gp brno teruel fp1 qualifiche moto2

Il Motorland Aragon piace a Sam Lowes, autore di una pole strepitosa nelle qualifiche Moto2 del GP di Teruel. L’inglese di casa Marc VDS si piazza al vertice della classifica fin dall’inizio della Q2, rimanendoci tutto il turno. Ritocca più e più volte il suo tempo, arrivando all’incredibile crono di 1’51″296.

Accanto a lui in prima fila un ottimo Jorge Navarro, che nonostante una scivolata conclude una delle sue qualifiche migliori di quest’anno. Terzo tempo per un sempre più concreto Remy Gardner.

Fabio Di Giannantonio apre la seconda fila, su una pista che piace molto alla sua SpeedUp. Conferma anche per Marcos Ramirez, quinto davanti al leader del mondiale Enea Bastianini.

Settimo crono per Jake Dixon, il quale precede Hector Garzo e Augusto Fernandez. Bo Bensneyder fa una vera magia, dominando la Q1 e siglando un sorprendente decimo tempo in sella alla giapponese NTS. Undicesimo Jorge Martin, il quale è protagonista di un diverbio piuttosto acceso con Marco Bezzecchi.

Al termine dell’ultimo giro, il “Bez” rallenta in rettilineo mentre lo spagnolo è dietro a sfruttarne la scia. La cosa non piace a “Martinator”, il quale arriva a sfiorare la carena del romagnolo. Che risponde sfiorandolo in staccata. Chissà cosa ne penserà la direzione gara…

Bezzecchi tra l’altro è reduce da una qualifica non esaltante, conclusa con il 14esimo tempo. Davanti a lui Joe Roberts, che sbaglia il giro buono che lo avrebbe portato più avanti nella classifica.

GP Teruel, come sono le qualifiche di Marini e Bastianini in Moto2?

Detto di Bastianini, autore di un bel sesto tempo (e che trova il tempo di fare da paciere ai due litiganti Bezzecchi e Martin), Luca Marini mostra molte difficoltà in più. Il “Maro” se la cava con un undicesimo tempo, che non è neanche male considerato che è dovuto passare dalla insidiosa Q1. Ma la sensazione è che l’ex leader del mondiale dovrà giocare in difesa anche questa volta. In attesa di tempi migliori a Valencia.

Parlando degli altri italiani, Stefano Manzi sfrutta la scia giusta e passa dalla Q1 alla Q2. Il pilota MV Agusta non fa meglio del 18esimo crono, appena dietro a Lorenzo Baldassarri. Ventunesimo tempo per Nicolò Bulega, due piazzamenti più avanti rispetto al debuttante Lorenzo Dalla Porta. Ventiquattresimo Simone Corsi, a precedere quel Testuta Nagashima che rappresenta forse la grande delusione di questo mondiale Moto2 targato 2020.

Griglia di partenza


Attenzione! Domani la Moto2 scatta dopo la MotoGP.
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20