Giovedì 26 Novembre alle ore 18:55 si giocherà Lille-Milan, la squadra sarà diretta ancora da Bonera, Murelli e Pioli sono ancora fuori per Covid-19.

Chi giocherà in attacco?

Con l’assenza di Ibra probabilmente Bonera sceglierà Rebic come prima punta, probabile l’ingresso a gara in corso di Lorenzo Colombo

Conferenza Bonera, allenatore Milan

La vittoria di Napoli può aver dato un’iniezione di fiducia in vista della sfida di domani?
“Sicuramente vincere fa bene al morale di tutti. Affrontiamo una grande squadra che ci ha messo in difficoltà, nella partita di andata abbiamo commesso degli errori tecnici e di posizionamento. Domani cercheremo di non commetterli e di vincere la partita”.

Può essere un problema continuare in Europa League nell’ottica di giocare ogni tre giorni?
“Il fatto di giocare ogni tre giorni è una costante che arriva da maggio. Credo che non sia un problema, abbiamo una rosa di alto livello. In questo momento specifico abbiamo qualche giocatore infortunato. La cosa importante è lo spirito, che abbiamo visto a Napoli e che si vedrà anche domani sera”.

Hai parlato con Ibra e come l’hai trovato?
“L’ho visto, ma già lunedì dopo la risonanza era carico per poter tornare, ma non è una novità. E’ un grande atleta e un grande uomo, pronto a recuperare per essere al meglio e dare il proprio contributo”.

Le dà fastidio che ci sia ancora qualcuno che storce il naso davanti al Milan così in alto?
“L’importante è sentirsi forti all’interno del gruppo. La nostra mentalità è consolidata e sappiamo quello che ci ha portato ad essere in alto e sappiamo cosa fare per restarci. Il nostro punto di inizio dev’essere quello. Quello che si dice fuori, fa parte del gioco”.

Sarà la difesa del Milan contro l’attacco del Lille?
“E’ evidente che hanno dei giocatori molto bravi nel reparto d’attacco, ma sono una grande squadra. Non a caso sono secondi in campionato e primi nel girone. Cercheremo di sopperire le mancanze che abbiamo avuto all’andata, in cui venne fuori un risultato troppo pesante”.

Un pareggio sarebbe ben accetto?
“Mi piacerebbe rispondere sì, ma non siamo capaci. Abbiamo una mentalità con voglia di imporci ovunque, fa parte della storia di questo club. Dobbiamo continuare su questa strada”.

Conferenza Bennacer, giocatore del Milan

Si può dire che a Napoli ha vinto la squadra?
“Certo, abbiamo vinto da squadra. Era duro, era difficile, ma eravamo tutti assieme. E’ questo lo spirito”.

C’è voglia di rivincita contro il Lille?
“Certo, quando perdi una partita e c’è un ritorno vuoi vincere. Noi stiamo facendo tutto per vincere”.

Hai una clausola da 50 milioni, può influire sulle tue prestazioni?
“Io non penso a questo, penso al campo. Sto molto bene al Milan, non è il mio lavoro”.

Cosa rappresenta tornare in Francia, dato che ci hai giocato?
“E’ sempre un piacere, soprattutto giocare contro una grande squadra come il Lille. Ma è bello giocare anche con il Milan”.

Un anno diventavi un titolare del Milan, oggi sei insostituibile. Quanto è stato importante Ibrahimovic per la tua crescita?
“Sono contento perché sto giocando e sto imparando tanto. Se guardiamo un anno fa ero un giocatore diverso. Ora sto imparando tante cose. Ibra mi fa diventare un giocatore migliore, chiede sempre molta professionalità. Parla tanto e mi aiuta tanto”.

E’ stata una sorpresa la sconfitta contro il Lille? 
“E’ stata una sconfitta difficile, abbiamo sofferto contro una grande squadra e abbiamo perso. Abbiamo lavorato tanto su cosa non è andato bene durante la partita e su cosa non ha funzionato, e cercheremo di vincere domani”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20