pep Guardiola si sono ripresi appena tre giorni dopo in Champions League.

In effetti, il Man City ha dovuto faticare per ottenere i tre punti nella sfida casalinga di martedì con l’RB Leipzig, visto che all’intervallo era sotto di due gol, ma Haaland, Phil Foden e Julian Alvarez sono andati in rete dopo l’intervallo per ribaltare la partita e assicurare ai titolari il primo posto nel Gruppo G con una partita di anticipo.

Il fatto di aver mantenuto solo cinque reti di scarto in 20 partite in tutte le competizioni in questa stagione sarà motivo di preoccupazione per Guardiola, ma la sua squadra ha vinto 11 delle 15 partite in cui ha subito gol, dimostrando quanto si sia affidata alla sua eccezionale capacità di segnare.

Il Man City, che nella scorsa stagione ha rimontato due gol di svantaggio all’intervallo per battere il Tottenham per 4-2 in casa, non può permettersi di abbassare i suoi standard abituali nelle prossime due partite di alta classifica contro gli Spurs e l’Aston Villa, se vuole rimanere a distanza di sicurezza dalla nuova capolista Arsenal, che attualmente si trova a un solo punto dai Citizens in seconda posizione e si sta preparando per due incontri favorevoli contro Wolves e Luton Town.

Dall’arrivo di Guardiola nel 2016, il Man City ha perso più partite contro il Tottenham (sei) che contro qualsiasi altro avversario, subendo 19 gol – solo il Liverpool (sempre 19) ne ha segnati altrettanti contro i Citizens in questo periodo. Tuttavia, lo stato di forma del Man City in casa contro gli Spurs è di buon auspicio in vista della sfida di domenica, visto che ha ottenuto nove vittorie, due pareggi e solo due sconfitte negli ultimi 13 incontri di campionato con i Lilywhites all’Etihad.

Tottenham Hotspur

Il Tottenham era in testa alla classifica della Premier League dopo 10 partite, dopo un inizio di campagna sorprendente ma eccezionale, ma novembre si è rivelato un mese da dimenticare per la squadra di Ange Postecoglou: tre sconfitte consecutive e la perdita di diversi giocatori chiave per infortunio hanno fatto deragliare la stagione.

Chelsea, Wolves e Aston Villa hanno avuto la meglio su una squadra esaurita come quella degli Spurs, che sono diventati il quinto club nella storia della Premier League a perdere tre partite di fila dopo aver segnato per primi, quando hanno subito una sconfitta casalinga per 2-1; Giovani Lo Celso ha portato in vantaggio i Lilywhites, ma hanno dovuto rimpiangere una pletora di occasioni mancate e il Villa ha lottato per ottenere il massimo dei punti grazie ai gol di Pau Torres e Ollie Watkins.

Sebbene gli Spurs abbiano raccolto tre punti in più rispetto a questa fase della scorsa stagione, il loro recente calo di forma li ha visti scivolare fuori dalle prime quattro posizioni e scendere al quinto posto. Tuttavia, una vittoria domenica li aiuterebbe a portarsi a pari punti con il Man City, secondo in classifica, prima di dedicarsi alle due partite casalinghe con i rivali londinesi del West Ham United e con il Newcastle United, che spera di entrare nella top four.

David Pleat è stato l’ultimo manager del Tottenham a perdere quattro partite di fila in Premier League, nel marzo-aprile 2004, e sebbene Postecoglou possa lavorare con risorse limitate, gli Spurs hanno motivo di essere ottimisti in vista della sfida di domenica all’Etihad, considerando i loro recenti precedenti contro il Man City.

Infatti, il Tottenham ha vinto cinque degli ultimi sette incontri di Premier League con i Citizens, tanti quanti ne aveva vinti nei precedenti 19, compresa la vittoria per 3-2 in trasferta nel febbraio dello scorso anno, quando Harry Kane mise a segno un drammatico gol al 95° minuto. Gli Spurs sono una delle due sole squadre della massima serie, insieme al Brentford, ad aver ottenuto il massimo dei punti all’Etihad dal novembre 2021.

Notizie dalle squadre

Il centrocampista del Man City Mateo Kovacic è tornato ad allenarsi dopo aver saltato le ultime due partite per un infortunio alla coscia e potrebbe essere selezionato tra i convocati, ma Kevin De Bruyne (bicipite femorale) resta fuori e Matheus Nunes (muscolo) è in forte dubbio, mentre John Stones – che ha fatto da sostituto non utilizzato nelle ultime due partite dopo aver recuperato da un problema muscolare – sarà valutato prima del calcio d’inizio.

Il portiere titolare Ederson dovrebbe tornare nell’undici titolare a scapito di Stefan Ortega, mentre Nathan Ake spererà di sostituire Josko Gvardiol sulla fascia sinistra della difesa; sia Kyle Walker che Ruben Dias sono destinati a mantenere il loro posto nella formazione titolare.

Manuel Akanji potrebbe partire in un ruolo ibrido a centrocampo per la quarta partita consecutiva al fianco di Rodri, ma potrebbero esserci dei cambiamenti anche in avanti: sia Alvarez che Jeremy Doku sono in lizza per essere richiamati a scapito di Rico Lewis e Jack Grealish.

Per quanto riguarda il Tottenham, la lunga lista di infortunati comprende Rodrigo Bentancur (caviglia), James Maddison (caviglia), Micky van de Ven (tendine del ginocchio), Richarlison (bacino), Manor Solomon (ginocchio), Ivan Perisic (ginocchio), Ryan Sessegnon (coscia), Ashley Phillips (caviglia), Alfie Whiteman (caviglia) e Pape Matar Sarr (muscolo).

Cristian Romero sconterà la terza e ultima partita della sua squalifica di tre partite, ma Yves Bissouma è disponibile a rientrare dalla sua stessa sospensione e dovrebbe partire a centrocampo al fianco di Lo Celso o Pierre-Emile Hojbjerg.

Postecoglou potrebbe continuare a schierare Emerson Royal e Ben Davies a centrocampo davanti a Eric Dier, mentre Son Heung-min – che ha segnato sei dei suoi otto gol in Premier League in questa stagione fuori casa – sarà supportato in attacco da Brennan Johnson, Bryan Gil e Dejan Kulusevski, quest’ultimo in gol nelle ultime due visite all’Etihad.

Probabili formazioni Manchester City vs Tottenham Hotspur

Possibile formazione titolare del Manchester City:
Ederson; Walker, Dias, Ake; Akanji, Rodri; Foden, Alvarez, Bernardo, Doku; Haaland

Possibile formazione iniziale del Tottenham Hotspur:
Vicario; Porro, Emerson, Davies, Udogie; Bissouma, Lo Celso; Johnson, Kulusevski, Gil; Son