Dopo otto anni Damiano ToUmmasi si dimette dalla carica di Presidente dell’ Aic(Associazione italiana calciatori) anticipando la fine del suo terzo ed ultimo mandato previsto per novembre. Per la sua successione si fa il nome di Marco Tardelli, che ha gia presentato la sua candidatura. Nel frattempo sarà il vicepresidente vicario, Umberto Vicario, ad assumere la carica ad interim fino alle elezioni in programma l’8 marzo 2021.

Tommasi: “C’è bisogno di unione”

L’ ex centrocampista della Roma ha motivato la sua decisione in una lettera apparsa sul sito dell’ Aic: “La nostra Associazione ha bisogno di unione e voce univoca. Nell’ultimo periodo non è stato sempre cosi e per questo è bene che non ci siano divergenze all’interno della cabina di comando in vista dei prossimi appuntamenti”.

Alcune mie idee e dichiarazioni, alcune riflessioni ed iniziative sono state negli ultimi mesi , troppo spesso motivo di discussione e contrapposizioni interne”.

L’ Aic non se lo può permettere in questo momento”.

Nel prossimo futuro si dovranno mettere al centro calciatori e calciatrici senza lasciarsi troppo distrarre da Aic e dalle sue dinamiche”.

Sempre contraddittorio ma è una differenza tanto sottile quanto fondamentale. Pensare troppo ad Aic rischia di far perdere unione,forza e indipendenza. Per qualcuno sembrano parole vuote ma sono valori vitali da difendere e lo si riesce a fare solo attraverso la partecipazione e il coinvolgimento verso posizioni unitarie di calciatori e calciatrici”.

Questo cambio al novantesimo, quindi, va visto nell’ottica di voler togliere qualsiasi elemento di disturbo nella quotidianità dell’associazione”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20