Nell’andata degli ottavi di finale di Champions League, l’Atalanta fa un sol boccone degli spagnoli ipotecando una storica quanto memorabile qualificazione ai quarti. Hateboore e Ilicic aprono le danze nel primo tempo, mentre Freuler e sempre Hateboore la chiudono trasformando la vittoria in un apoteosi. Di Cherishev la rete che riaccende una flebile speranza per gli spagnoli in vista della gara di ritorno in programma il 10 marzo.

Gasperini tiene a riposo Zapata schierando in attacco Ilicic e Gomez con Pasalic ad agire alle loro spalle. A centrocampo, De Roon e Freuler con Castagne e Goosens sugli esterni. In difesa, Calcare sostiusce all’ultimo momento Djimisti completando il reparto con Toloi e Palomino.

Risponde il Valencia con il 4-4-2: Domenech in porta, Wass, Duahkhabi, Gaya’ e Mangala’ in difesa. A centrocampo, Ferrer, Parejo, Kondogbia e Soler. In attacco, Maxi Gomez e Guedes.

Primo tempo:

I nerazzurri impongono subito il ritmo campionato aggredendo gli spagnoli nella loro metà campo. Prima Gomez con una punizione dal limite e poi Pasalic ipnotizzato da Domenech in uscita, sfiorano il vantaggio. Al quarto d’ora, l’Atalanta va in vantaggio: Gomez trova Hateboore che brucia Gaya’ e insacca da pochi passi. Il vantaggio demotiva un po’ i nerazzurri che sbagliano qualche appoggio di troppo rischiando di subire il pareggio come il palo colpito da Ferran. Poco dopo, è Gomez a fallire il raddoppio con un diagonale alle stelle. A quattro minuti dal termine da prima frazione, Ilicic raddoppia scaricando sotto l’incrocio. Si va al riposo con San Siro in delirio.

Secondo tempo:

L’Atalanta apre la ripresa con una convinzione maggiore. Al 48′, Gomez va via a un avversario e serve al centro dove Caldara non arriva all’appuntamento con la deviazione vincente. Gli spagnoli rispondono con un colpo di testa da pochi passi che sfiora il palo. Al 57′, Freuler cala il tris con un tiro a giro imparabile per Domenech. Poco dopo, il Valencia potrebbe riaprire in qualche modo il match, ma Maxi Gomez tira addosso a Gollini. Ci pensa, pero’, ancora Hateboore a spegnere le illusioni degli ospiti finalizzando alla perfezione un contropiede orchestrato da Ilicic. Nel Valencia entra Cerichev che approfitta di un errore di Palomino per trafiggere Gollini con un diagonale preciso. Ora gli spagnoli ci credono costringendo Gollini agli straordinari. Celades inserisce anche Gameiro per Maxi Lopez. Gasperini risponde inserendo Zapata per Caldara. All’80’ , Hateboore interviene fallosamente su un avversario e viene ammonito. Poco dopo, esce Gomez tra gli applausi per Malinovsky. Dopo quattro minuti di recupero, si chiude qui il primo round di una sfida che la Dea ha dominato per larghi tratti.

Il Tabellino:

ATALANTA(3-4-1-2): Gollini, Toloi, Caldara( 75’st Zapata), Palomino, Castagne, De Roon, Freuler, Hateboore, Pasalic, Ilicic, Gomez(80’st Malinovsky). A disposizione: Cyzborra, Malinovsky, Muriel, Sportiello, Temeze, Zapata. All. Giampiero Gasperini

VALENCIA (4-4-2): Domenech, Wass, Duahkhabi, Mangala, Gaya’, Ferrer, Parejo, Kondogbia, Soler, Maxi Gomez( 72’st Gameiro), Guedes. A disposizione: Cillissen, Correia, Costa, Gameiro, Molina, Subrimi. All. Albert Celades

Arbitro: Oliver(England)

Marcatori: 15’pt, Hateboore (A), 42’pt, Ilicic(A) 57’st,Freuler, (58’st,)

Ammoniti: Hateboore (A)

Recupero: 1’pt, 5’st

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.