roger federer giocherà fino a quando sarà vecchio

Il campione 20enne del Grand Slam Roger Federer insiste che il suo amore per il tennis non si fermerà mai. Anzi, afferma che giocherà anche quando invecchierà. Federer, che dovrebbe compiere 39 anni il prossimo agosto, è classificato quarto al mondo ed è ancora uno dei migliori giocatori.

Roger Federer giocherà a tennis anche una volta invecchiato

Alcuni credevano che la carriera di Federer fosse finita dopo aver subito un intervento chirurgico al ginocchio a fine stagione nel 2016, ma lo svizzero ha stupito tutti. Ha vinto tre titoli del Grande Slam e ad un certo punto è tornato primo al mondo.

A febbraio, il 38enne ha subito un intervento chirurgico artroscopico al ginocchio, ma la sua guarigione non è andata come previsto, così ha deciso di sottoporsi a un secondo intervento chirurgico al ginocchio lo scorso giugno. “Ma quando sarò vecchio, sicuramente giocherò ancora a tennis”, ha dichiarato Federer a SRF Sport.

Il recupero di Federer dal secondo intervento chirurgico al ginocchio sta andando bene e lo svizzero spera di tornare in campo ad allenarsi ad agosto e di essere pronto a giocare agli Australian Open a gennaio.


Federer saluta i tifosi: «Ci rivediamo nel 2021»


L’enorme amore di Federer per il gioco è ben noto

Di recente, l’allenatore di Federer Severin Luthi ha dichiarato che il 20 volte campione del Grand Slam non ha mai voluto fare una pausa e tornare a casa. “La mia sensazione è assolutamente che non sarà affatto così. Adora ancora molto la vita del tour. Quasi ogni giocatore ad un certo punto dice che deve tornare a casa perché avrebbe bisogno di una pausa. Non l’ho sentito una volta da lui in tutti gli anni. Lo rende piacevole durante il tour, conosce molte persone, ha amici dappertutto.”, ha detto Luthi alla rivista svizzera di tennis Smash.

Durante la sua intervista con la rivista svizzera di tennis Smash, Luthi ha anche detto che crede che Federer possa tornare con successo. Luthi ha anche suggerito che l’infortunio sarebbe arrivato nel miglior momento possibile mentre il Tour è sospeso. “Penso di sì. Se qualcuno ha avuto un infortunio, il 2020 è stato un anno ideale in retrospettiva, soprattutto considerando le classifiche. Tuttavia, non ha una grande influenza su di lui personalmente. Non è la persona che è seduta a casa, frustrata e che pensa: stanno giocando ma non posso”, ha detto Luthi.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20