PSG-City 1-2, questo il risultato alla fine dei novanta minuti regolamentari. La formazione inglese espugna il Parco dei Principi grazie alla reti di De Bruyne e Mahrez nella ripresa. Tanto rammarico per il club francese che dovrà giocarsi la qualificazione a Manchester tra meno di sette giorni.

PSG-City: scontro tra i due club più ricchi d’Europa

PSG-City 1-2: risultato giusto?

La prima frazione di gara è stata ampiamente controllata e dominata dalla formazione francese. Pochettino ha incentrato la gara sul pressing costante sui portatori di palla del Manchester City. La forte pressione dei giocatori del PSG, ha impedito al City di ragionare e trovare lo spazio necessario per imbucare in area avversaria. Area avversaria che nel primo tempo è sembrato solo un miraggio grazie alla perfetta stabilità ed organizzazione della difesa parigina. Proprio dalla difesa francese, arriva il gol che sblocca la gara. La firma è dell’ex Roma Marquinhos che di testa trasforma un calcio d’angolo di Di Maria al minuto 15.

Il primo tempo potrebbe concludersi 3-0 per il PSG ma sono tante le occasioni sprecate dai francesi, orfani del migliore Mbappe che per la prima volta in carriera, concluderà una partita di Champions League senza mai tirare in porta. Il giovane francese per una sera sembra essere sceso sulla terra. La seconda frazione di gioco però vede uscire dagli spogliatoi un Manchester City rabbioso e forte che fa girare la palla con molta più velocità. Il primo gol però arriva in maniera casuale: De Bruyne scodella una palla al centro che viene letta male dal portiere Navas e si deposita in rete. Il secondo gol del City arriva su calcio di punizione. Solo più le colpe della barriera che i meriti di Mahrez che comunque si iscrive al tabellino dei marcatori disputando una grande partita per qualità ed intensità. Tuttavia, il PSG sembra essersi spento e il colpo di grazia arriva con la giusta espulsione di Gueye a pochi minuti dal fischio finale. Il Manchester City torna in Inghilterra con il parziale a suo favore. Il PSG dovrà restituire il favore agli inglesi per raggiungere la seconda finale di Champions League consecutiva.

Gli episodi fanno la differenza

Mai come in questa semifinale di UEFA Champions League, gli episodi hanno fatto la differenza. Il gol di Marquinhos ha permesso al PSG di controllare la prima frazione di gioco abilmente. Il talento di Neymar e la classe di Di Maria hanno costretto il City a restare all’angolo, nel tentativo di parare i colpi della formazione parigina. Unico vero assente del match è stato Mbappe. La futura stella del calcio europeo, per una notte ha mostrato a tutti che la sua origine non è divina bensì umana.

Gli episodi invece hanno completamente ribaltato il risultato. Il Manchester City sembrava aver perso fiducia nei propri mezzi e il gol casuale di De Bruyne ha ridato smalto ad una squadra in grande difficoltà. La formazione inglese infatti, aveva tirato solo una volta in porta in circa 60 minuti di partita. Tuttavia, la fortuna è cieca e nella serata di ieri ha assistito la formazione dei “citizens”. Il secondo gol ha messo in ginocchio il PSG. La palla calciata da Mahrez ha attraversato la barriera, trovando l’unico pertugio disponibile e beffando un incolpevole Navas. Da quel momento, i parigini sono completamente usciti dalla gara e hanno anche rischiato di subire il 3-1 con una bellissima azione personale di Foden fermata dal guanto del portiere nato in Costa Rica. Tutta la tranquillità e la fiducia del PSG si è sciolta come neve al sole, mettendo in mostra le difficoltà di una squadra che non ha ancora preso coscienza del nuovo modulo e della disposizione in campo del tecnico Pochettino, arrivato solo pochi mesi fa per sostituire Tuchel.

Tabellino

PSG (4-2-3-1) Navas; Florenzi, Marquinhos, Kimpembe, Bakker; Gueye, Paredes; Di Maria, Verratti, Neymar; Mbappe ALL. Pochettino

MANCHESTER CITY (4-3-3) Ederson; Walker, Stones, Dias, Cancelo; Gundogan, Rodri, De Bruyne; Mahrez, Silva, Foden ALL. Guardiola

GOL Marquinhos 15′ (P)-De Bruyne 64′ (M)-Mahrez 71′ (M)

ASSIST Di Maria (P)-Zinchenko (M)

AMMONIZIONI Cancelo (M)-Paredes (P)-Neymar (P)-De Bruyne (M)

ESPULSIONI Gueye (P)

Sito ufficiale UEFA.com

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20