giro d'italia 2020

Oggi 5 Ottobre 2020 si è corsa la terza tappa del Giro D’Italia 2020, che oggi ha percorso Enna fino ad arrivare all’Etna, dove si trova il vulcano più suggestivo d’Italia.

Ha vincere la tappa è stato il colombiano Jonathan Caicedo, che nell’ultimo chilometro ha staccato tutti con una ritmo impressionante.

Grande prova di Vincenzo Nibali, il corridore Italiano che ha attaccato il colombiano ma non c’è stato nulla da fare.

Leggi anche: Giro D’italia 2020: Ulissi vince la seconda tappa

Il Giro D’Italia 2020: la terza tappa

Jonathan Caicedo (EF) è il vincitore della terza gara del Giro d’Italia 2020.

Il corridore ecuadoriano ha coronato con un arrivo in solitaria una fuga partita poco dopo il via. 

Giovanni Visconti (Vini Zabù-KTM), suo compagno di fuga, non è riuscito invece a coronare il sogno di una vittoria nella sua terra giungendo con 21 secondi di ritardo.

Il migliore dei big al traguardo è un brillante Wilco Kelderman (Sunweb) che è riuscito ad anticipare di una decina di secondi i rivali Jakob Fuglsang (Astana), Rafal Majka (BORA-hansgrohe) e Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo).

Simon Yates (Mitchelgon-Scott) è il big più in difficoltà, mentre esce di classifica Geraint Thomas (INEOS Grenadiers), vittima di uno sfortunato incidente prima del via.

La Maglia Rosa, archiviata la parentesi firmata Filippo Ganna (INEOS Grenadiers), passa sulle spalle del giovanissimo portoghese Joao Almeida (Deceuninck-QuickStep).

Che riesce a resistere proprio sul filo dei secondi all’assalto di Caicedo, il giovane corridore portoghese è anche il titolare della Maglia Bianca.

Mentre Ulissi resiste in testa alla classifica della Maglia Ciclamino. La Maglia Azzurra passa invece sulle spalle dell’ecuadoriano Jonathan Caicedo.

Il Giro D’Italia 2020: la quarta tappa

Dopo i primi (sorprendenti) squilli di tromba sull’Etna il Giro d’Italia 2020 resta in Sicilia con la tappa 4 che si snoderà tra le provincie di Catania e Messina.

In programma domani la Catania-Villafranca Tirrena di 140 chilometri e praticamente tutta pianeggiante.

Salvo per un gran premio della montagna a metà percorso forse arriverà la prima occasione per i velocisti.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20