L’Inter prosegue il buon momento in termini di risultati e si qualifica agli ottavi di finale con un netto 4-0 ai danni del Rapid Vienna. La squadra di Spalletti veniva dal risultato positivo dell’andata, con lo 0-1 conquistato in terra Austriaca.

L’Inter si schiera Handanovic in porta, difesa a 4 con Cedric Ranocchia Skriniar e Asamoah. Mediana composta dalla coppia Vecino e Brozovic. In attacco Perisic e Candreva ai lati, e Nainggolan alle spalle dell’unica punta Lautaro Martinez. Spalletti deve fare ancora a meno di Icardi, tra guai fisici e i problemi relativi al rinnovo di contratto. La mancanza dell’ex capitano non si fa sentire in campo, dove i nerazzurri dopo 10’ minuti di gioco aprono le danze con Vecino che da posizione defilata fa subito esplodere San Siro. La partita viaggia su binari ben prevedibili. L’Inter al 17’ minuto trova anche il raddoppio: flipper in area di rigore austriaca, palla che arriva a Ranocchia che al volo dal limite dell’area manda trova l’angolino, dove il portiere del Rapid non può arrivare. E’ il 2-0 interista, partita e qualificazione in cassaforte già dopo venti minuti del primo tempo. Il Rapid in evidente sofferenza rischia di subire la goleada, ma prima Perisic e poi Candreva, non trovano la via del gol. L’Inter offre buone trame di gioco, ed il pubblico di San Siro apprezza, ritrovando armonia dopo un periodo di flessione.

Il goal del 3-0 di Perisic

Il secondo tempo è sempre di marca nerazzurra. Ranocchia va vicinissimo alla doppietta personale con un colpo di testa che sfiora il palo. Stessa sorte tocca a Lautaro, già in gol all’andata. Al 60’ si fa vedere anche il Rapid con un tiro a giro di Pavlovic che non ha molta fortuna. Primi cambi dell’Inter con Politano e Valero che prendono il posto di Lautaro e Brozovic. A metà ripresa sale in cattedra Ivan Perisic: prima sfiora il gol con un diagonale che non trova di poco la porta, per poi riscattarsi saltando Strebinger e concludendo con un pallonetto di destro sotto la traversa. E’ il 3-0 per la squadra di Spalletti, che poco dopo trova anche la quarta rete con un’azione partita da Nainggolan e Perisic e conclusa con la finalizzazione di Politano che batte il portiere del Rapid Vienna. La partita sostanzialmente finisce qui. L’Inter si qualifica agli ottavi di Europa League, e continua il suo percorso con destinazione Baku.

Tabellino

Inter – Rapid Vienna 4-0 ; 11′ Vecino, 18′ Ranocchia, 80′ Perisic, 87′ Politano

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, Ranocchia, Skriniar (77′ Miranda), Asamoah; Vecino, Brozovic (61′ Borja Valero); Candreva, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez (66′ Politano). 

Allenatore: Spalletti

Rapid Vienna (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli (75′ Schobesberger); Ljubicic, Grahovac; Murg, Knasmullner (64′ Schwab), Ivan (64′ Muldur); Pavlovic.

Allenatore: Kuhbauer

Ammoniti: Asamoah (I), Hofmann (R), Ranocchia (I).

Stadio San Siro, spettatori 32.158

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.