fbpx
Ottobre27 , 2021

GP Aragon Moto3: Garcia e Acosta KO! Foggia vince

Related

Alessandria Frosinone (probabili formazioni e Tv)

Gara valida per la decima giornata della Serie B...

Nico Hulkenberg: prime impressioni sulla McLaren IndyCar

Una giornata lunga 108 giri. Tante sono state le...

Bastianini: l’impresa di Misano non vale una GP22

Altra domenica “Bestiale” per Enea Bastianini capace di rimontare...

Hoffenheim vs Hertha Berlino: pronostico e possibili formazioni

L'azione della Bundesliga del fine settimana inizia venerdì 29...

Damon Hill: “Austin decisiva? Penso di no”

Al termine del Gran Premio di Austin, Damon Hill...

Share

Quando si tratta di spettacolo, la classe minima del motomondiale non tradisce mai. Il GP di Aragon della Moto3 è un tripudio di sorpassi e di colpi di scena, alcuni dei quali clamorosi. Per esempio, Pedro Acosta e Sergio Garcia, primo e secondo nella classifica iridata, cadono e collezionano uno zero a testa. Questo clamoroso doppio KO rilancia le quotazioni iridate di Dennis Foggia, che dalla 14esima posizione di partenza centra una vittoria spettacolare, in volata contro Deniz Oncu. Ayumu Sasaki centra il secondo podio consecutivo, ed insieme ad Oncu ottiene un risultato super per il team Tech3. Niccolò Antonelli e Andrea Migno si piazzano quinto e sesto, per la gioia dei colori italiani. Darryn Binder, Stefano Nepa, Tatsuki Suzuki e Jaume Masia completano la top ten.

GP Aragon: cosa succede nella gara Moto3?

Il cielo sereno ed una nebbia che si è appena diradata fanno assomigliare il meteo di Aragon a Laguna Seca. Per il posteriore, la scelta della gomma è univoca: morbida per tutti. Si comincia con il solito gruppone, il cui ritmo però è molto alto tanto da ridursi subito ad un “mini plotone” di nove piloti appena. Il grande protagonista è Oncu, che comanda il maggior numero di giri in gara. Il giovane turco è determinato a vincere, ed ogni volta che perde la prima posizione se la riprende a suon di staccate. Nel gruppo svettano i “laureati” del CEV, come Izan Guevara e Xavi Artigas: entrambi mostrano il passo per vincere. Garcia e Acosta si marcano a vicenda, sorpassandosi l’un l’altro. Foggia comincia la sua rimonta in silenzio, con dei primi giri tranquilli. La bagarre dei primi lo aiuta molto, in quanto gli consente di non perdere contatto.


GP Aragon, qualifiche Moto3: Binder al palo


Lo scenario cambia all’improvviso

Acosta, come sempre, sembra controllare la situazione, anche se appare impiccato in staccata. Fino a quando, a quattro giri dalla fine, sbaglia clamorosamente la frenata alla curva 5, perde l’anteriore e falcia l’incolpevole Artigas. È il primo zero stagionale per il numero 37, e rischia di riaprire clamorosamente il mondiale. È l’occasione della vita per Garcia, il quale vincendo può riaprire completamente il mondiale. Ma all’ultimo giro, Sergio perde l’anteriore in curva 12 e segna uno zero anche lui. La lotta per la vittoria è una volata tra Oncu e Foggia, con il “Missiletto” che tiene a bada il giovane turco per pochi millesimi. Parlando di italiani, Andrea Migno è sempre al top ma ha il fiato corto e fa quinto. Dietro di lui c’è Antonelli, il quale deve imbarcare più benzina del solito per compensare la perdita di peso corporeo, per gentile concessione di un mal di stomaco. Ma a serbatoio vuoto mostra gran ritmo ed è sesto. Stefano Nepa è settimo e fa una gran gara, mentre Riccardo Rossi è invisibile in 17esima posizione. Romano Fenati è in difficoltà nei primi giri, partendo 17esimo, ma il recupero procedeva. Fino a quando Gabriel Rodrigo non gli cade davanti all’ultima curva, costringendolo ad un escursione nella ghiaia per evitare la moto dell’argentino. L’ascolano finisce fuori dai punti: mondiale finito?

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20