Alla Sardegna Arena la squadra di Spalletti interrompe la striscia di cinque risultati utili consecutivi con una prestazione incolore alle porte della delicata sfida di Francoforte

Nell’anticipo della XXVI giornata di Serie A il Cagliari ospita l’Inter a San Siro, continua il periodo delicato per la squadra di Spalletti attesa anche dalla difficile trasferta di Europa League a Francoforte mentre gli isolani vogliono ribaltare il trend negativo in casa dove hanno raccolto soltanto una vittoria nelle ultime cinque partite.

I ritmi sono alti fin dai primi minuti con il Cagliari che prova ad aggredire alto e a non lasciar giocare gli avversari, la prima occasione della partita capita sui piedi di Ionita che però non trova lo specchio della porta in tuffo all’11’; gli uomini di Spalletti rispondono con la conclusione di Perisic che su cross di D’Ambrosio scalda i guantoni a Cragno.

I padroni di casa dominano nel gioco in questa fase di partita e si rendono ripetutamente pericolosi prima con il colpo di testa di Faragò poi con la girata di Pavoletti che mette in difficoltà Handanovic, risolve Skriniar.

La squadra di Maran approfitta del predominio territoriale per portarsi in vantaggio al 31′ grazie al colpo di testa di Ceppitelli su punizione di Cigarini; la gioia del Cagliari dura però solo 7′ fino a quando Martinez rimette le cose a posto sfruttando al meglio un cross di Nainggolan per battere Cragno di testa sul primo palo.

Prima dell’intervallo l’Inter si rende pericolosa con il cross insidioso di Perisic annullato da Cragno ma al 43′ subisce il vantaggio rossoblu con la girata dal limite di Pavoletti su cross di Srna che sorprende Handanovic sul primo palo; si va negli spogliatoi sul risultato di 2-1.

Nella ripresa il copione della partita cambia con la squadra di Spalletti obbligata ad attaccare per trovare il pareggio e i padroni di casa che si rifugiano nella propria metà campo a difesa del vantaggio minimo, al 56′ Politano si rende pericoloso con un tiro mancino insidioso che Cragno riesce a deviare e 6′ più tardi Martinez non trova la deviazione decisiva su cross di Perisic per una questione di centimetri.

Spalletti inserisce Borja Valero e Ranocchia come attaccante aggiunto, nel finale è un assedio nerazzurro con il centrocampista spagnolo che si mangia il gol del pari all’83’ mandando alta una conclusione dall’interno dell’area di rigore mentre Martinez fa tremare la Sardegna Arena con un colpo di testa che Cragno riesce a deviare miracolosamente sul palo.

Il rigore subìto dall’Inter per fallo di Skriniar su Despodov ma sbagliato da Barella che spara alle stelle non fa che aumentare la voglia di pareggio ma il colpo di testa alto di Candreva al 97′ spegne le speranze nerazzurre, termina così 2-1 la sfida tra Cagliari e Inter.

Altro passo falso per i nerazzurri che si fermano dopo cinque risultati utili consecutivi tra campionato ed Europa League e si preparano nel peggiore dei modi alla sfida di Francoforte con un occhio anche al Milan che ora ha la possibilità di superarli in classifica mentre la squadra di Maran ritrova la vittoria tra le mura amiche dopo cinque turni e conquista tre punti fondamentali in chiave salvezza.

TABELLINO

CAGLIARI – INTER 2-1

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno 6,5; Srna 7, Ceppitelli 7,5, Pisacane 6,5, Pellegrini 7; Faragò 5,5, Cigarini 6,5 (70′ Bradaric 6), Ionita 6,5 (86′ Padoin sv); Barella 7,5; Pavoletti 7,5, Joao Pedro 6,5 (81′ Despodov 6,5)

A disposizione: Rafael, Aresti, Oliva, Leverbe, Thereau, Cacciatore, Lykogiannis, Doratiotto

Allenatore: Rolando Maran 7,5

INTER (4-2-3-1): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 6, De Vrij 5, Skriniar 5, Asamoah 5 (83′ Candreva 5); Vecino 5 (68′ Borja Valero 6), Brozovic 5,5 (88′ Ranocchia sv); Politano 5, Nainggolan 6,5, Perisic 5,5; Martinez 6,5

A disposizione: Padelli, Cedric, Dalbert, Joao Mario, Colidio, Gagliardini, Miranda

Allenatore: Luciano Spalletti 5

Marcatori: 31′ Ceppitelli, 38′ Martinez, 43′ Pavoletti

Arbitro: Banti 6

Ammoniti: 8′ Cigarini; 20′ Joao Pedro; 29′ Skriniar; 66′ Vecino; 71′ Brozovic; 76′ Faragò; 79′ Pavoletti; 90′ Cragno

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20