Tutto facile per la Juve che all’Allianz Stadium batte agevolmente il Bologna per 2-0  e si conferma leader indiscussa del torneo con sei vittorie consecutive. Netta la supremazia tecnica e territoriale dei bianconeri che hanno chiuso la pratica già dopo un quarto d’ora, grazie alle reti del ritrovato Dybala e di Matuidi. La ripresa si è così rivelata un semplice allenamento anche per l’inconsistenza del Bologna, mai pericoloso dalle parti di Perin.

LA PARTITA:

Allegri scegli il 3-5-2 con Perin in porta, difesa composta da Bonucci affiancato da Barzagli e Benatia. A centrocampo, Pjanic, Bentancur e Matuidi con Cancelo e Cuadrado sulle fasce. In attacco, Dybala e Ronaldo.

4-4-2 per il Bologna di Inzaghi: Skorupsky tra i pali, Calabresi, Danilo, Paz e Mbaye in difesa. A centrocampo, Di email,  Nagy, Dijks e Kreijc. In avanti, Falcinelli e Destro.

Primo tempo:

Dopo due minuti, Cancelo si accentra sulla sinistra e tira, Skorupsky blocca senza problemi. Al 10′, si fa vedere anche il Bologna con un destro telefonato di Dzemaili. Al 11′, vantaggio bianconero: tiro di Matuidi respinto da Skorupsky, interviene Dybala che calcia al volo e deposita in rete. Passano quattro minuti e arriva il raddoppio: Ronaldo mette al centro per Matuidi, che da posizione defilata, mette la sfera sotto la traversa. Bologna tramortito. Al 27′, Ronaldo si libera in area di rigore, tiro potente che Skorupsky respinge. Al 33′, ammonito Pjanic per gioco pericoloso su Kreijc. Stessa sorte ,al 36′, per Paz su Bentancur. Dopo un minuto di recupero, si chiude un primo tempo a senso unico.

Secondo tempo:

Al 50′, proteste del Bologna per una presunta gomitata di Benatia a Dzemaili. Per l’arbitro è tutto regolare. Al 53′, rovesciata sbilenca di Destro con palla sul fondo. Al 64′, cambio nella Juve: fuori Pjanic, dentro Emre Can. Al 67′, entrata a piedi uniti di Danilo su Ronaldo. Ammonito. Al 68′, doppio cambio tra i rossoblu: fuori Destro e Falcinelli, dentro Santander e Okwonkwo. Al 71′, ammonito Calabresi che strattona Ronaldo. Per il medesimo fallo viene sanzionato anche Cuadrado che, un minuto dopo, lascia spazio a Bernardeschi. All’80’, punizione dal limite calciata da Kreijc, Perin blocca in due tempi. All’87’, Allegri inserisce Alex Sandro per Barzagli, Inzaghi risponde con Orsolini al posto di Dijks. Poco prima del fischio finale, Skorupsky nega la gioia personale ad Emre Can, protagonista di un doppio tentativo.

IL TABELLINO :

JUVENTUS (3-5-2): Perin, Bonucci, Benatia, Barzagli ( 87′ st Alex Sandro), Cuadrado( 76’st Bernardeschi), Bentancur, Pjanic (64’st Emre Can ), Matuidi, Cancelo, Dybala, Ronaldo. A disp: Szczesny, Alex Sandro, Bernardeschi, Emre Can, Chiellini, Mandzukic, Pinsoglio, Rugani, Keane.  All. Massimiliano Allegri 

BOLOGNA (4-4-2) : Skorupsky, Calabresi, Danilo, Paz, Mbaye, Nagy, Dijks( 88’st Orsolini),Kreijci, Dzemaili Falcinelli (87’st Santander), Destro ( 87’st Okwonkwo). A disp : Da Costa,  De Maio, Gonzalez, Okwonkwo, Orsolini, Santander, Santurro, Svanberg, Valencia. All. Filippo Inzaghi 

Marcatori: 12′ pt Dybala (J), 16′ pt Matuidi (J)

Arbitro: Mariani Maurizio 

Angoli: 3-0

Recuperi: 1’pt,  3’st 

Ammoniti: Barzagli (J), Pjanic (J), Cuadrado (J), Calabresi (B), Danilo ( B), Paz (B)

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20