Ieri sera grande festa al Grand Palais di Parigi, dove Luka Modric ha vinto il Pallone d’oro. Il centrocampista del Real Madrid e della nazionale croata ha messo fine all’era Ronaldo- Messi. La serie di vincite, che si è prolungata fino allo scorso anno è cominciata nel 2008 quando Ronaldo vinse per la prima volta l’ambito premio. In totale il campione portoghese ha vinto 5 Palloni d’oro, stesso numero di trofei anche per Messi. 

Modric alza il Pallone d’oro.

Ora però è il turno di Modric di alzare in aria il Pallone dorato che sancisce la vittoria professionale ma anche morale di un calciatore che sicuramente non ha avuto vita facile. Cresciuto in un villaggio della Croazia, e poi costretto dalla guerra a scappare con la famiglia a Zara, Luka ha cominciato la sua lunga gavetta alla Dinamo Zagabria, dove però non è che credessero molto in lui. Fu dato in prestito al Mostar, squadra bosniaca e poi sbarcò in Italia, all’Inter. La Dinamo finalmente lo notò e lo riprese, da quel momento Modric cominciò la sua ascesa. 

Nel 2006 la convocazione in Nazionale, dove fece molto bene, e dove quest’anno al Mondiale ha dimostrato di essere più presente che mai. Due anni dopo entrò a far parte della rosa del Tottenham. Nel 2012 si ritrovò a Madrid con Mourinho allenatore e Ronaldo e Ramos compagni di squadra. Luka Modric è molto amato anche dai tifosi del Real, che ad ogni partita applaudono le sue prodezze. 

Luka Modric con la maglia del Real Madrid.

Premio quindi meritato per il croato che dopo essersi qualificato secondo ai Campionati del Mondo con la sua Croazia e aver fatto molto bene con il Real Madrid può dire di aver realizzato un sogno. Il podio comunque vanta nomi importanti come quello di Ronaldo che si piazza secondo subito sopra a Griezmann. Mbappé invece si classifica quarto ma in compenso vince il Trofeo Kopa come miglior giovane dell’anno. 

Molti non hanno ritenuto “giusta” la vincita di Modric, viste le giocate di CR7, grande assente ieri a Parigi. Tanti altri invece hanno ritenuto legittima la vittoria del centrocampista croato… un po’ per ciascuno. 

 

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.