Ufficializzata dal Consiglio Federale la vittoria dello scudetto per la stagione 2019-2020 della Juventus Women. L’assegnazione è stata decisa questa mattina dopo lo stop, decretato nei giorni scorsi, dovuto alla necessità di garantire la sicurezza sanitaria alle atlete e a tutti gli addetti ai lavori. Nella seduta di oggi è stato definitivamente deciso quindi che giocheranno la Champions League, come da regola, le prime due squadre classificate: Juventus e Fiorentina. Retrocessione per Tavagnacco e Orobica Bergamo.

Festa grande in quel di San Marino per la promozione in serie A. Sarà la squadra allenata da Alain Conte ad affiancare il Napoli nella salita verso la massima serie. Dalla B retrocedono in C Novese e Perugia. La novità per la serie cadetta è l’allargamento del torneo alla partecipazione di 14 squadre.

La sfida della Juventus per il prossimo anno

Stabilite anche le date. La nuova stagione di serie A prenderà il via il 22 agosto mentre la serie B inizierà il 13 settembre. Rimangono 2 le promozioni in A salgono a 4 le retrocessioni in C. In Coppa Italia giocheranno 26 squadre e altra novità arriva dalla Supercoppa. Per questa competizione, considerando la sospensione, si è preferito pensare ad una nuova formula. Prevede che a giocarsi il titolo saranno le prime 4 squadre classificate: Juventus, Fiorentina, Milan e Roma. Cambio di paradigma per il campionato Primavera, due elivelli di competizione a partire dal 2021/2022 con stesso meccanismo di promozione e retrocessione tra i due tornei come accade per la serie A e serie B.

Professionismo nel futuro

Nodo centrale del Consiglio riguardo il calcio femminile è stata la decisione presa sulla questione professionismo. Il presidente Gravina ha fatto una proposta ampiamente condivisa dal Consiglio. Avviare un progetto graduale che abbia come obiettivo quello di riconoscere il professionismo per le atlete a partire dalla stagione 2022/2023. Un tempo che si è ritenuto congruo per preparare al meglio tutto il sistema che dovrà formalizzare la parità come da tempo chiede tutto il settore.

Calcio femminile in lutto per la morte di Arianna Varone

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20