Calciomercato Roma: il punto della situazione.

Proseguono i lavori in corso in casa Roma, una delle squadre più attive sul calciomercato. Dopo gli acquisti di Diawara, Pau Lopez e Spinazzola, Petrachi si sta muovendo molto per cercare di portare nella capitale i giocatori ideali per l’idea calcistica di Fonseca. Nella giornata di ieri si è svolto un vertice di mercato a Siena per fare un punto della situazione. Paulo Fonseca, Baldini, Fienga hanno incontrato il presidente Pallotta che si trova a Siena in vacanza con la sua famiglia. 

Il punto sulla difesa:

In stand-by la situazione Mancini: stamattina è arrivata una brusca frenata nella trattativa. Come riporta il Messaggero, l’Atalanta vorrebbe chiudere la trattativa entro 48 ore ma Petrachi non sembra essere convinto della valutazione di mercato del giocatore. Inoltre, il difensore atalantino è abituato a giocare in un sistema difensivo a tre e ci sono dei dubbi sul fatto che possa rendere allo stesso modo in una difesa a quattro. L’idea della Roma è quella di far calare il prezzo del cartellino. A riportare questa brusca frenata della trattativa è il giornalista de Il Tempo Filippo Biafora. Nel tweet riporta come Petrachi preferisca Nkoulou del Torino, il quale ha una valutazione di mercato leggermente inferiore a Mancini che si aggira intorno ai 20 milioni.

Intanto però, prende piede l’ipotesi Alderweireld. Il difensore Belga (30 anni) del Tottenham ha una valutazione di mercato intorno ai 40 milioni e potrebbe essere il sostituto ideale di Manolas. Venerdi Baldini volerà a Londra dove si incontrerà con il Tottenham per provare a intavolare una trattativa. A riportarlo è Matteo de Santis, giornalista de La Stampa in un tweet in mattinata.

Nel frattempo, in uscita, la trattativa per Marcano è (quasi) andata in “Porto” letteralmente. Il difensore Spagnolo, voluto fortemente da Monchi, è ormai a un passo dal suo ritorno in Portogallo. Da capire ancora le cifre dell’operazione che si dovrebbe aggirare intorno ai 5 milioni. Inoltre, come riporta O Jogo, Marcano ha accettato un ingaggio più basso rispetto a quello percepito a Roma. In uscita anche Bianda che andrà in prestito al Nantes per fare esperienza.

Il punto a centrocampo:

Obiettivo numero uno Jordan Veretout: oggetto del desiderio di Roma e Milan. I rossoneri stanno provando ad abbassare le richieste della Fiorentina con Massara che intende inserire Lucas Biglia più 15 cash. La Roma, invece, vorrebbeinserire Defrel nella trattativa per arrivare al centrocampista francese. Secco No della Fiorentina, che per Veretout chiede 25 milioni cash. Valutazioni in corso in casa Roma che potrebbe ammortizzare il costo dell’operazione Veretout con i soldi della cessione di El Shaarawy.


Nel frattempo prende piede l’ipotesi Jean Michael Seri come possibile innesto a centrocampo. Il centrocampista classe 91′, di proprietà del Fulham, è una vecchia conoscenza di Paulo Fonseca che lo ha allenato ai tempi del Pacos Ferreira. Un anno fa il giocatore era molto vicino ai giallorossi, con Monchi che lo aveva praticamente acquistato dal Nizza, prima che si inserisse il Fulham. Il suo agente Franklin Mala ha rilasciato delle dichiarazioni in cui parla dell’interesse della Roma per il suo assistito:

“Se abbiamo ricevuto chiamate dalla Roma? Io e il mio partner italiano abbiamo parlato con la Roma un paio di settimane fa. Staremo a vedere come si evolverà la situazione. Seri sarebbe contento di giocare in Italia? Sarebbe felice di giocare in Serie A, la Roma poi è un ottimo club”.

Franklin Mala

Daniele De Rossi si ritira

Secondo quando riporta Sky Sport, Il centrocampista di Ostia è pronto a ritirarsi per intraprendere la carriera da allenatore. Negli ultimi giorni si era parlato dell’ipotesi Fiorentina, che stava cercando a tutti i costi di convincere l’ex capitano della Roma a sposare la causa viola. Offerta rispedita al mittente e ora sembra che la sua decisione sia definitiva. De Rossi ha collezionato nella sua carriera 616 presenze con una sola maglia, quella giallorossa. Roma-Parma, quindi, sarà ricordata come l’ultima partita di Daniele De Rossi.

Dzeko – Higuain

In avanti la situazione è più complicata di come possa sembrare. La Roma sembra intenzionata a cedere Dzeko, promesso sposo dell‘Inter di Conte. Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, nella giornata di ieri c’è stato un contatto e la trattativa è ripartita. Marotta ha presentato una nuova offerta per il bosniaco: 12 milioni di euro più bonus. Finora la Roma era ferma sulla richiesta di 20 milioni, la sensazione adesso è che si possa chiudere a metà strada. Filtra, dunque, ottimismo per la chiusura dell’affare. La Roma, con la cessione di Dzeko, potrebbe dare un affondo decisivo per l’obiettivo numero uno: Gonzalo Higuain. L’attaccante argentino si è presentato nella giornata odierna al J Medical per svolgere le visite mediche di rito. Finite le visite si è intrattenuto con i tifosi per qualche selfie e autografo. Incessanti i cori dei tifosi bianconeri che a gran voce hanno continuato a chiedergli di restare alla Juventus: “Resta con noi, Gonzalo resta con noi”.

Sembra, però, che la dirigenza juventina e Sarri ritengano Higuain fuori dal progetto tecnico. E Higuain sembra essersi rassegnato. Secondo Il Corriere dello Sport, il Pipita sarebbe, infatti, disposto a trasferirsi nella capitale per rilanciarsi. L’ostacolo principale è l’ingaggio: Higuain guadagna 6,5 milioni l’anno ed è legato ai bianconeri per altre due stagioni. Per sbloccare la trattativa, sarà necessario uno sforzo economico anche da parte del club torinese.

Please follow and like us:

Luca Ridolfi Mantero

Nato a Roma nel 1995. Sono uno studente Universitario e Laureando in Comunicazione alla Sapienza di Roma. Il mio dovere e intento è quello di riportare le notizie in modo imparziale, oggettivo e concreto. Eterno amante del Calcio, quello di cui noi ci siamo innamorati da bambini, diverso dal calcio moderno inteso oggi come Business. Ricordo uno spot di sky che recitava: "Se non ci fosse il calcio, non ci sarebbero le partite, i tifosi, le porte. Non ci sarebbero i sogni di tutta una vita, niente lacrime, frustazione, stringere i denti, nessun miracolo, telefonate agli amici, nessun salvatore della patria. Niente paura, gioia, speranza, niente colpo di genio, nessuna esultanza, niente 4-4-2, 4-3-3, niente palla lunga e pedalare, niente "noi vogliamo 11 leoni". Se non ci fosse il calcio, non ci sarebbe niente da fare la domenica sera, niente di cui parlare tutte le altre sere, niente partite improvvisate, niente posti fissi sul divano, niente goal mangiati, niente fuorigioco da spiegare a tua moglie, niente giovani promesse, vecchie glorie, partite da ricordare...Lunga vita al calcio!" *Instagram: lucatwood ; *Twitter: Luca Ridolfi Mantero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.